Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Fantastico

C.I.A.N.L.T. Corp.

Di It
Pubblicato il 26/04/2017

13 Visualizzazioni
7 Voti

- Ehi, qui è finita l’acqua! - urlò l’uomo battendo le nocche pallide sul boccione dell’acqua del distributore, dopo essersi versato il bicchiere. Nessuno sembrò sentirlo. Rimase solo l’eco del suo urlo rimbombare su per le scale. Scosse il capo, imprecando a voce bassa: - Possibile che non ci sia mai nessuno in questo cazzo di posto di mer… - si bloccò quando vide, di fronte a lui, la figura di una ragazza.

Non l’aveva mai vista, prima, ma la osservò con attenzione, studiandola in ogni minimo particolare, con lo sguardo chiarissimo che scese dalla testa fino ai piedi, ostentando anche una discreta invadenza.

- E tu chi sei?

- Mi chiamo Luna.

- Bella gonna - fu la sua unica risposta, mentre si voltò, apparentemente disinteressato, entrando nella stanza completamente bianca, sorseggiando la poca acqua che era riuscito a versarsi dal distributore vuoto.

- Allora, vuoi entrare o facciamo il colloquio a distanza?

Scrutando l’inquietudine bianca di quella stanza, entrò richiudendosi la porta scorrevole alle spalle. Lì, all’interno, c’erano solo un tavolo con due sedie, una di fronte all’altra, una dalla parte opposta dell’altra.

- Prego, accomodati, Luna - disse l’uomo, mentre appoggiò il suo bicchiere, svogliato, sul tavolo altrettanto bianco. Su quel bianco, l’uomo albino poteva quasi mimetizzarsi, come un perfetto camaleonte. Sembrava la sterile stanza anonima di un ospedale, ma senza letti.

Luna si sedette senza chiedere nulla.

Da una piccola ventiquattrore che aveva appoggiato per terra, di fianco a sé, appena sotto la fine della gonna nera, tirò fuori un fascicolo bianco con fogli bianchi all’interno. Glielo porse, con la mano che tremava di incertezza, con la timidezza che le mangiava lo stomaco e la faceva sudare freddo.

- Questo è il mio curriculum.

L’uomo lo prese, aprendo il fascicolo e dando una lettura piuttosto veloce delle pagine al suo interno. Lo richiuse, dopo una decina di secondi, riappoggiando il fascicolo sul tavolo.

Rimase in silenzio per altri dieci esatti secondi, con le braccia conserte e gli occhi fissi su Luna.

Alla fine sorrise: - Benvenuta alla CIANLT Corporation. Mi chiamo Albios, sono il presidente della corporazione.

Si sedette anche lui.

- Quindi sei qui per l’addestramento, immagino.

Luna non replicò.

- Allora cominciamo il colloquio. Sarà breve, non ti spaventare, ma voglio che rispondi sinceramente a tutte le domande che ti faccio.

Luna annuì.

- Perché sei qui?

- Perché mi ha costretto mio padre. Lui è un ufficiale pieno di riconoscimenti e titoli e ha voluto che intraprendessi la sua stessa carriera.

Sorseggiò un po’ d’acqua dal bicchiere.

- In realtà voleva un figlio maschio, ma sono nata femmina, quindi ha dovuto accontentarsi. Al punto delle nascite si sono sbagliati con gli esami.

- Quindi non sei qui di tua spontanea volontà?

- Sì, lo voglio anch’io. Mio padre mi ha costretto, ma sono sempre cresciuta con la voglia di scoprire nuovi mondi.

- Questo è molto meglio. Di solito coloro che vengono costretti non li prendiamo, li scartiamo a priori.

- Grazie, Albios.

- Ora che so le motivazioni che ti spingono al CIANLT, ti faccio un’altra domanda. Che capacità hai?

- So essere molto ligia al dovere e rispetto gli ordini e le gerarchie, Albios. Ho fatto un tirocinio in un posto qui vicino, quando studiavo, e ho preso la massima votazione che si potesse avere.

Albios annuiva senza rispondere.

- So aiutare i miei simili, sacrificarmi per gli altri, risolvere operazioni matematiche semplici e complesse, comprendere le emozioni altrui e parlare la loro lingua. Qualsiasi loro lingua.

Le sopracciglia si inarcarono mostrando stupore nei suoi occhi.

- So anche fare qualche miracolo. Ma cose piccole, in realtà. Però credo che bastino per conquistare la loro fiducia.

- Sì, basta veramente poco per impressionarli.

Batteva le dita veloci sul tavolo, mentre i suoi occhi continuavano a fissarsi su Albios.

- A fronte di un curriculum così impressionante, ho una domanda da farti. Sei sicura che non ti affezionerai a loro?

Luna scosse il capo, con decisione.

- Bene. Ora sei ufficialmente un nuovo soldato del Centro di Impiego e Addestramento per Nuove Leve Terrestri. Sei pronta per andare. Partirai tra due giorni, il sette di questo calendario.

- Grazie, Albios.

Albios si alzò, invitando Luna a fare lo stesso. Quando le restituì il fascicolo, la ragazza prese la sua ventiquattrore in mano, seguendo il suo nuovo datore di lavoro fuori dalla stanza bianca.

- Sai, ho visto solo una volta, in vita mia, un curriculum così impressionante. Lo mandammo senza esitare sulla Terra. All’inizio fece benissimo, fu una delle nostre migliori leve, ma fece l’errore di affezionarsi troppo agli esseri umani tanto da finire per sacrificarsi per loro e mandare in vacca tutta la nostra operazione. Invece di conquistare la Terra, la salvò.

- Conoscono tutti la storia di Gesù Cristo.

- Ora lo venerano anche come un Dio.

- Questi umani sono proprio pazzi.

Logo
4916 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (7 voti)
Esordiente
7
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large tesseract.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

WAR.E. ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Annetta ha votato il racconto

Esordiente
Large bee.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Bee ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 217245 108064892611657 1678963 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Michele Pagliara ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large icaro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di It

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee