Data: 11 aprile 2020

Corso online

€0

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "L'INVERNO PIÙ NERO"

alle 18:30

incontro in streaming aperto e gratuito


Tre omicidi. Tre omicidi su cui il commissario De Luca, chiamato dai colleghi «il più brillante investigatore della polizia italiana», è costretto a indagare per conto di tre committenti diversi e con interessi contrastanti.

De Luca, che farebbe di tutto per risolvere un caso, deve districarsi fra intrighi politici, lotte di potere; dovrà confrontarsi con tedeschi, italiani, con l’alta società e con la miseria. Perché siamo nel 1944, a Bologna, città che sta vivendo il suo «inverno piú nero», occupata, stretta nella morsa del freddo, ferita dai bombardamenti.


L'inverno più nero

«De Luca guardava da un’altra parte. Seduti du un cumulo di macerie accanto a uno degli archi più piccoli di Porta Saragozza, proprio sotto il cartello che indicava l’ingresso nella Sperrzone del centro di Bologna, con quell’altro, più piccolo, “verboten”, proibito, mezzo strappato da una scheggia dell’ultimo bombardamento, c’erano due militi della Brigata Nera. Fumavano anche loro tranquilli, i fucili mitragliatrici traverso sulle ginocchia.

De Luca girò la manovella per abbassare il vetro del finestrino, batté le nocche del pugno sulla portiera per attirare la loro attenzione e con un cenno della testa indicò la donna che stava ferma davanti a loro, con i documenti in mano e una sporta stretta sotto il braccio, a pestare i piedi su un mucchietto di neve sporca. Era ancora mattina presto, appena finito il coprifuoco, e c’era soltanto lei.»


L'incontro è aperto e su prenotazione. 200 posti disponibili.

Per partecipare, inviare la propria richiesta tornando al calendario e cliccando sul 28 marzo.


Alcune informazioni tecniche:

Per un’esperienza ottimale delle lezioni e degli incontri online, ricordiamo di usare il browser Chrome.