Mi dicevi sei affascinante, altera come un fiore di magnolia proveniente dal nord del Giappone.

Con i petali allungati come raggi di stelle. 

Io ti guardavo, ti ascoltavo, mi beavo.

Ti sentivo dentro di me come un sole sfolgorante.