leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Martino e le ciliege.

Di Franco 58
Pubblicato il 12/11/2017

Non descrivo quasi mai i miei racconti. Cerco di lasciare qualche indizio interessante nel titolo. Accontentatevi e leggetelo in autonomia. Ce la potete fare.

18 Visualizzazioni
8 Voti

..."Ma nessuno ci proibisce di fare cose che

Non hanno senso, o che ci sembrano inutili."

Rispose la madre al figlio che le chiedeva

Perché fosse così bello perdere tempo e

Gingillarsi a fare cose insensate;

" come impilare sassi piatti, mettendo quelli più larghi sotto, e via via quelli più piccoli", in modo da costruire una torre irregolare che certe volte si alzava anche per un paio di metri, oppure sfidare i suoi coetanei (aveva compiuto 10 anni il 2 di febbraio )a "chi ne mastica di più tutt' einsieme".

Era fine maggio, i ciliegi avevano cominciato a riempirsi, e quel nuovo passatempo che tutti chiamavano appunto "chi me mastica di piu

tutt' einsieme", era in gran voga, quell'anno.

Non si sapeva chi l'avesse fatto la prima volta,

Ma aveva preso piede in men che non si dica.

Ci si metteva tutti in cerchio, a sedere, intorno ad

Un grosso mucchio di ciliege appena raccolte, e poi, a turno, si cominciava a riempirsi la bocca, sotto lo sguardo vigile degli altri.

Una volta che si chiudeva la bocca, e si cominciava a masticare, non se ne potevano più aggiungere. Tutto veniva annotato scrupolosamente da Gianna, a matita, in un quadernetto.

Il controllo finale era affidato a due volontari, che, muniti di due rametti, rovistavano nel mucchio di noccioli che il candidato aveva sputato

Nell' apposito piatto, per stabilirne l' ammontare

Esatto.

Martino era riuscito a infilarsene in bocca 19, "ma perché sono un po' grosse, altrimenti...!?" aveva aggiunto, dopo che i suoi noccioli erano stati contati. Ma nessuno era riuscito a fare di meglio.

Vasco si era fermato a 16, e Fede non aveva superato le quattordici.

Cosi' Martino aveva vinto la gara, e per festeggiare si era ingozzato di ciliegie fino quasi a scoppiare, tanto che a cena non mangiò niente

E quella notte, a casa, si era svegliato col mal di

Pancia. Aveva provato ad andare al bagno, accompagnato dalla mamma, ma non ci fu' verso. Per stare meglio, Martino dovette vomitare, e liberarsi di tutte quelle ciliegie, che colorano di rosso le pareti bianche del cesso.

Rimase qualche attimo a guardare i resti della ciliegie, e tutto quel succo rosso che aveva colorato

I bordi del cesso, mentre sua madre gli teneva su

La testa. E pensò a una cosa. Ma gli sembrò insensata, e la tenne per sé.

"È un bellissimo colore" fece lei, come per rispondere allo sguardo sofferente che suo figlio le stava rivolgendo.

Per un attimo gli occhi della mamma si concentrano su quel colore, sulle colature rosse che continuavano a scorrere dalle pareti del cesso, sulle tonalità che cambiavano mentre continuavano a scendere...e videro un tramonto..."un incredibile tramonto purpureo scorrere sulle pareti del cesso...lucido e nitido come se fosse un film...

..."chissa' se anche lui è riuscito a vederlo" pensò ancora, senza dire niente.

Sorrisero insieme, e al figlio uscì un rivolo rosso dalle labbra, che colo' sul risvolto del suo pigiama azzurro.

La mamma strinse le labbra, e corruccio' la fronte,

Cercando di salvare il bavero, con un movinento veloce della mano. Ma il succo aveva già raggiunto

Il pigiama. Anche Martino volse lo sguardo verso il proprio bavero, che gli parve sporco di sangue.

Entrambi lo osservarono per un attimo, poi i loro sguardi si incontrarono di nuovo.

Martino sorrise per primo, mentre la mamma continuò a tenere il broncio per alcuni secondi, finché un sorriso le illuminò il volto, incontrando quello di suo figlio.

"....Mi dispiace mamma.....per tutto questo....Riuscì

a dire, mentre si passo' una mano sulla bocca, cercando di pulirsi meglio. " lo so che queste gare

Non hanno senso, mamma....Ma è così divertente...

Aggiunse, alzando le sopracciglia......e hai visto che

Torri abbiamo fatto, l'altro ieri, al Ghiaieto....?!

"Le ho viste...le ho viste...rispose la mamma dopo

Un attimo di silenzio, continuando a sorridere.

" ma nessuno ci proibisce di fare cose che non hanno

Senso, o che ci sembrano inutili ", aggiunse la mamma, passandogli l'asciugamano sulla bocca.

"Ecco, ora sei quasi pulito"...

"L' importante è che non danneggi nessuno.....Quando

Ti sembra di perdere tempo, o di fare cose senza

Senso....hai capito....?!?! Disse alla fine, alzando un po'

Il tono della voce, come per aggiungere determinazione alle proprie parole....

" ho capito, mamma....ho capito....

Poi Il figlio fisso' un attimo la mamma, senza dire niente. I loro sguardi si incontrarono per alcuni secondi.

Martino abbozzo' un sorriso, senza dire niente.

La mamma continuava a guardarlo, con aria stupita.

"Allora...cos'è che mi devi dire....eh...?!" Sbotto'

Alla fine, sforzandosi di stare seria.

....mamma....

....eh....dimmi...

....mamma.....ho visto una cosa.....prima....

...cosa hai visto....?!

...ho visto una cosa....sulle pareti del cesso....

...sulle pareti del cesso.....?! Cosa hai visto....?!

...mamma.....ho visto ....ho visto il tramonto..... aggiunse Martino, dopo un attimo di esitazione", ho visto il tramonto che scorreva rossissimo sulle pareti del cesso, proprio dove ho vomitato,

Come in un film....era bellissimo...mamma....era

Bellissimo...

Logo
5026 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (8 voti)
Esordiente
7
Scrittore
1
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

jquaresima ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large default

mauromeanti ha votato il racconto

Esordiente
Large snoopy scrittore.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Maria Cristina Vezzosi ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20170602 wa0005.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Danilo ha votato il racconto

Esordiente
Large 426117800 66318.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Nunziato Damino ha votato il racconto

Esordiente
Large 217245 108064892611657 1678963 n.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Michele Pagliara ha votato il racconto

Scrittore
Large pace1.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Irene Doro ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1218.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente
Large default

di Franco 58

Esordiente