leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Horror

Un peluche familiare

Di Emi
Pubblicato il 04/11/2017

Alcune memorie non ti abbandonano mai.

25 Visualizzazioni
8 Voti

Rientrai in casa dopo una serata passata in giro, un po' per svago; circa mezza notte e mezza. Aprendo la porta che dava sul salone sentivo il leggero russare dalla camera dei miei, in fondo solo silenzio. Divenne tutto buio subito dopo aver spento la luce nelle scale che, in ultimo, poco prima che chiudessi la porta, mi fece notare per terra, un po' come se fosse stato là, buttato via dalla poltrona per aver maggior spazio per sedersi, un peluche che abitava casa da un po' di anni, forse da quando ci ero entrato io. Il fatto mi colpì. Andai in bagno come facevo prima di andare a dormire e lo pensai. Seppur fossi piccolo quando lui era mio compagno di giochi, lo ricordavo presente, come se non si fosse mai allontanato. Ricordavo la morbidezza, il colore dei suoi occhi di plastica rosso brillante e ora invece cremisi, il colore della sulla pelliccia, un celeste cielo, ora inscurito e sporco, e le suture sulle zampe bianche e sul naso fatto da un bottone nero; ricordavo la cerniera presente sul suo dorso in cui mettevo cioccolate e caramelle per poterle mangiare di nascosto quando volevo.

Irrimediabilmente lo macchiavo. Ricordavo persino che, quando ero piccolo e mi svegliavo durante la notte, lo ritrovavo nel letto con me, sotto le coperte. Forse messo lì da mia madre quando controllava prima di addormentarsi se riposavo bene. Uscito dal bagno andai in cucina per bere. Lui attendeva di essere messo al suo posto, sul cuscino sinistro del divano, poggiato al bracciolo.

Lo presi piano; il pelo era ruvido anche se i batuffoli dell'imbottitura lo rendevano ancora morbido al tatto. Lo poggiai piano, dove era sempre stato, provando soddisfazione e calma e la sensazione d'essere a casa.

Andai a dormire.

La mattina il peluche riposava nel mio letto, nascosto tra le mie braccia.

Sorrisi.

Logo
1806 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (8 voti)
Esordiente
7
Scrittore
1
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large 16997668 1284917194934054 5410189884644567027 n.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Eva Prima ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large 02ce7aee 4fae 4bdd 8b26 be33b95e6255.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Phi ha votato il racconto

Esordiente
Large 217245 108064892611657 1678963 n.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Michele Pagliara ha votato il racconto

Scrittore
Large default

mauromeanti ha votato il racconto

Esordiente
Large forrestgump.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Esordiente
Large icotypee.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large img 20170602 wa0005.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Danilo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

di Emi

Esordiente