Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Soggetti per il cinema/teatro

Appunti per un libro

Pubblicato il 04/01/2021

Il libro c’è, è qui, davanti ai miei occhi. Devo solo scriverlo. Dara Marks, arco di trasformazione del personaggio, modello in tre atti, posta in gioco, empatia, escalation del conflitto. Devo solo incastonare la storia in questo schema.

154 Visualizzazioni
6 Voti

Situazione di normalità: una felice landa virtuale di scrittori, che si scambiano complimenti l’un l’altro, senza neppure preoccuparsi di dargli un minimo di verosimiglianza. Ho materiale in abbondanza, come la più spinta fantasia non riuscirebbe a produrre. “Mi ricordi Kant”. “Meriteresti la regia di Hitchcock”. “È da Voltaire che non leggevo qualcosa di così abrasivo”. “Straordinaria prova letteraria”. Raramente una situazione di normalità è stata così stuzzicante.

Protagonista: “il finto scrittore”, che si scinderà in un certo numero di co-protagonisti, diciamo quattro utenti della piattaforma, da selezionare con cura (un posto è già occupato: indovinate da chi?).

Difetto fatale del protagonista: illudersi di saper scrivere (con tutto il corredo di conseguenze nefaste che questa illusione comporta).

Posta in gioco: potrebbe essere legata al fatto che quando si investe tanto su qualcosa, ci si sente psicologicamente obbligati a continuare a investire, nonostante l’investimento sia stia rivelando fallimentare, perché nonostante tutto si crede ancora possibile raggiungere l’obiettivo (la pubblicazione del proprio libro?)

Empatia: non sarà difficile costruirla; ogni lettore, in fondo, si crede uno scrittore mancato, e basterà veramente poco a farlo entrare in empatia con il protagonista.

Incidente scatenante: un signore va in pensione e si mette a scrivere; trova la felice landa di scrittori e si iscrive; contatta un suo amico e lo invita a fare altrettanto; l’amico è riluttante; il signore insiste, e l’amico, per farlo felice, alla fine accetta (in fondo è un favore a costo zero); all’inizio l’amico commenta solo i racconti del signore, poi, però, dà uno sguardo anche agli altri e … abbiamo l’antagonista!

Antagonista: “il vero scrittore”, uno che ha un minimo (giusto un minimo) di conoscenze di scrittura, e critica gli scritti degli altri, rivelando che “il re è nudo” (così siamo certi di avere una solida base di riferimento). Sebbene i suoi commenti siano sempre di una estrema precisione tecnica, noi lo renderemo odioso, insopportabile (e così ci differenziamo dal bambino della favola di Andersen). Il lettore dovrà detestarlo, e, detestando lui, accrescerà l’empatia verso il protagonista (abbiamo tonnellate di commenti più o meno educati a cui attingere). Perfetto!

Fase di resistenza: la normalità è spezzata, la landa virtuale è in subbuglio; la comunità fa quadrato e assale l’antagonista. Fioriscono racconti e poesie contro di lui, che raccolgono grande consenso; viene bombardato di messaggi privati al vetriolo. Passa l’idea che sia un editor a caccia di clienti, uno, insomma, che si comporti così solo per denaro. Peccato che chiunque lo abbia contattato si sia sempre sentito dire la stessa cosa: “tranquillo, non chiedo denaro, e non ne chiederò mai”. La realtà supera la fantasia e noi ce la prendiamo tutta questa pazzesca realtà. Un utente gli scrive: “ho capito che non vuoi denaro, ma io voglio dartelo ugualmente, voglio pagarti per farti revisionare il mio libro”. E l’antagonista risponde: “ti ho già detto che non voglio denaro”. Wonderful confusing! Chi è l’antagonista? Cosa vuole? Qualcosa di più importante del denaro, evidentemente. Dio quanto lo odio! Perfetto.

Punto di rottura/momento di illuminazione: a seguito del conflitto tra protagonista e antagonista alcuni utenti realizzano di non saper scrivere, di non avere alcun talento naturale e nessuna voglia di imparare davvero; la scrittura, fino a quel momento, gli ha solo portato via il bene più prezioso, il tempo, senza dargli nulla in cambio, se non quei commenti pomposi di cui ora avvertono la vacuità, e così dirottano le loro energie verso altri hobby (superamento del difetto fatale, con arco eroico debole); altri utenti perseverano nello scrivere male, nel concepire racconti contro l’antagonista o nell’inviargli messaggi di insulti, illudendosi di fargli un dispetto (mancato superamento del difetto fatale, arco tragico); solo un utente ha un moto di orgoglio, accetta la sfida, e alla fine lo ritroveremo pubblicato da una grande casa editrice, con un libro che diventerà un best seller (arco eroico forte). Ma allora questo antagonista non era un vero antagonista, così come ne “L’attimo fuggente” il Professor Keating non è un amico, ma un falso amico …

Esperienza di morte: …

Climax: …

Pazzesco. È tutto qui, davanti ai miei occhi, tutto salvato sul mio pc. Devo solo scriverlo.

Allora, cari typisti, facciamo un patto: io prendo congedo da questa bella piattaforma, vi ringrazio per l’ospitalità, e mi scuso di avervi turbato; voi, in cambio, continuate a fare quello che avete sempre fatto. Okay?

Grazie a tutti e buon proseguimento.

Signor Fabiani.

Logo
4681 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (6 voti)
Esordiente
6
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente
Large f430142f b686 438c aefe cb682524009b.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Christina Carol ha votato il racconto

Esordiente

Lo scriva il racconto. Non a puntate che è vietato. Ma come singoli racconti autonomi. Tra l’altro il materiale ce l’ha, dice. Lo scriva dal punto di vista del computer dii ciaschedun personaggio. Non se ne vada. Che senso ha Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 05 23 at 21.38.14.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Stefano Adesso ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large io.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Coscienza fantasma ha votato il racconto

Esordiente

Caro Terence Fletcher, non trovare scuse idiote per lasciare la piattaforma, ricordati di Whiplash, se vuoi che tutto quello che hai fatto e detto fin qui abbia un senso, non puoi lasciare le cose a metà... spero che tu abbia visto il film, è stupendo e la tua parte fondamentale. Da quanto ho già letto hai qualche discepolo promettente, potresti aver trovato il tuo Andrew Neiman... ricordati che questa comunità di recupero ha bisogno di capire ogni esperienza... non ho votato il tuo intervento precedente perché io non amo la scrittura, è solo un mezzo non il fine... almeno per me. Coscienza fantasma l'ho scritto solo come segnatempo/segnalibro è scritto da cani e tradotto in inglese anche peggio, però è registrato ha un ISBN. A me basta e forse a molti utenti di Typee basta solo il fine non lo strumento... Buon Anno e resta, che se te ne vai la pasta aglio e olio fa cagare senza peperoncino.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

.............Ma è già l'ora di andarsene, io a morire, voi a vivere; chi dei due però vada verso il meglio, è cosa oscura a tutti, meno che al Dio. ----Grazie a Lei !----Segnala il commento

Aoh14gjaydde0xx0klmdn8xav1mkmg25dbcq0nyke6jl=s50?sz=200

di Signor Fabiani

Esordiente
Editor
Bellevilletypee logo typee typee
Bellevillemilano logo typee
Bellevilleonline logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee