Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Fantastico

Canzone per un orso (è primavera)

Pubblicato il 04/01/2020

capitolo primaverile

51 Visualizzazioni
17 Voti

L'ultima volta che qualcuno aveva letto il diario segreto di Emma era in quarta elementare. Il suo compagnetto, però, gliel'aveva sottratto di nascosto. Così smise di tenerne uno. Fino a quando l'orso non le regalò il quaderno rosso. E adesso ogni tanto Emma gliene leggeva qualche pagina, come se le cose che scriveva fossero un po' merito suo.


«Ogni mattina di ogni giorno feriale

ti vedo

sulla panchina del parco

che leggi un libro o un giornale

- io che porto a spasso il cane -

i ricci sfuggono al berretto

a volte ti porti un ginocchio al petto.

Quello che mi piacerebbe sapere di te

non è

il tuo nome

o il titolo del libro

- per quello a volte perdo gli occhi, poi li ritrovo -

sono le frasi

alle quali ti scappa un sorriso

sono i gesti che fai prima di aprire la porta

dove tieni le chiavi, in quale tasca

il modo in cui siedi quando mangi da sola

se quando apri una scatola di fagioli

li scoli

col colapasta o li prendi con la forchetta

sono i tuoi piedi, se sono nudi, quando vai a dormire

sono i segreti che non riesci a dire.»

«È una poesia, l'hai scritta tu?»

«Sì.»

«Per chi?»

«Quando non ho lezione accompagno mia nipote al nido, attraversando il parco incrociamo sempre questa ragazza che legge.»

«...»

«Ma no, non l'ho scritta pensando a lei. È che pensavo potessi scriverla tu, per me, una cosa così.»

«Io non ho mai scritto poesie. Però facevo formaggi.»

«I formaggi sono le tue poesie?»

«Forse.»


Le fragole erano maturate in fretta. Emma le aveva raccolte con la nipote nel piccolo giardino dello zio. Le più grandi le aveva portate all'orso.

«Su un mio vecchio pigiama estivo c'era scritto, qui davanti, che le fragole sono rosse perché il sole le abbronza»

«Anche tu hai le guance rosse oggi.»

«Sarai tu che mi abbronzi.»


«A volte mi fai ridere, Emma.»

«...»

«Non perché sei ridicola. Perché m'innamori.» (e mi fai innamorare, pensò l'orso)

«Sai qual è il segno per ridere in lingua dei segni?»

«No.»

«Metti la mano così, non chiusa ma con le dita piegate, come se fossero artigli, la avvicini alla bocca e la muovi in orizzontale, come se suonassi un'armonica. Più o meno.»

«...»

«Mi sembra un gesto particolarmente da orso.»


«Come ti siedi, Emma, quando mangi da sola?»

«Proprio così.»

«Con un ginocchio al petto?»

«Sì.»

«E dormi scalza?»

«Ma, orso, non puoi mica scoprire tutto subito.»

L'orso si è ingobbito, ha l'aria di non voler parlare più. Emma gli si avvicina e appoggia piano una mano sulla sua schiena.

«Ehi, orso.» (ho detto qualcosa di sbagliato, orso? dimmelo, pensava Emma)

«Ho pensato una cosa che vorrei non aver pensato.» (non ti piaccio come sono, ecco, non ti piaccio come sono, pensava l'orso)

«Me la dici?»

«Sì.»

«...»

«Tu vorresti qualcuno che scrive poesie, non uno come me.» (l'ho detto davvero, pensò l'orso)

«Non è vero, orso, cosa dici?» (non è vero, orso, non è vero, ma ormai soffri, scusami se ho detto qualcosa di sbagliato, pensò Emma)

«...» (dimmi ancora che non è vero dammi un bacio per davvero convincimi amami, pensava l'orso)

«A volte le tue parole sono come poesie.» (sì, è così, pensava Emma)

«Non ci credo.» (davvero? pensava l'orso)

«Credici.» (è vero, pensava Emma)

«…»

«E a volte i tuoi gesti sono come parole.»

«Per esempio?»

«Per esempio quella volta che hai comprato un mucchio di nocciole perché ti ricordavano i miei occhi, o quella volta che mi hai pettinato i capelli per un'ora e intanto canticchiavi quella nenia sui giorni della settimana; o quella volta che per merenda hai portato la marmellata e poi mi guardavi come se volessi essere spalmato un po' anche tu.»


«Com'è scrivere, Emma?»

«Scrivere… è come stare nella tenda degli indiani da piccola, sotto le lenzuola rotte e il bastone dell'armadio, nascondersi lì a sghignazzare, sussurrare, cantare, fare la guerra e la pace con le ombre, fare finta di dormire quando vengono a dirti che è pronta la cena.»

«...»

«Tu l'hai mai fatto, da piccolo?»

«Io? Anche da grande.»

«Ah, è per questo che non hai bisogno di scrivere.»

«Non ci avevo pensato.»

«Ognuno si sceglie la sua cura.»

«O è la cura a scegliere te?»


«Orso, però credici: è vero.»

«Cosa, è vero?»

«Che le tue parole a volte risuonano come poesie. Scivolano, volano, planano, poi si posano.»

«Dove?»

«Sul mio cuore.»

«E poi?»

«Galleggiano. Sussurrano.»

«Non fanno l'amore?»

«Forse.»


«Ti ho portato il cioccolato che ti piace.»

«Grazie, orso.»

«...»

«E io ti ho portato del croccante.»

«È la mia parola preferita, croccante

«Ah, non è nocciola la tua parola preferita?»

«Ma la nocciola è croccante, non lo sapevi?»


«La settimana prossima inizio il tirocinio da veterinaria, non potremo più vederci così spesso.» (ma aspettami, orso, che poi torno, pensava Emma)

«Ma io ti aspetto, perché so che poi torni.» (torni, vero? pensava l'orso)


«Orso, mi racconti una storia?»

«Va bene, sei pronta?»

«Sì. Anzi no, come faccio a sapere se sono veramente pronta? Non lo posso sapere.»

«Allora sei pronta.»

«...»

«Ti racconto la storia di una ragazzina che ha creduto a un orso che ha incontrato nel bosco.»

«Io non ti ho creduto.»

«No?»

«Però mi sono fidata.»

«...»

«Dai, comincia.»

«Comincio.»

Logo
4972 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (17 voti)
Esordiente
12
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente
Large istockphoto 474812638 1024x1024.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lupo ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s50?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

... e tra le altre cose la scrittura è esattamente quello che dici tu ;-)Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large screenshot 20200224 215102.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Silvia Fuochi ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Un inno all'infanzia e alla sua magia. Bello!Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20200623 024504.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ingrid ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Primavera ha votato il racconto

Esordiente

Carino, un pochino confuso in alcuni trattiSegnala il commento

Large 30171222 10213201699611638 5108754746813683842 o.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Biodegradavide ha votato il racconto

Esordiente

Lieve e poetico, molte belloSegnala il commento

Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

è tenero e inquietante. scritto con levità e acume. allarmante e trasognato. come tutto ciò coesista, sta alla tua bravura.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Bello, originale e ben scritto.Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large images.jpeg.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Adoro come scriviSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large 20190710 115436.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Alice, Il picc.Principe, Pimpa, Winnie, Rodari, i Grimm, fiabe russe, Garcia Marquez, Mary Pop pins: trasfusi e resi tuoi.Nostri. Magic!!Segnala il commento

Large 1588683661334 img 20180104 082434.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di Roberta

Esordiente