Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Argo e Polifemo.

Pubblicato il 01/08/2021

L’occhio è un organo. Lo sguardo è una scelta: tra lo specchio e i prismi di Borges; e la vitrea inquietudine di Pessoa.

113 Visualizzazioni
34 Voti

Occhi, 

come stagni limacciosi, deformano le figure, sfumano i contorni, negano i colori, maculano i corpi, fino alla cecità. 

Labirinti di specchi e prismi borgesiani, sdoppiano immagini e alterano le distanze. 

O sfiancano l’istinto di sopravvivenza, dissociano le identità, sbarrano la pessoniana via di fuga dal dolore e dall’inquietudine.

Occhi fotofobici, che rifuggono la luce, e cacciatori di fotoni, spie che braccheggiano l’oscurità.

 Occhi che lacrimano senza causa e pretesto, o rinsecchiscono sul fondo delle orbite, come sterpi pronti al rogo.

Occhi che deviano da altri occhi o s’incontrano sul filo di un naso, quando declinano da palpebre pese d’ignominia e rimorsi. 

Occhi simili allo sguardo di un bimbo la notte di Natale, a casa dei nonni, o alle finestre svetrate sulla vita.

Occhi, come pelle di serpente, mutano ad ogni stagione e si scaldano al sole, in attesa della preda.

Occhi sacrileghi, che rullano sulla verità, decollano gli usurpatori su strade polverose d’inazione e oltraggi, planano oltre la giustizia. 

Occhi che negano la realtà e il tempo, foggiano miraggi e visioni, come astensionisti dei sensi e della ragione.

Occhi dalle mille forme e colori: zolle di terra, castagne mature, nocciole, germogli di farro. 

Occhi di turchese, ambra, ittero e sangue, svettano magma sull’oceano o giacciono placidi come laghi alpini. 

Occhi che ardono di follia e passione, o spenti da rese e rinunce. 

Occhi che denunciano le intenzioni, smagnetizzano la volontà o trasmettono messaggi in codice alla mente.

.....

Occhi. 

Così tanti e così diversi, che non serve guardarli a lungo: occorre seguire la direzione dello sguardo.

Sono solo tre quelle possibili: dal basso in alto; dall’alto in basso; e dritto al bersaglio.

Se modesto è il coraggio, e incerto l’ambire e il sognare, lo sguardo si alza un po’ più in là della punta di un cappello. 

E sbircia le nuvole, in aspettazione della pioggia, della manna dei compimenti e delle grazie. 

Ma, se è verace e audace, anela altri cieli. Come il palmo di una mano o il pungolo dei propri meriti, alza il mento e la mente in alto. Talvolta si smarrisce, si scontra con gli ostacoli o cade nelle buche. 

Tuttavia, non si arrende facilmente. Quasi nulla lo distoglie dalla meta. Nulla lo piega alla presa del possibile e all’insidia dell’impossibile.

Lo sguardo immodesto, s’inarca dall’alto in basso. Come i tacchini e i pavoni del regno animale prestato all’uomo, ha perso la capacità di volare ma non quella di precipitare.

È lo sguardo del pensatore, che mira al bersaglio. Sa che l’apparenza è un appiglio e il punto di partenza. Al countdown dei talenti, scocca il pensiero. Penetra le aure mistiche dei visionari, dipana le orde misteriche dei contemplativi del nulla, riassetta il caos materico ed esistenziale degli scettici, supera le forme preordinate e convenzionali, e centra l’essenza.


Né Polifemo né Argo hanno mai visto il cielo.




Ispirato da “Io, tra l’altro...” di Davide Marchese. Grazie amico mio. Sei un grande esempio di umanità.



Logo
3000 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (34 voti)
Esordiente
23
Scrittore
11
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 20211021 234002.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Brava. Scelta di tema, parole e immagini all'altezza. Segnala il commento

Large 20210307 143015.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Emil Moltenis ha votato il racconto

Esordiente
Large immagine 2021 04 24 184139.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Germinal68 (Sandro) ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Intanto grazie, Adriana, per avermi indirizzata alla poesia di Davide, non avrei altrimenti avuto occasione di leggerla. E grazie per questo pezzo, per il tuo sguardo attento sul mondo. Gli occhi parlano più di ogni altra cosa, dicono chi sei, non mentono. Belle parole, davvero.Segnala il commento

Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente

Occhi fotofobici, che rifuggono la luce, e cacciatori di fotoni, spie che braccheggiano l’oscurità. Mi ha colpito molto questa frase. Un testo complesso. Mi ha portato alla mente una riflessione di Calvino sulla molteplicità. Segnala il commento

Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente

Forse è un po' troppo lirico, sono occhi predatori.Segnala il commento

Large ritratto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

occhineri ha votato il racconto

Esordiente

La tua anima poetica vede il cieloSegnala il commento

Large img 20211006 081248 654.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

chissà quanto il modo di pensare dipenda dal modo di vedere - ma non dalla direzione dello sguardo, proprio da come vediamo i contorni delle cose, le sfumature dei colori, la nitidezza o meno, la grandezza etc. per il resto mi avvicinerei ai commenti di doktor e Silvia. Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

vedere con le parole, parlare con gli occhi. che brava Segnala il commento

Large 6e508332 9f32 4969 8a51 ea7be91f3fba.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

sorprendi come spesso fai e non saprei aggiungere altro se non comunicare il mio stupore e rileggerlo ancoraSegnala il commento

Large thumbnail.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Frato ha votato il racconto

Esordiente

Quante cose si possono dire (e sai dire) su una parte del corpo che ci segue e ci precede e di cui spesso non ci accorgiamo. Ciao, FratoSegnala il commento

Large giuseppe.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

giumer1972 ha votato il racconto

Esordiente

Meraviglioso Segnala il commento

Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Borges è stato e sarà sempre per me un mito. Il maestro dei maestri. Il testo lo onora degnamente di una prosa che si fa poesiaSegnala il commento

Large img 20200606 wa0004.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Loretta 68 ha votato il racconto

Esordiente

Che testo cara Adriana! Scritto fine, raffinato, colto, intelligente,ecc...ecc... ne avrei ancora tanti di aggettivi. Hai una rara sensibilità Per me è da rileggere spesso! Bravissima.Segnala il commento

Large 20171112 181036.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonietta Cocco ha votato il racconto

Esordiente

Testo ben scritto e curato. Offre tanti spunti di riflessione. Da leggere con la cura con cui è stato scritto. Complimenti, Adriana.Segnala il commento

Large img 20210203 wa0000.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Annacod ha votato il racconto

Esordiente

Linguaggio epico su versi e frasi frutto di grande maestria. Segnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

Molto bello, alcuni passaggi straordinari, come "... zolle di terra..." e "... ambra, ittero e sangue... " Che poi, se non pochi privilegiati, chi può sostenere di aver visto il cielo? Segnala il commento

Large img 20210428 111521.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Rosnikant ha votato il racconto

Scrittore

Le tue parole vedono ciò che gli occhi non sanno raccontare! Testo bellissimo. Segnala il commento

Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente

Sei tu col tuo stile ricco forte riconoscibile :)))Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Una disamina amplia, profonda. Lirica e sì, anche epica. Ci vuole conoscenza, consapevolezza, cultura e sensibilità; ma ci vogliono anche uno sguardo penetrante e occhi un po’ stanchi di quello che vedono, per scrivere così. Segnala il commento

Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente

Queste due figure mitologiche, che danno titolo e sono presenti nella chiusa, sono gli emblemi di chi per troppo vedere e per troppa miopia viene ingannato, gabbato da occhi che sorpassano un orizzonte immaginario e perfettamente chiuso in se stesso e quindi di per sé sterile e che si smarrisce nel tentativo stesso di controllare, ingabbiare, oggettivizzare. Mi fermo qui anche se, come sempre, gli spunti sono tantissimi....Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Una poesia prima, e una prosa poi che potrebbero diventare il decalogo per scrittori sugli occhi, tale è la cura e la perizia della descrizione. Segnala il commento

Large ea21f666 ad06 4f66 9dc1 8399176a7da4.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

doktor ha votato il racconto

Scrittore

a me sembra che tutto converga verso quel "centrare l'essenza", che è un atto sia visivo che intellettuale, considerato che in questo testo lo sguardo appare come una metafora del pensiero. Molto complesso, a tratti difficile da penetrare. Si capisce che c'è un gran lavoro alle spalle. Segnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Faccio mio Il commento di Katzanzakis: una narrazione "lirica" con un afflato epico, coniugata all'attenzione per i dettagli anatomico/letterari, nel senso più ampio dei termini. Segnala il commento

Large default

Kenji Albani ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Interessante e colto Segnala il commento

Large 20210923 190152.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonella Avolio ha votato il racconto

Esordiente

È notevole, è universale, mi fa sentire molto piccola da tanto. Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Una prima parte anatomico-didattica ed una seconda parte emozionale, entrambe sul filo sdrucciolevole della poesia.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Adriana Giotti

Scrittore
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee