leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Saggi Brevi

Incontrando un tuo riflesso sul muretto, al freddo, tra puttane e guerra.

Di FrancescoGianniniCom
Pubblicato il 27/11/2017

11 Visualizzazioni
8 Voti

L'incontro dove solitamente il giorno inizia.

Lui è lì, ancora seduto, e le condizioni stanche della sua giacca mi fanno pensare che abbia passato lì la notte, guardando l'orizzonte allontanarsi e avvicinarsi a fasi alterne, in base alla foschia di questa strana estate alle porte.

Ne abbiamo condivise di guerre e battaglie: da bambini, da soldati, da amici, da uomini, da cretini.

Non posso salutare e andare avanti, e non voglio. C'è qualcosa che lega tutti gli esseri viventi, e le mie molecole un tempo sono state le sue e le sue le mie e l'intero Universo nasce dallo stesso miscuglio. Siamo la stessa cosa, e non posso permettere che una parte di me, per quanto staccata dal mio corpo, possa passare una notte all'addiaccio, soffrendo per un male oscuro che non comprendiamo né io, né lui.

"Hank, che fai qui? Lavori come guardiano del niente?"

"Ehy, Josh. No, guardo per guardare e non vedo niente."

"Non c’è molto da vedere: c'è la spiaggia, un muretto, un bar alle tue spalle, dei monti a un centinaio di chilometri, mare e foschia del mattino."

"Cerco di vedere perché sto male."

"Capisco. Hai litigato con lei?"

"Lei ha litigato con me. Mi ha sfanculato e schiaffeggiato."

"Lei ha litigato con te, e ti sei fatto sfanculare e schiaffeggiare. E ti fa male?"

"Sì, molto più di quel proiettile mentre eravamo in attesa dell'ordine, quella sera."

"Sì, lo so cosa vuol dire.", e mi guardo la strisciata di quel proiettile sul mio braccio sinistro, prima che colpisse Hank. La porto addosso come un tatuaggio. Siamo accomunati dallo stesso piombo.

"Hank, non voglio dirti che non ha senso star male per una donna, ma voglio dirti di più: non ha senso star male per nessun essere al mondo. Se non per te."

"Pensi non lo sappia, Josh? Eppure lei mi fa male."

"Ti fa male perché ti sei fatto schiaffeggiare. Ma pensaci bene: lei ti ha schiaffeggiato, o ti sei fatto schiaffeggiare?"

"Che cambia?"

"Tutto. Ti sei fatto schiaffeggiare, ti sei fatto far male perché ne avevi bisogno, per reagire."

"Dici?"

"Te lo ricordi il gusto del sangue tra i denti, dopo un pugno?"

"A volte."

"A volte è troppo poco. Ti ricordi il dolore nella bocca, dopo un pugno? Lo stordimento delle mandibole? Ricordi il sapore caldo del sangue che scorre quando si prende un pugno forte in faccia?"

"Ci penso. Non è come un tempo."

"Ecco. Avevi bisogno di ricominciare a soffrire."

"E perché avrei dovuto farlo?"

"Perché sapevi lei ti avrebbe fatto soffrire. Lei è una bagascia, cosa ti aspettavi?"

"Amore."

"Amati. Non cercare amore se non sei in grado di amarti."

"Siamo militari, Josh: per noi, il nostro corpo è un'arma."

"Se puliamo pistole e lame, perché non dovremmo pulire il nostro corpo?"

"Già."

“Hank: hai scelto una puttana apposta per farti male, ma non lo sapevi."

"Perché la chiami puttana?"

"Lo è."

“Tu sei mai stato con una puttana?”

"A pagamento dici?", e gli rido in faccia. Io e lui ce ne siamo divise tante.

"Dai, non rispondere così. Ci sei mai stato?", insiste Hank.

"Hank, se un uomo dice di non esser stato con una puttana, mente. Con una puttana o ci vive, o non si è accorto di nulla. Io ho fatto schifo, e di puttane me ne intendo."

"Già. Anche tu sei una puttana."

"Vero. Come te, come tutti. Ma la differenza è saperlo. Ora chiediti: perché volevi farti male?"

"Perché volevo farmi male?"

"Non lo so, Hank, ma quando capirai la risposta, smetterai di provocare il dolore. Alla fine, stai solo provocando la tua risposta."

"Tu stai facendoti del male, Josh?"

"No, io sto per allenarmi. Ciao, Hank!", e detto ciò spingo il mio cronometro e vado via. Ho 6 km di pensieri avanti a me, mentre Hank avrà solo la verità da affrontare, avanti a sé.

Logo
3604 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (8 voti)
Esordiente
7
Scrittore
1
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large thumb dsc 0032 1024.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Nuts ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large 893729627.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Carla ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1218.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente
Large icotypee.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large snoopy scrittore.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Maria Cristina Vezzosi ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tella ha votato il racconto

Esordiente
Large default

mauromeanti ha votato il racconto

Esordiente
Large myself  1.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di FrancescoGianniniCom

Esordiente