leggere e scrivere online
Racconti forum.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Racconti Edizioni

Racconti Edizioni nasce a Roma nel 2016 da un’idea di Stefano Friani ed Emanuele Giammarco -laurea in filosofia a Villa Mirafiori, master in editoria alla Sapienza – spinti dall’esigenza di colmare una lacuna nel panorama editoriale italiano proponendo un punto di riferimento per la forma racconto.
Fino ad oggi le pubblicazioni si sono concentrate sulla narrativa straniera: da “Sono il guardiano del faro” di Éric Faye (vincitore nel 1998 del prix des Deux Magots) passando per Philip Ó Ceallaigh con i 19 disperati e ironici racconti di “Appunti da un bordello turco” (vincitore nel 2006 del Rooney Prize for Irish Literature) e “Oggetti solidi” di Virginia Woolf, un volume che raccoglie tutte le short stories della scrittrice britannica. Nel 2017 l’intenzione è quella di lanciare anche autori italiani emergenti, da inserire nel solito catalogo degli stranieri: «Non crediamo molto nel rinchiudere gli scrittori italiani in “collane-riserve indiane”» - osserva Friani. Il collante che tiene insieme i libri editi è di tipo elettivo e tematico; viene promossa la “letteratura della diaspora”, la voce delle minoranze e degli errabondi, nella convinzione che dai confini della società si possa avere una prospettiva più ricca e lucida sul mondo. Come quella di Elvis Malaj, giovane autore di Malësi e Madhe cresciuto in Italia, che nella raccolta “Dal tuo terrazzo si vede casa mia”, la prossima pubblicazione della casa editrice, presenta storie che raccontano confini e divisioni tentando di dar conto di un’inadeguatezza: "Fra due case che si vedono l’un l’altra potrebbe esserci una strada. Lastricata e sicura, a volte, ma più spesso tortuosa, o liquida come il mare fra l’Italia e l’Albania. La via fra le sue onde è faticosa come una lingua da imparare, andando e tornando, pensando una cosa e dicendone un’altra. Ma non sono soltanto le parole a mutare, ad assumere nuovi significati in questo relato sono i fatti stessi e le persone che troviamo sul cammino".