Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

COME IMPARARE DAGLI ERRORI, SENZA DOVER RICORRERE SEMPRE AL PROPRIO PSICANALISTA DI FIDUCIA

Pubblicato il 26/11/2020

Evito la descrizione, perché considero il titolo già ampiamente esaustivo.

91 Visualizzazioni
23 Voti



Non dovrei parlarne, se non altro per evitare di infierire sulla mia autostima, già traballante di suo, con dei picchi evidenti, che si polarizzano in direzioni opposte, senza disdegnare i toni intermedi. Ma col tempo ho imparato ad ammansire le sue esuberanze, al pari delle sue depressioni... più o meno. Però sto continuando a parlarmi addosso, e questo non va bene, e poi sto perdendo il filo della narrazione, once again, ma credo sia dovuto anche al mio bisogno di farmi compagnia. 

Quando mi alzo dal letto, ogni mattina, passo qualche decina di secondi ad ascoltare il mio umore, per capire come comportarmi, anche perché ho interrotto le mie sedute dallo psicanalista, che lo faceva al posto mio. Mi trovavo bene, e mi piaceva, poter parlare a ruota libera con uno sconosciuto, che spesso doveva gestire il flusso torrenziale del mio chiacchiericcio, mostrandomi il percorso più adeguato per far emergere tutti i nodi aggrovigliati della mia psiche. Lo pagavo sempre alla fine, soddisfatto del suo operato, il più delle volte, assai grato per i suoi interventi chiarificatori e sgarbuglianti. Ma ecco che vi ho trascinati dietro un'altra volta, costringendovi a sopportare la schiena ossuta del mio ronzino esistenziale, a cavallo delle sue quattro zampe, tanto magre, quanto resilienti.

A questo punto, per dare un contentino alla mia autostima, ho voluto immaginare si trattasse del "Rocinante" di Don Quijote. Nonostante il Ronzinante fosse un cavallo di scarsa qualità, il suo padrone lo considerava il migliore, e aveva passato quattro giorni a cercare il nome più adatto per il suo compagno di ventura, scegliendo alfine "Rocinante" perché gli parve "maestoso" e "sonoro", degno di competere alla pari dei più grandi cavalli mai esistiti, come il  "Bucefalo" di Alessandro Magno e proprio col suffisso "ante", che lo identificava come il "primo" dei cavalli. 

Adesso la mia autostima ha subito un confortevole "upgrade", godendo di un effetto del tutto simile a quello di un "cordiale", la bevanda alcolica che le nostre nonne servivano versandola con oculata parsimonia da eleganti bottiglie dal collo lungo, in bicchierini di cristallo molato, al fine di corroborare il nostro appetito, com'anche una maggiore disponibilità alla comunicazione verbale,

Ho già fatto colazione, però non vi ho ancora parlato della ragione per cui ho iniziato a scrivere questo papello. Si tratta di una banalità, a tutti gli effetti. Rileggendo il mio ultimo racconto dopo averlo pubblicato - e dopo averlo già riletto innumerevoli volte, prima della pubblicazioe - mi sono accorto di un'elisione involontaria, cui ho sottoposto una parola, "creando" un significato altro, che esulava dalle mie intenzioni, ma tutt'altro che insignificante, ai fini della lettura e dell'interpretazione.

La parola in questione è "pesiate" scritta al posto di "pensiate", all'interno della seguente frase: "Checché ne pesiate, mi è capitato addirittura di riuscirci, di tanto in tanto" anziché: "Checché ne pensiate, mi è capitato addirittura di riuscirci, di tanto in tanto" , e credo che il "lapsus freudiano" sia bell'e servito, se consideriamo l'affinità etimologia dei due verbi, "pesare" e "pensare", entrambi derivanti dalla stessa radice latina, e portanti seco ognuno la propria variante, alla quale potremmo anche aggiungere "soppesare" nel senso proprio del termine, inteso come "considerare, indagare... pensare al suo peso, o al suo contenuto. La logica delle parole, e della scrittura, è implacabile, certe volte, ma anche versatile, se l'ascoltiamo bene, e la usiamo sfruttando ogni sfaccettatura che riusciamo a cogliere, come lettori e come scrittori, a seconda del caso. 

A me le cose capitano anche scrivendole, ma perfino in senso inverso, con le cose che si insinuano fra le parole, cercando la propria collocazione, e approfittando spesso della loro versatilità espressiva, che continua a mutare, insieme a noi. 



Logo
3908 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (23 voti)
Esordiente
18
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 16241058739501293647282.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large 11262011 10205534610276575 4722687293382208811 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Isa.M ha votato il racconto

Esordiente

Versatilità espressiva e cambiamento, due concetti che camminano di pari passo.Segnala il commento

Large 13903170 10206828993147809 2286907992858409510 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Otorongo ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Io modestamente sono uno dei pochi pagato dal proprio psicanalista per non andare più da lui.Segnala il commento

Large fb img 1600380308308.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tiziana Fraterrigo ha votato il racconto

Scrittore

La casualità perfetta.Segnala il commento

Large eb6d3d34 7f2c 4393 99ce 3478fb85253e.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Christina Carol ha votato il racconto

Esordiente

Psicopatologia della vita quotidiana fu il primo libro che lessi di S. F. Ha fatto molti danni. Perche da allora lo applico a molti altrui errori lapsus dimenticanze. Per la psicanalisi bisogna esser troppo amanti di parlare di sé. A me piace più ascoltare. O parlare di me a chi davvero si interessa. E uno a pagamento non mi ispira. È un po’ come pagare per farsi amare. E perciò al limite la confessione. Se proprio. Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Ho sempre pensato che le parole siano duttili. Tu hai espresso esaustivamente questo pensiero, io non avrei saputo fare altrettanto. Segnala il commento

Large 20210317 140852.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Enrico R. ha votato il racconto

Esordiente
Large on the road.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

omALE ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

E infatti questo è il limite è la grazia del lettore, secondo me, come del fruitore di altra qualsiasi arte. L’interpretazione. Penso al Timeo Danaos ET dona ferentes, a quante interpretazioni dare a quell’et. Ma anche alle canzoni (il cinghiale bianco di Battiato, chi è? ). E anche per i nostri racconti e poesie, stessa cosa. Una parola, financo sbagliata, può suscitare un domino di pensieri.Segnala il commento

Large 20201021 160429.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cinzia M. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Hai centrato il bersaglio: "La logica delle parole, e della scrittura, è implacabile, certe volte, ma anche versatile, se l'ascoltiamo bene". La verità è che possiamo rileggere un brano decine di volte e approdare a interpretazioni lontane anni luce dal pensiero dell'autore. Le biblioteche sono piene di trattati sul potere e i limiti delle parole. Tra chi parla e chi ascolta c'è uno spazio infinito, in cui le parole si compongono e scompongono anche contro la nostra volontà e intenzione. Anche quando ci comprendiamo (o meglio comprendiamo le parole), è raro approdare alle stesse conclusioni.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Non tutti gli errori son grammaticali... :-)Segnala il commento

Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

una sorta di “soppensare”... io credevo addirittura fosse voluto :-)Segnala il commento

Large 13 36 00 6a00e54fcf7385883401b7c7499bb0970b pi.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajzt7nsl rzh7o6rq5jptmxfuictattxrdrhbzfn=s50 mo?sz=200

Andreasololettore ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente

Una superiore maestria nel saper rivestire di preziosa prosa poetica anche le più passeggere meditazioni o accadimenti. Complimenti Segnala il commento

Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee