Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

31° Corridoio

Pubblicato il 18/05/2020

Redenzione.

25 Visualizzazioni
12 Voti


31° Corridoio.


“Spaccagli la faccia!” urla.

“Più forte! Dai, fagliela vedere!

Lo voglio vedere morto!”

Ha il viso tirato come una fionda. La bocca spalancata, i denti storti e macchiati di nicotina.

Un pessimo esemplare d’ uomo.

Urla come una bestia, chiuso nella sua cella.

Nella cella di fronte alla sua, l’ uomo più anziano è impazzito. Si è buttato addosso all’altro, lo ha steso per terra e ora lo tiene per il collo, come faceva con i suoi polli prima di mangiarli.

Dalla sua cella si dimena, si lancia contro le sbarre, sbatte la testa contro di esse. Dalla sua bocca esce bava e sputa in terra.

“Morto lo voglio vedere! Morto!”

Continua ad urlare.

La conosce bene quella sensazione. Quella di sentire sotto le mani il respiro farsi sempre più debole. I muscoli cedere. Il corpo afflosciarsi lentamente, sentire il calore del sangue gelarsi, secondo dopo secondo. Sentire il passaggio dalla vita alla morte sotto il palmo delle proprie mani.

Dopodiché nulla potrà mai essere più come prima. Non c'è ritorno.

Scalpita dalla sua cella. Vuole vederlo in terra morto. Ha lo stomaco in subbuglio, la mente offuscata. Follia omicida. Non la controlla. Suda come un assassino.

Le guardie del penitenziario sono in difficoltà. Girano in aria i manganelli urlano e minacciano. Intervengono gli infermieri con punture sedative.

L’uomo steso in terra è in fin di vita, a stento riesce a respirare. Viene portato di corsa in ospedale.

Gli altri due vengono chiusi in cella d’isolamento.

Ritorna la pace nel 31° corridoio.

Per pochi minuti.

Il detenuto della cella in fondo si è dato fuoco. Dalla sua stanza escono fiamme variopinte.

Urla come un dannato. La puzza si diffonde, il fumo si infila in ogni insenatura. L’ odore di morte ha impregnato ogni cosa.

Il 31° corridoio viene sgombrato in fretta. I detenuti in fila indiana si trasferisco nel braccio 67.

La puzza è insopportabile.

A darsi fuoco è stato un uomo di cinquantanove anni. Arrestato per spaccio di stupefacenti. Pluriomicidio, occultamento di cadavere, sfruttamento della prostituzione, nonché per detenzione di arma da fuoco.

Avrebbe dovuto scontare un ergastolo.

Ma lo sapeva che sarebbe andata così.

Che sarebbe stato un suicidio duro, spietato, così come era stata la sua vita.

Un momento. Ha impiegato un solo momento.

Si è cosparso di benzina. Si è acceso una sigaretta.

Lo sapeva che sarebbe andata così.

Lo sapeva, fin da quando era un bambino; che non ci sarebbe stato ritorno. L’ aveva vista e vissuta già tante volte quella scena. Ogni giorno.

Ha impiegato due minuti. Ha sofferto molto. Doveva scontare la sua pena.

Ridursi in cenere. Ridursi in polvere, in niente.

Essere trasportato dal vento in giro per il mondo senza forma nè volume.

Ha urlato più forte di quanto urlavano le sue vittime.

Ha lasciato andare quelle ultime preghiere di aiuto lanciate nel vento che ha raccolto negli anni. Le aveva conservate dentro di sè per poterle liberare ora, in questo momento, e lasciarle ritornare ai propri corpi.

Chissà magari qualcuno ora potrebbe ritrovarli quei cadaveri.

Ha sofferto come avrebbe sofferto all’inferno.

Sapeva che sarebbe andata così. All’ inferno, ma se non ci fosse stata giustizia divina, meglio fare da sè.

Pagare. Passare a nuova vita, partendo dalla terra, questa volta.

Sarebbe stato concime per i fiori. Vita per gli ulivi, dimora per formiche, serpenti, tassi. Letto per maiali. Sarebbe stato sepoltura per cadaveri. Dimenticati, dai carnefici, abbandonati.

Sarebbe stato velo per loro. Un angelo guardiano. 

Quante volte ci pensava mentre camminava scalzo con i piedi nudi nella terra, stringendo tra le mani la sua terra. La sua terra. Ingoiando la sua terra.

Quella terra, dura, arida, silenziosa. Immortale.

Quella terra piena di vita. 

Sapeva che sarebbe finita così.

Per mano sua sarebbe morto.

E’ finita così.

Di lui non è rimasto nulla. Una mucchietto di terra

in una cella 3 metri per tre.

Logo
3848 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (12 voti)
Esordiente
9
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

"Essere trasportato dal vento in giro per il mondo senza forma nè volume" Piaciuto, forse da stringere un pò nella parte finaleSegnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 49199479 758130297888306 1334725198208827392 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large fe6b1cd28bd545eb317f64ab5c6f29da.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

AmbrA ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

A me è piaciuto, ma: la benzina?Segnala il commento

Large img 20191110 005622 627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

RoCarver ha votato il racconto

Scrittore
Editor

L'incipit è incalzante, veloce, crei un bel ritmo, però poi si perde un po' nelle riflessioni secondo me. Segnala il commento

Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20210226 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Howl ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore
Large monster 5022326  340.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Rossana07

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee