Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Fantastico

Cose d'altri mondi

Pubblicato il 12/10/2021

Fantastico, con un po' di giallo, e sfumature rosa sexia

36 Visualizzazioni
13 Voti

L'uomo fu trovato impiccato, così sembrava, ad una quercia di trenta piani, senza testa e con le mani in tasca, nella zona del cuore una luce viola e un rivolo di sangue che cadeva sopra la camicia bianca. 

L'ispettore Demetrios all'inizio pensò a un suicidio, poi riflettendo: come è potuto arrivare da solo a quell'altezza, e poi senza testa..!

Riuscirono a salire per prendere il corpo e si meravigliarono quando videro che non c'era nessuna corda a tenerlo, praticamente era sospeso nel vuoto.

La moglie poverina, non avendo la testa, poté riconoscerlo dalle mani sporche di fuliggine e l'alluce valgo al piede sinistro. Ma quel foro all'altezza del cuore e la luce viola che continuava a scaturire che senso avevano? 

La notte in cui il morto era defunto furono avvistati parecchi UFO che, guarda caso, brillavano proprio di colore viola.

Clio spiegò al commissario che il marito era una persona tranquilla, frequentava poche persone, era un grande appassionato di musica e fenomeni paranormali, ed era molto interessato agli avvistamenti extraterrestri.


L'alba divenne tramonto, il corpo venne portato alla macelleria per l'autopsia, Kerykos nel frattempo aveva cambiato abito, da un corpo fisico adesso viveva in uno astrale e vedeva il suo cadavere portato via. Guardò Clio negli occhi, ma lei ne percepiva solo la presenza come fumo leggero che aleggiava nel parco.

L'ispettore era a dieta, quella sera non mangiava e ripensava ai bellissimi occhi di Clio e quel seno da mordere ( fame arretrata ) e quel corpo così prorompente, erano sue fantasie erotiche ed eretiche, non avendo moglie ogni bella donna che conosceva se ne innamorava, ma il corpo di Kerykos appeso al nulla, sospeso tra la terra e quei rami lo facevano pensare, per lui  era ancora un grande mistero.

E perché senza testa, e quel foro sul cuore e la luce viola, sembrava una scena da film fantastico, elastico, acustico, e gli UFO che ruolo avevano in questa vicenda così aliena, anormale, asociale.


Mi chiamo Achillios e sono sensitivo, abito ad Atene, a volte vedo Zeus ed Era che camminano per mano, e Afrodite ed Eros che discorrono per le strade della città vecchia. Dicevo sono un sensitivo, stanotte una voce: mi chiamo Kerykos ho da dirti qualcosa, poi vedo un alone violaceo che scaturisce dal buio. 

L'uomo senza testa mi racconta la sua storia. Ero riuscito ad avere dei contatti con gli extraterrestri, Athron e Genifir erano diventati miei amici, una coppia di alieni venuti da Atrhopol un pianeta adimensionale che vortica nel nostro sistema solare ma in una dimensione parallela ed una frequenza vibratoria molto più alta della Terra.

Ho fatto viaggi nella loro aeronave in altri sistemi solari e anche sistemi poco sistemati dove ci sono contese e guerre tra pianeti e popoli.

( Clio stanotte ha incontrato Athron l'alieno ) - Sono amanti già da tempo, Kerykos lo sapeva, l'aveva capito ma a lui stava bene anche così -

Poi mi racconta il perché di quella sua strana morte. La sera del decesso mi ero incontrato con gli amici alieni non sapendo che avevano degli acerrimi nemici provenienti dalla galassia di Andromeda. 


Ci fu una battaglia nel parco e io mi trovai coinvolto, mentre combattevano nella fuga ho perso la testa per Genifir, di più, un potente raggio laser me l'ha veramente troncata di netto.

( Clio nel frattempo fa l'amore con Athron ) 

Io da veggente percepisco tutto, mentre Kerykos nel corpo astrale sta lì con me, non dico niente delle mie sensazioni erotiche, continua nel suo racconto. Quando la battaglia finì Athron e Genifir ne uscirono illesi, piansero nel vedermi lì steso senza testa e senza vita apparente. 

Allora decisero di mettere in scena una pseudo impiccagione, col raggio antigravitazionale m'innalzarono sopra l'albero, poi mi posero nel cuore un cristallo ultradimensionale color viola che mi avrebbe catapultato, dopo qualche giorno, nella loro dimensione sul pianeta Atrhopol.

Kerykos mentre parla con me si sente trascinare oltre la dimensione terreste e mi saluta con un intenso sorriso senza bocca né occhi, un sorriso fatto col cuore.

Si ritrova a casa di Genifir adesso di nuovo con la sua testa, bello d'una luce azzurrina e corpo snello coperto da una tuta attillata e brillante di vita propria.

Athros è andato sulla Terra gli dice, finalmente soli Kerykos la guarda nei tre occhi di cui uno giallo ocra al centro della fronte. Si erano innamorati già da tempo, solo qualche bacio, adesso finalmente un  amarsi, esaudirsi. Una notte di corpi alieni, lui a baciare i tre seni e i due ombelichi di Genifir, poi altre pose di cui non racconto. Cose d'altri mondi.






Logo
4584 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
10
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Non amo il genere fantastico ma mi sono divertita a leggere "la tresca interstellare" (come ha scritto Paolo).Segnala il commento

Large img 20200606 wa0004.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Loretta 68 ha votato il racconto

Esordiente

Il tuo testo mi ha piacevolmente centrifugataSegnala il commento

Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Divertente questa storia di trasche interstellari. Con un lieto fine, se vogliamo, d'altri mondi. Grazie per la lettura, PaoloSegnala il commento

Large 6e508332 9f32 4969 8a51 ea7be91f3fba.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Anch’io ho capito poco. Non importa trasporta lontano Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Mi colpisci sempre più per la straordinaria inventiva e immaginazione e la capacità di spaziare tra generi e tematiche molto diverse tra loro, mantenendo sempre elevato il livello qualitativo ed estetico del brano proposto. Complimenti anche per la creatività e prolificità, anch'esse sempre ai massimi livelli. Ti leggo sempre con interesse e ammirazione per quanto riguarda gli originali e incantevoli accostamenti lessicali e significativi, tua precipua cifra estetica in poesia. Un caro salutoSegnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Divertente e fantastico Segnala il commento

Large 20210307 143015.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Emil Moltenis ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Un racconto divino!!!Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Sarò sincero: non c'ho capito quasi niente, ma forse era questo, il senso del tuo racconto. Volevi stordirci... e poi rapirci, col tuo stile "alieno", e poi portarci via, più veloci della luce, a vedere altri mondi...Segnala il commento

Large bacio.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Italo

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work