leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

Adele era vestita di nero

Di Babi
Pubblicato il 14/06/2019

Una racconto autobiografico scritto all'età di 21 anni, durante il primo indimenticabile dolore d'amore. Una testimonianza del flusso di coscienza che passa nella testa di una ragazza tradita, attraverso ossessioni, pene e nuove consapevolezze.

43 Visualizzazioni
15 Voti

Adele era vestita di nero, quel giorno. Il nero, si sa, smagrisce. In realtà il nero nasconde, perché il nero ti fa chiudere gli occhi a fessura, per cercare di capire, ma poi alla fine non capisci e ti passa la voglia di provarci. Allora guardi un po’ più in alto e vedi il viso. Il nero è bello perché ti fa vedere il viso delle persone e lo rende più luminoso. Ti accorgi delle espressioni che cambiano se la bocca pronuncia una parola felice o una frase istintiva o se la mente immagina cose che poi si vergogna di dire. Gli occhi sono sempre un po’ più verdi, anche quelli scuri. I capelli sono sempre un po’ più chiari, oppure un po’ più rossi. Adele aveva i capelli color nocciola che si riunivano senza proteste in un caschetto perfetto. Certe ragazze hanno tutte le fortune in quanto a bellezza. Adele però era anche un po’ sfortunata. Aveva perso una cosa molto difficile da ritrovare, una cosa che chi ce l’ha non sa bene dove l’ha messa e chi non ce l’ha sa benissimo dove dovrebbe essere. Lei l’aveva persa da tre giorni. Un tempo brevissimo se devi, per esempio, preparati per un esame. Un tempo lunghissimo se la tua mente è presa da un’ossessione. Perché le ossessioni fanno durare un minuto come una giornata, figuriamoci una giornata. In realtà Adele non aveva una vera ossessione, lei semplicemente non aveva voglia di pensare ad altro. Continuava a rivedere nella sua testa l’istante in cui aveva capito che il giallo, lo avrebbe odiato per sempre. Sabrina indossava un cappottino giallo, di quelli che fanno tendenza perché sono un po’ originali e rallegrano l’inverno. Quel colore si era avvicinato con prepotenza e aveva permesso che la mano di Sabrina carezzasse la guancia di Guido. Poi probabilmente Guido e Sabrina si erano baciati, sì perché a quel punto le cose succedono velocemente e non rimane molto spazio all’immaginazione. Ma ad Adele non interessava perdere tempo per delle ovvietà. Non lo aveva mai fatto e non avrebbe fatto di certo il giorno in cui scoprì che il suo ragazzo la tradiva. Ma poi chissà come faceva a sapere il nome di Cappottino Giallo. Forse, ripensandoci, lo aveva solo immaginato. O magari era Facebook, sì dev’essere stato lui. Non si fa mai i cazzi suoi e ti riempie la testa di nomi che poi, senza accorgertene, ti ricordi in un pomeriggio d’inverno, di quelli in cui fa un freddo cane e tu sei in giro senza pensare a nulla, per poi farti venire un colpo al cuore. Comunque si era girata, esattamente dall’altra parte.

Logo
2479 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (15 voti)
Esordiente
15
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 1556961005612516394346.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

ANNA STASIA ha votato il racconto

Esordiente
Large lrm export 20190614 194513.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Yumiko ha votato il racconto

Esordiente
Large pc310451.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

elig ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large default

inVinile ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Etis ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tella ha votato il racconto

Esordiente
Large studio 20181207 231846.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Bello...ma secondo me dovevi esplorare meglio la tua "ossessione" del nero, l'ho trovata interessante.....e parlo sul serio....Segnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Daniela Fornasari ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Kave ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Azzurra Ceruti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

AliceAzza ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20181226 105305.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Candy ha votato il racconto

Esordiente

Un'adolescenza senza età in descrizioni che rapprsentano tutti. :)Segnala il commento

Large default

di Babi

Esordiente