leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Umoristico

LA FAMIGLIA DE TAPPIS

Di petit
Pubblicato il 27/11/2017

C'era una volta una seria famiglia di tappi da lavandino . erano grandi lavoratori ma una terribile minaccia giunse ! chi se la sente di leggere un finale altamente improbabile ?

8 Visualizzazioni
3 Voti

LA FAMIGLIA DE TAPPIS

C'era una volta,

una giovane famiglia di tappi da lavandino. Erano della stirpe cromata quindi gente molto seria, a posto. Lavoravano tutti con gran lena ma non avevano orari fissi. Ciò creava diversi problemi che angustiavano molto la mamma ( affettuosamente nominata - tappona - vuoi anche per la forma piena e rotonda ) . La gestione della famiglia pesava, infatti, tutta sulle sue spalle anche perchè i suoi "tappini" , come soleva chiamare con dolcezza i suoi bambini, erano ancora troppo piccoli.

Non erano ancora in grado di passare l'esame di categoria, che li avrebbe consacrati ufficialmente Tappi di servizio. Erano necessari assolutamente anni di duro allenamento per raggiungere i punteggi più alt della classifica STQ:20 (Standard tappi di qualità - ventesimo aggiornamento ) . D'altronde questi tappini piccini avevano alle spalle una stirpe tanto illustre quanto lunga di antenati ma nonostante tali precedenti non sembravano affatto vogliosi di intraprendere questa carriera e perdevano gran parte delle loro giornate, giocando nei locali delle rubinetterie. Proprio a questo pensava nelle lunghe notti insonni il tappo supremo (la più alta autorità della piccola comunità locale ) . Ma questa non era l'unica causa della sua insonnia. Da poco nella Gazzetta Ufficiale Tappi & C. era apparsa una notizia, solamente un trafiletto, ma che aveva avuto il potere di sconvolgerlo fino alla fine della sua cordicella di acciaio. La novità riguardava una nuova scoperta di un materiale duttile e trasformista, frutto delle nuove tecnologie. Compattando diversi strati polimerici avevano ottenuto una somma che era di più degli addendi . In sostanza, questo agglomerato riusciva contemporaneamente ad essere impermeabile e non, al tempo stesso rigido e flessibile. In realtà erano state pubblicate poche righe che sommariamente descrivevano gli obbiettivi raggiunti.

Ma la lungimiranza e la logica stringente del tappo supremo aveva visto molto più in là nel futuro e ne aveva captato già tutte o quasi le molteplici possibilità di utilizzo nei vari campi. La sua mente era piena di funeste visioni come lavandini e vasche , contenitori dalle più disparate forme che si allungavano, stringevano o lasciavano passare i liquidi o li bloccavano. Il suo tappo segretario , abituato ai repentini sbalzi di umore del suo capo, incominciò anch'egli a preoccuparsi ma tentò di rincuorarlo con i suoi pochi mezzi a disposizione. Mentre la stanza risuonava di esclamazioni di sdegno e stupore , passava giusto lì vicino la giovane figlia del Tappo Supremo. Nota per la sua arguzia e curiosità, si bloccò al clamore sentito e si affacciò all'interno. La ragazza si concentrò sulla conversazione e dopo pochi istanti ruppe il silenzio.Ma papà, perchè sei così sconvolto dagli impieghi di questa futura lega? e ancora con tono spazientito " Ma come hai dimenticato che il nostro campo d'azione si è espanso miracolosamente proprio in questi ultimi anni ?" Il tappo supremo e il suo segretario la fissavano come inebetiti . Lei continuò imperterrita " Ti ricordi ? Là fuori c'è tutto un mondo di possibilità ! Pensate ad esempio ai buchi di bilancio ( quanti ce ne sono stati , eh ? ) e ai buchi delle casse dello stato che hanno causato il deficit pubblico e all'opposto le migliaia di buchi nelle tasche della gente e dopo i buchi nella memoria ( a volte voluti e non ) i buchi delle coscienze, i buchi del personale o delle maestranze generati da pensionamenti e/o licenziamenti. Non dimentichiamo i buchi nel cuore che nascondono grandi sofferenze e dolore. Per finire in bellezza , chi di noi a tavola non conosce l'osso buco ? Al chè proruppero in una fragorosa risata tutti e tre. Da allora i nostri tappi , di cui abbiamo seguito le gesta, seppero ritagliare un loro

spazio nella società civile e vissero felici e contenti pur se ogni tanto fossero costretti a tapparsi occhi e orecchie per andare avanti !!

PAOLA MASSARO

Logo
3944 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (3 voti)
Esordiente
3
Scrittore
0
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 02ce7aee 4fae 4bdd 8b26 be33b95e6255.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Phi ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Walter White ha votato il racconto

Esordiente
Large default

KateC ha votato il racconto

Esordiente
Large default

di petit

Esordiente