Belleville online logo

CORSI ONLINE | AUTUNNO 2019

>> Programma dei corsi



BellevilleOnline propone corsi di scrittura in live streaming sulle tecniche e gli strumenti della narrazione, la letteratura, la poesia e l’editoria. All’interno della classe virtuale gli allievi possono interagire con il docente e i compagni, scrivendo in diretta. Alcuni corsi prevedono le storie in chat, esercitazioni insieme al docente sui temi approfonditi nella parte teorica.

Gli allievi dei corsi online riceveranno in omaggio il Manuale Belleville.

>> Nei prossimi giorni saranno pubblicate le date di inizio dei corsi che partiranno tra novembre 2019 e febbraio 2020.

________________________________________________________________________________________________________________

>> Indice dei corsi 


Gaia Manzini, I fondamenti della scrittura

Aldo Nove, Dove si nasconde la poesia

Stefano Piedimonte, La prima scelta: tempo e persona

Cristina Marconi, Raccontare la città

Benedetta Centovalli, Sei scrittrici

Giulio Passerini, Hai scritto un libro, e adesso?


>> Dettaglio dei corsi 


Gaia Manzini

I FONDAMENTI DELLA SCRITTURA

12 lezioni (9 teoriche e 3 storie in chat) 

Dal 6 novembre - ogni mercoledì dalle 19:30 alle 20:30

Un’introduzione ai fondamenti della narrativa per chi inizia a scrivere. Il corso comprende due esercitazioni e una Storia in chat per mettere in pratica quanto appreso sul dialogo, i personaggi, l’ambientazione, lo sviluppo della trama e i colpi di scena.

>> lezioni

  1. Chi ben comincia… Ricognizione intorno all’incipit di una storia | 6 novembre
  2. Identikit di un personaggio | 13 novembre
  3. Parabola di un destino: come si sviluppa il racconto | 20 novembre
  4. >> Esercitazione in chat. Incipit: La mia nascita | 27 novembre
  5. Andare oltre il perimetro della pagina: l’uso dei particolari e delle loro suggestioni | 4 dicembre
  6. Parlare senza farlo: valore simbolico e correlativo oggettivo | 11 dicembre
  7. >> Esercitazione in chat. Descrizione: Bagaglio a mano | 18 dicembre
  8. Commento e discussione racconti | 8 gennaio
  9. L’importante è il dialogo | 15 gennaio
  10. È una questione di tempo: il tempo della storia e la sua gestione | 22 gennaio
  11. Fate sentire la voce. Appunti di stile: punto di vista, lessico, sintassi, punteggiatura | 29 gennaio
  12. >> Storia in chat: Il tram | 5 febbraio

__________________________________________________________________________________________________________________________________

BIBLIOGRAFIA

Margaret Atwood, Fantasie di stupro

Anton Čechov, Racconto di un uomo in incognito

John Cheever, Il nuotatore

Guy de Maupassant, Palla di sego

Edna O’Brien, La bambola

Flannery O’Connor, Greenleaf

Grace Paley, Vivere

Yasmina Reza, Robert Montano 

J.D. Salinger, Lo zio Wiggily nel Connecticut

Lev Tolstoj, Anna Karenina

Mario Vargas Llosa, Diario di una ragazza cattiva (primo capitolo)


>> Prenota il corso 


________________________________________________________________________________________________________________

Aldo Nove

DOVE SI NASCONDE LA POESIA

10 lezioni (9 teoriche e 1 storia in chat)

Dal 28 novembre - ogni giovedì dalle 21:30 alle 22:30

La poesia sopravvive in clandestinità in altri linguaggi: canzoni, pubblicità, prosa, haiku su Twitter, gruppi di poesia su Facebook. In ogni incontro si esplorerà una di queste forme, per mostrare come il verso e il ritmo sopravvivano con modalità che si collegano alla tradizione poetica. Dopo avere riconosciuto e studiato la persistenza del verso nei linguaggi contemporanei, la seconda metà del corso si concentrerà sulla poesia italiana con particolare attenzione al Novecento.

Il percorso si concluderà con una storia in chat: in una sorta di coro autoriale, gli studenti si eserciteranno a comporre insieme al docente un testo poetico.

>> lezioni

  1. Proemio. La poesia è stata la prima forma scritta dell'umanità. Perché teneva conto del ritmo e dei simboli che costituiscono la comunicazione, come mezzi per giungere al messaggio. È così tutt'oggi. Ma lo è "nascostamente". Incominciamo quindi a scoprire come dappertutto, anche inconsapevolmente, noi usiamo i suoi strumenti, e quali questi siano. 
  2. Canzone. Per millenni la poesia è stata accompagnata dalla musica. Parola e armonia musicale costituivano quindi un'unità. Oggi questo si realizza prevalentemente nella canzone, di cui analizzeremo le originali tecniche attraverso le quali la poesia vi si nasconde.
  3. Prosa. Non c'è prosa che non abbia, celata tra le sue righe, la poesia. Il ritmo, il simbolo, la struttura linguistica di un racconto, di un romanzo hanno sempre a che fare con la poesia. Scopriamo, attraverso esempi che attraversano i decenni, come.
  4. Pubblicità. La pubblicità è poesia finalizzata alla vendita di un prodotto. Linguaggio concentrato, target comunicativo preciso e immediato. Con quali strumenti? Con gli strumenti della poesia.
  5. Haiku. L'Haiku è una sorta di "selfie" del momento espresso attraverso il linguaggio. Una strategia linguistica che, usando metodi peculiari alla poesia, ci permette di descrivere l'attimo. Nella grande prosa come su Twitter
  6. Facebook. I Social sono un prisma dalle mille sfaccettature. Ma il loro linguaggio, quando è efficace, attinge a piene mani al patrimonio della poesia. Scopriamo come.
  7. Storia istantanea della poesia italiana. La letteratura italiana, ossia non in latino ma in volgare, nasce con San Francesco e si afferma attraverso Dante e Petrarca. Lo sapevate che i sonetti di Petrarca sono stati il primo best-seller italiano? Scopriremo perché, e le modalità che hanno reso la poesia nostro patrimonio letterario ineludibile e fondante ogni altro genere.
  8. Novecento I. Lo scorso secolo è stato il più fervido laboratorio linguistico della storia. Come nelle arti figurativi, i linguaggi letterari si sono rinnovati. Innanzitutto attraverso la poesia. Dalle prime avanguardie alle innovazioni linguistiche che ci hanno portato alla letteratura odierna.
  9. Novecento II. Il secondo Novecento, in qualche modo, non è mai finito. E forse mai come in esso la poesia, più si nasconde, più trionfa. Analizzeremo testi di autori, celeberrimi o poco conosciuti ma fondamentali, che lo dimostrano.
  10. Storia in chat. In una sorta di "coro autoriale", ci eserciteremo a comporre assieme un testo che esprima tutto quanto appresso nel corso, collaborando a far sì che ciascun partecipante, a seconda del proprio particolare inclinamento, possa verificare, con gli altri, quanto si è "arricchito" nel ciclo di lezioni.

________________________________________________________________________________________________________________

Stefano Piedimonte

LA PRIMA SCELTA: TEMPO E PERSONA

6 lezioni

Dal 13 gennaio - ogni lunedì dalle 19:30 alle 20:30

Uno dei problemi più comuni per chi scrive è scegliere la persona e il tempo verbale del racconto. Da questa scelta ne dipendono molte altre. Il corso aiuta a orientarsi tra le voci narranti e la successione degli eventi narrati.

>> lezioni

  1. La scelta del tempo: una questione di stile?
  2. La voce: come posizionarsi rispetto al lettore
  3. L’uso della prima persona: un’arma a doppio taglio
  4. La seconda persona: dialoghi, memoir, epistolario, da John Fante a Céline
  5. La seconda persona plurale: l’esempio di Guido Morselli
  6. La terza persona: dalla favola al romanzo contemporaneo

________________________________________________________________________________________________________________

Benedetta Centovalli

SEI SCRITTRICI

6 lezioni

Dal 28 gennaio - ogni martedì dalle 21:00 alle 22:00

La letteratura è spesso raccontata come una faccenda maschile. Nel Novecento in Italia hanno vissuto e lavorato molte grandi scrittrici. Ogni lezione del corso sarà un ritratto letterario, poetico e biografico a partire dai libri che ci hanno lasciato: l’autobiografia familiare intellettuale e civile (Ginzburg), il racconto favoloso della giovinezza (Morante, Romano), la malattia mentale e la scoperta della vocazione poetica (Merini), l’inettitudine in cucina (Sereni), il dolore della perdita (Romano), le Piccole Persone, l’ambiente, i diritti di animali e piante e una possibile nuova visione del mondo (Ortese).

>> lezioni

  1. Lalla Romano, Una giovinezza inventata
  2. Elsa Morante, L’isola di Arturo
  3. Annamaria Ortese, Alonso e i visionari
  4. Natalia Ginzburg, Lessico famigliare
  5. Alda Merini, L’altra verità; La Terra Santa
  6. Clara Sereni, Casalinghitudine   

________________________________________________________________________________________________________________

Cristina Marconi

RACCONTARE LA CITTÀ

6 lezioni

Dal 15 febbraio - ogni sabato dalle 10:30 alle 11:30

Che faccia da sfondo o sia al centro di una narrazione, la città è uno degli elementi più fecondi e difficili da maneggiare per uno scrittore. Il modo in cui l’osservazione di uno spazio urbano si inserisce nel tessuto narrativo e prende vita è il tema al centro di questo corso, che a partire da esempi spiegherà come la città può arricchire il racconto. Un corso sulle metropoli, perché ogni grande città è anche, sempre, una riflessione sulla modernità e sul futuro.

>> lezioni

  1. La città a volo d’uccello: Hugo, Dickens, Auster
  2. La città-montagna: Balzac, Maupassant, Thackeray, George Eliot
  3. La città interiore e il viaggio: Hemingway, De Carlo, Joyce
  4. Il degrado e il decoro: Proust, Mistry, Zadie Smith
  5. La scelta dei luoghi: Zola, Mahfouz, Lanchester
  6. Il ventre dell’architetto: Pecoraro, Primo Levi

________________________________________________________________________________________________________________

Giulio Passerini

HAI SCRITTO UN LIBRO, E ADESSO?

6 lezioni

Dall'11 marzo - ogni mercoledì dalle 19:00 alle 20:00

Un ciclo di lezioni per conoscere i meccanismi del mercato editoriale e imparare a presentare e valorizzare un testo inedito, in modo da ottenere l’attenzione di editori, lettori, giornalisti e librai.

>> lezioni

  1. Farsi conoscere e pubblicare
  2. Proporre il manoscritto a un editore
  3. Occhio alle trappole
  4. Comunicare online ai lettori in maniera efficace
  5. Le presentazioni e i festival
  6. I premi letterari



Thumb cover poesia.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount
In programma

Dove si nasconde la poesia

In 10 lezioni, si andrà a cercare la poesia nei linguaggi in cui oggi si declina. Canzoni, pubblicità, prosa, haiku su Twitter, gruppi di poesia su Facebook: ogni incontro esplorerà una di queste forme, per mostrare come il verso e il ritmo sopravvivano con modalità che si collegano alla tradizione poetica.

Ogni giovedì dalle 21:30 alle 22:30

Aldo Nove

28 novembre 2019

Programma
Prenota