Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

CLOACA MAXIMA (AEREA)

Pubblicato il 17/02/2021

Avvertenza alle gentili lettrici, nonché ai lettori: il testo che leggerete, non è scevro da contenuti impegnativi, che ho voluto ammansire, con un linguaggio eminentemente "tecnico" , ma altresì leggero, nella forma, come nel tono, per rispettare le menti troppo sensibili.

76 Visualizzazioni
17 Voti



Ovvero: ipotesi di canalizzazione fognaria aerea, che imprimesse una velocità determinata al prodotto specifico in argomento.



Come già sapranno i nostri lettori più attenti, lo smaltimento fognario rappresenta un tema di primaria importanza, che fin dal tempo dei Romani ha sollevato dibattiti infiniti.

Sappiamo per certo che nella Roma imperiale una importante rete di fognaria attraversava gran parte del sottosuolo della città: Tarquinio Prisco, re romano di origine etrusca, nel VII secolo avanti Cristo, avviò la costrizione della più importante rete fognaria dell'antichità, detta Cloaca Maxima, che ancora oggi ci appare come uno dei più importanti lavori di ingegneria idraulico-sanitaria che i romani ci hanno lasciato.

Con la caduta dell'impero, la costruzione delle fogne venne abbandonata, e solo molto più tardi, nel XVII secolo, si sentì l'esigenza di costruire nuove fognature, a seguito della forte urbanizzazione, in città come Parigi o Londra.

Le fonti di produzione dei reflui, in un agglomerato urbano, sono soprattutto le case e i luoghi abituali di riunione, come la scuola, il posto di lavoro, la caserma, l'ospedale, i macelli, e i laboratori chimici, ma gli unici rifiuti che le norme vigenti permettono di smaltire, sono quelli organici, che provengono dagli scarti dell'alimentazione, opportunamente trattati con apparecchi dissipatori di rifiuti alimentari, che ne riducano la massa in particelle sottili, rendendoli idonei allo "scorrimento".

Tutte le acque originate dalle suddette utenze, vengono definite acqua nere. In una definizione più generale, le acque nere,  sono quelle acque riconosciute nocive per la salute pubblica, o moleste per il pubblico.

Orbene, tutti questi miasmi liquidi, da tempo immemore sono stati trasportati scavando canali e galleria nel sottosuolo, allo scopo di nasconderle, all'olfatto e alla vista, e per  sfruttare al meglio il terreno in seguito ricompattato sopra di esse.

E invece noi, dopo attenti studi, abbiamo pensato di spostare il passaggio fognario verso l'esterno, alzandolo, addirittura, e sfruttando le mura perimetrali degli edifici stessi, applicando, sui medesimi, una duplice serie di tubi in acciaio inox extrastrong, del diametro di 18 pollici, uno per l'andata, e l'altro per il ritorno. Oltre ad essere esteticamente intriganti -  sarebbero perfino un'occasione di nuova sperimentazione, per tutti i writer e gli street artists -  detti tubi permetterebbe infino di controllare in tempo reale il flusso del liquame, attraverso numerosi oblò di ispezione, in vetro antisfondamento di sicurezza, posizionati ogni 10/15 metri, nonchè di intervenire direttamente, nel caso di intasamenti e intoppi vario, grazie alle boccole di ispezione altrettanto frequenti. Ma quello che farebbe davvero la differenza, sarebbe il sistema propulsivo, perfettamente naturale e biocompatibile, che abbiamo immaginato, per spostare il liquame attraverso questa insolita  tubatura aerea fognaria urbana sopraelevata (T.A.F.U.S.)

L'unico "materiale" di cui avremo bisogno, si autoprodurrà, attraverso la fermentazione degli prodotto stesso, che, raccolto all'intermo di grossi silos - sempre in acciaio inox extrastrong - svilupperà naturalmente un particolare tipo di gas, molto simile al metano, che noi chiameremo aria fritta -visto che la fermentazione può considerarsi una sorta di frittura aerea, avvenuta in mancanza di olii - la quale, sospingerà facilmente  il liquame nei tubi ad esso collegati, facendolo circolare ad una velocità che noi stessi potremmo stabilire e regolare, mediante un apposito pannello di controllo dei flussi, entro il quale convergeranno, in tempo reale, i dato raccolti  dai sensori di scorrimento.

Oltre alla raccolta del liquame, ci siamo preoccupati  di mettere al sicuro un'altra "dose" di energia, naturale, ed assolutamente biocompatibile: trattasi sempre di un materiale gassoso, che il nostro corpo espelle naturalmente, in dosi maggiori o minori, a seconda di quello che abbiamo mangiato.

Avrete senz'altro capito a cosa mi sto riferendo, e se vi doveste chiedere come questo materiale si possa raccogliere, vi confideremo di aver sviluppato un particolare tipo di clistere ad aspirazione passiva, che una volta applicato, fa tutto da solo: basta inserire la cannula per alcuni centimetri, finché il tappo a ventosa ve lo bloccherà con dolcezza tra le natiche. 

La parte sporgente della cannula- parliamo di 3/4millimetri - contiene, alla sua imboccatura, un sacchetto miniaturizzato a compressione molecolare attiva, nel quale troveranno alloggiamento tutti i peti che sentirete il bisogno di emettere. 

Una volta a settimana, un addetto specializzato, passerà a trovarvi, trasferendo il prodotto delle vostre fatiche in un serbatoio più capiente, e vi retribuirà, in base alla quantità e alla qualità dei vostri peti, che saranno analizzati seduta stante, mediante uno 

Spettrometro di massa gassosa .





Logo
4896 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (17 voti)
Esordiente
14
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large 16241058739501293647282.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large 13 36 00 6a00e54fcf7385883401b7c7499bb0970b pi.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Sei in un periodo di revival... Ma è sempre stuzzicante arrembare alla tua lettura...:-DSegnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Il titolo mi mette ansia, poi ti piace scritto gigante, ma tu, non hai vie di mezzo e lo sappiamo. Sei irriverente e te ne freghi se ci sono le anime sensibili (fondamentalmente) ma ormai siamo in balia delle tue provocazioni e dobbiamo fare i conti sulle nostre perplessità e i nostri moralismi, e anche sulla veracità storica dei tuoi dati. Alla fine tocca ridere e arrendersi. E anche documentarsi 🙄Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210409 190335.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente

Oltre la domanda lecita di Blu, che dire? Mi ricorda per stile e postura la "Modesta proposta" di Swift, anche Breton la inserirebbe a pieno titolo nella sua antologia "dell humor nero". Io rimango ammirato, ma, discorso a parte, ispirato più ancora dai risvolti economici e dal business potenziale che potrebbe generarsi dalla realizzazione del tuo prezioso progetto. Spero che tutto ciò non debba rimanere confinato soltanto all'effimera dimensione dei bei sogni dell'umana natura e delle utopie irrealizzabili. Comunque come socio a irresponsabilità illimitata e zero capitale, mi propongo. Come vuoi. Stefano. Segnala il commento

Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s50 mo?sz=200

Isabella☆ ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

ma come fai?? :-) Segnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Divertente Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee