leggere e scrivere online
28 Visualizzazioni
6 Voti

MARIONETTE

“Salve città …...Dinooooo!

Dal buio avanzò uno strano individuo , vestito di nero ,con cappellaccio-nero anch’esso-, che procedeva a passi incerti guardandosi intorno nel tentativo di afferrare la realtà che lo circondava- come se la vedesse per la prima volta- quasi un automa senz’ anima mentre lui-il PROTAGONISTA-lo stava aspettando nella sua ridicola uniforme (calzoni corti beige , bretelle su camicia verde scuro , mocassini marroni indossati con calzini a metà polpaccio di colore beige e – a completare il tutto-una bombetta di plastica nera )con il braccio destro alzato attaccato a due legnetti messi in croce a loro volta fissati a dei fili che pendevano dal soffitto che lo faceva sembrare appeso alla maniglia di un tram mentre in realtà era solo una marionetta che avrebbe potuto far invidia ai Colla .

L’ opera continuò così come era partita (già ……ma come era partita ? Bene no? O no? In quel momento non c’ era però tempo per rispondere …non c era tempo per pensare come facevi a rispondere)……insomma il primo individuo -il protagonista- (IL RAPPRESENTANTE ) continuò a imperversare sul secondo (IL RAPPRESENTATO ) che non apriva bocca , stralunato , o al massimo replicava con monosillabi (sì/no/mah/ma…… i più gettonati )ai giochi di parole , ai calembour , ai nonsense del protagonista

Il pubblico rideva identificandosi forse nel RAPPRESENTANTE, che, come una specie di capufficio di Fantozzi (Gran .Uff. Figl di Putt), imperversava sul malcapitato Fantocci o forse perché lui –IL RAPPRESENTANTE – (alla sua prima uscita sul palco) era troppo bravo : aveva seguito i consigli del maestro anzi di più , era andato oltre , l’aveva superato come gli confermò il maestro stesso – non presente quella sera ma a cui qualcuno aveva dettagliatamente riferito e che lui incontrò il giorno dopo (quasi ) per caso(ma la casualità non è quasi mai casuale come scrisse qualcuno che non ricordo) “ Che dire ?Sei più bravo di me !”

Il protagonista si schernì ma nel profondo ,proprio nel profondo……. là in fondo … lui sapeva che era cosi……. che era vero ……che lì si era compiuto il miracolo di cristo morto in croce e risorto.

Lì quella sera si consumò qualcosa e qualcuno/qualcosa nacque: carne e sangue ..come diceva quel titolo Flesh and Blood.

Anni dopo ricordò che- mentre aspettava il pubblico e IL RAPRESENTATO -aveva seguito a menadito i consigli del maestro e cioè che più vuoi negare la realtà , più questa ti torna.

E allora ? Fare esattamente il contrario : e così lui fece .

“Ecco sono qui come uno stronzo attaccato a questi fili e fra un minuto il pubblico entrerà …non devo pensare a questo…. no ..non devo ….non devo” -e si rendeva conto che più se lo ripeteva, più ci pensava e allora decise di fare l’ opposto ”Sono qui come uno stronzo attaccato a questi fili e fra un minuto il pubblico entrerà, fra un minuto il pubblico entrerà, il pubblico entrerà “ se lo disse tante volte che quando il pubblico entrò non se ne accorse tanto era impegnato a ripetersi “ Fra un minuto il pubblico entrerà”

Dietro a lui mentre diceva parole spezzate all’ antagonista stava – ad una altezza di 3 metri su una scala –IL PRESIDENTE –un donnone che già cicciona di suo era stata ingrassata con un vestimento che ricordava le gonne a palloncino di fine anni ’50 di color giallo limone che la trasformava in una enorme zucca

Il PRESIDENTE -ogni due per tre- diceva frasi smozzicate incomprensibili anche ( e soprattutto) perché

trangugiava di continuo cibarie che le colavano agli angoli della bocca .

Come dio volle tutto ebbe fine .

Quella notte restò sveglio tuttanotte pregustando un roseo futuro che non arrivò mai: la volta dopo i fili si spezzano , cade a terra e muore.

Logo
3714 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (6 voti)
Esordiente
6
Scrittore
0
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large forrestgump.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Mrs.Glass ha votato il racconto

Esordiente
Large 217245 108064892611657 1678963 n.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Michele Pagliara ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

rabolas ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Massimiliano Gradante ha votato il racconto

Esordiente
Large 1494179016809 993607644.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lucia Cerretti Bensi ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

di VINCENZO DELLEDONNE

Esordiente