Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

CAPODANNO CON LEI

Pubblicato il 02/01/2021

Della serie: pubblicità progresso sensoriale per single incalliti. A seguire, una breve disamina della frase: "Il re è nudo!", per dare più spessore al nuovo anno e ai personaggi che l'hanno affollato, nostro malgrado. La disamina è di Ursula Valmori, copiaincollata in toto.

77 Visualizzazioni
22 Voti

                           

                                             CAPODANNO CON LEI



La ragazza si sviluppa in un gusto avvolgente, e chiude ancora sul frutto... finale memorabile. È di un colore rosso molto intenso, con riflessi violacei, spuma morbida ed evanescente, ha un profumo suadente con un timbro aromatico particolare, fragrante e fruttato, con sentori di marasca, frutti di bosco e note di rosa.

Nel 2016 è stata dichiarata la miglior bollicine rossa del mondo.

Si chiama Marcello, è nata a Langhirano, e la trovate all'Essecorta, fra i sei e i sette euro. Il suo nome androgino aggiunge un tocco ruvido che non è per tutti.

Provare per credere. 

                                                                    ...

                                                          IL RE È NUDO

                                                        

"Il re è nudo" è una celebre frase della fiaba ‘I vestiti nuovi dell’imperatore’ di Hans Christian Andersen, pubblicata per la prima volta nel 1837. Nella fiaba si narra di un re che amava i vestiti e che cadde in una trappola così raccontata:

"Una volta arrivarono due impostori: si fecero passare per tessitori e sostennero di saper tessere la stoffa più bella che mai si potesse immaginare. Non solo i colori e il disegno erano straordinariamente belli, ma i vestiti che si facevano con quella stoffa avevano lo strano potere di diventare invisibili agli uomini che non erano all’altezza della loro carica e a quelli molto stupidi.

I truffatori finsero di lavorare sui tessuti, ovviamente inesistenti, ma nessuno osò denunciare la truffa in atto proprio per quel meccanismo che prevedeva che a non vedere i tessuti fossero gli incapaci e gli stupidi."

L’epilogo è noto: il re viene vestito con vestiti inesistenti e sfila per la città nudo:

"E così l’imperatore aprì il corteo sotto un baldacchino, e la gente che era per strada o alla finestra diceva: «Che meraviglia i nuovi vestiti dell’imperatore! Che splendido strascico porta! Come gli stanno bene!".

Nessuno ammetteva di non vedere niente, perché avrebbe dimostrato di essere stupido o di non essere all’altezza del suo incarico.

«Ma non ha niente addosso!» disse un bambino «Signore, sentite la voce dell’innocenza!» replicò il padre, e ognuno sussurrava all’altro quel che il bambino aveva detto. «Non ha niente addosso! C’è un bambino che dice che non ha niente addosso!». «Non ha proprio niente addosso!» gridava alla fine tutta la gente. E l’imperatore, rabbrividì, perché sapeva che avevano ragione, ma pensò: «Ormai devo restare fino alla fine». E così si raddrizzò ancora più fiero e i ciambellani lo seguirono reggendo lo strascico che non c’era."


Come non associare le figure allegoriche della fiaba di Andersen, ai protagonisti che circondano il re dei nostri giorni che spesso sono soli con il loro potere, privi di verifiche concrete sui loro comportamenti, circondati da collaboratori, che vivono in uno stato di soggezione gerarchica? In realtà i leader avrebbero bisogno di persone sincere, di folli che, ricorrendo all’arma dell’umorismo, riescono a limitare le conseguenze dell’arroganza e dell’ostilità. In questo senso, il potere del leader ha bisogno della sua follia.

Il Re Lear shakespeariano aveva un buffone di corte, che aveva la funzione, importantissima, di dire la verità al potere. Re Lear fallisce perché, in un certo senso, non dà ascolto alle parole del suo buffone e rimane agganciato ad un solo punto di vista. Il principe Hal, invece, diventa un grande sovrano perché sa ascoltare i suggerimenti e le lezioni di un altro straordinario personaggio comico: Falstaff, furfante memorabile, ma anche inimitabile maestro di saggezza popolare. Sono gli individui come Falstaff e il Fool, che si muovono lontano dal cuore dell’organizzazione, a dire al leader la verità e a ricordargli la natura terrena e provvisoria del suo potere.

Anche Erasmo da Rotterdam, nel suo ‘Elogio della Follia‘, esamina il rapporto tra il leader ed il giullare. Sotto le apparenze della follia, il giullare può dire ciò che per altri è indicibile; usando le risorse dell’umorismo, il folle protegge il re dal rischio di diventare arrogante e malato di narcisismo.

Nei tempi passati i sovrani, dunque, gradivano il giullare di corte, a cui era consentito dire, ridendo e facendo ridere, la verità, per esempio su quanto effimero sia il potere. Erano, in definitiva, la coscienza critica, ma nascosta, del re.

Oggi, all’interno delle organizzazioni, leadership e followership sono ruoli in relazione ed il follower può esercitare un’influenza verso l’alto in modo attivo. A dispetto dello squilibrio di potere, l’influenza può essere esercitata da entrambi i ruoli come parte di uno scambio sociale (Hollander, 1992).


La followership non può essere sudditanza e neppure silente attesa dell’entrata del leader come se fosse il Re Sole; d’altra parte il leader non deve essere malato di narcisismo, nè avere una personalità che la psicologia clinica definisce maniacale.


Buon anno a tutti. 



Logo
4997 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (22 voti)
Esordiente
15
Scrittore
7
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large dscn3151.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Baruch ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20201124 wa0159.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Chandra S. ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Vario materiale ben orchestrato. Interessante la riflessione su quella che si può chiamare followercrazia, che spesso ha caratteri anche molto violenti (haters ecc), il cannibalismo del corpo del leader, del vip, adorato e poi distrutto al minimo peggioramento.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Cercare un leader non "malato di narcisismo" e che non abbia "una personalità che la psicologia clinica definisce maniacale": Questa non è un'impresa, è fantascienza! E non basta la "miglior bollicine rossa del mondo" a renderla possibile. La connessione tra il capodanno e il testo c'è, eccome! Siamo inebetiti dalle "bollicine" del potere.Segnala il commento

Large 20160814 202718.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Bruno ha votato il racconto

Esordiente

non vedo però la connessione col capodanno con lei. L'unica cosa a cui mi fanno pensare questa gentaglia adesso al potere è the manchiurian candidateSegnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Interessante da parte tua aver riportato questo articolo, Andersen la sapeva lunga, ma anche Marcello non scherza.Segnala il commento

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Sai intrecciare con gusto il gusto della cultura con il gusto della scrittura! Gusto alla terza!Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente

Buon anno FrancoSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Che solleticante sballo!!! :-)Segnala il commento

Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Una bella riflessione. Mi piace come cominci. Segnala il commento

Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

sei stra-trasversale et ineccepibile. Sono sempre tentata di votarti ad occhi chiusi, ma le bollicine mi fanno resistere Segnala il commento

Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente

Buon Anno a te! Segnala il commento

Large 13 36 00 6a00e54fcf7385883401b7c7499bb0970b pi.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente

mi è sempre piaciuto il fatto che sia un bambino a dire che il re è nudo. (le bollicine non te le fai mai mancare eh)Segnala il commento

Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

La ragazza in questione di nome ‘Marcello’ sembra interessante. La fiaba di Hans Christian Andersen è un sempre verde, sempre più verde e mai tramontato. Onore a Ursula Valmori per averla rispolverata ma poi in questo mondo confuso, in cui i ruoli si celano dietro le proprie fragilità, chi é il giullare e chi il leader?Marcello rimane un punto fermo per effervescenza equilibrio e dolcezza e la solitudine in cui gustarla una sicurezza. Ai posteri l’ardua sentenza. A te grazie per condividere la raffinatezza delle tue elucubrazioni. Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajzt7nsl rzh7o6rq5jptmxfuictattxrdrhbzfn=s50 mo?sz=200

Andreasololettore ha votato il racconto

Esordiente
Large immagine 2021 04 24 184139.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Germinal68 (Sandro) ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Credo che questo testo, tuo e copiaincollato, si adatti come un blob a molte superfici e alle situazioni più disparate.Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Come non condividere? Il 2020, a mio avviso, sarà ricordato perché è stato il SarsCov2 a gridare: "Il re è nudo" e svelare tutta l'ipocrita connivenza nei confronti del potere economico e i decenni di inadempienze nei confronti di tutto ciò che realmente ci riguarda (valga, per il tutto, l'ottusa arroganza di un Bolsonaro qualsiasi che si permette di dire, a chi leva la sua voce contro la deforestazione dell'Amazzonia, che si tratta di interferenza nei confronti di una nazione sovrana!). Ma temo che il bambino Covid passerà ancora una volta inascoltato. Mi scuso per l'occupazione di spazio.Segnala il commento

Large 20210409 190335.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee