am fava 'na mal

tit al voti

che 'm mangiava

in toc 'd ciculata

cme'm disejsa:

“Atent che 'l scond tòc

't farà 'ncura pi mal...”


'Na vota gavà

a guardel, a 'l era

mars cmè 'n fòns

e pèn 'd bog


Tanta cunission

al ava 'nciucà cul vìssi

stès che fa cresi

stort al muròn

fin a quand 't capisi

che per ardrissel

thaj da ranchèl


fin al radisi





------- Readuzione dal piemontese -------




Il dente del giudizio


mi faceva un male

tutte le volte

che mi mangiavo

un pezzo di cioccolato

come se mi dicesse:

Attento che il secondo pezzo

te ne farà ancora di più…


Una volta tolto

era, a guardarlo

marcio come un fungo

e pieno di buchi


Tanta cognizione

lo aveva ubriacato col vizio

medesimo che fa crescere

storto il gelso

fino a quando capisci

che per raddrizzarlo

devi estrarlo


fino alle radici