Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

DI FUNGHI E DI ALTRO.

Pubblicato il 11/11/2020

Percorrendo via Roma, a Cesano Boscone.

51 Visualizzazioni
18 Voti



Stamattina il caffè l'ho preso al bar.

Quello della concorrenza, sempre in via Roma, a poche decine di metri dal bar di Rosy e Marietto. Te lo passano da una finestrella ad altezza di gomito, poggiandolo sopra una mensola dipinta di rosso. Le altre vetrine sono coperte da un cannicciato sottile, che penzola giù, composto e sobrio. Ma le canne sono irregolari, ruvide, tenute insieme da un filo di plastica blu, e ti fanno venire voglia di toccarle. 

Così c'ho passato sopra le punte delle dita, fissandole, poi mi sono avvicinato, per annusarle: una cimice verde è sbucata fuori, improvvisamente, aggrappandosi ad una canna, e mi ha fissato, anche lei, muovendo le antenne.

"Il caffè è pronto, te lo lascio qui."

Ho visto la mano della barista che scompariva nella finestrella, tirandosi dietro i due pezzi da cinquanta centesimi appoggiati sulla mensola rossa.

La povera cimice doveva avere troppo freddo, per usare le sue ghiandole odorifere, ed è scomparsa fra il canniccio. 

Il bicchierino del caffè era quello solito, di plastica bianca, covidiana, e lo briosce surgelata.. e poi cotta in forno. Sono abbastanza prevenuto, con i surgelati: toccare le verdure a mani nude, mentre le sciaqui,  ti dà delle sensazioni che nessun surgelato può avvicinare.  Per non parlare del sapore. Mai provato a mordere la foglia di uno spinacio fresco, ancora bagnata, la costa di una bietola, o la foglia di un carciofo, in fondo, dove è più spessa, e c'è appena un po' di polpa, croccante e quasi dolce!?

Mi viene in mente anche la differenza fra il libro cartaceo e quello digitale. Entrambi contengono (quasi) le stesse informazioni, ma espresse in modo diverso. 

La porosità semiruvida della pagina di carta,  il rilievo e l'incavo, nel caso di una stampa a caratteri tipografici, l'odore, e poi il fruscìo delle pagine: anche  le sensazioni, sono un'informazione, se non le facciamo passare dal tritacarne (o tritacarte?) della pura comodità di utilizzo, non vi pare?

Comodità di utilizzo, risparmio di tempo, apparente libertà di scelta... e appiattimento progressivo delle nostre capacità organolettiche, e sensoriali, in genere.  Vi pare poco?


Preso il caffè, ho proseguito su via Roma, fino all'unico quattro stelle di Cesano, che fa il 

verso al Beaubourg di Parigi, con le scala esterna ricoperta da una tettoia bombata, in plastica e metallo. Sotto all'insegna "HOTEL ROMA" - un Partenone visto di fronte, in acciaio, con le lettere dorate e un orologio elettronico appena sotto, a cifre azzurre, che indica perfino la temperatura - una staccionata metallica delimita un "giardinetto" in puro "kitsch": un pratino di erba semiselvatica, una grande magnolia, che fa ombra a un legionario romano in posa, a grandezza naturale, di cemento, alcuni vasi sparsi, una fontana con tre grazie desnude, che si lavano, ballando in cerchio - sempre in cemento - una gomma per l'acqua, gialla, semiarrotolata e poi un altro legionario, che fa il paio col suo simile, sul lato opposto, a protezione del territorio conquistato.


Nei giardinetti che circondano i condomini della zona, continuo a vedere funghi, per lo più commestibili: gambesecche, prataioli, vescie e perfino alcuni coprinus. Il gambesecche è un fungo minuscolo, marroncino chiaro, dalla carne profumata, che cresce dalla primavera all'autunno, spesso in cerchi (i cosiddetti "cerchi delle streghe") o appressati (in famigliole, si dice)  in decine di esemplari che si accavallano l'uno sull'altro, come se stessero scappando da un pericolo improvviso, dopo una riunione di famiglia.

I prataioli sono i più conosciuti, perché si possono coltivare, con una certa facilità, mentre la vescia è un fungo particolare: di forma irregolare, ma tondeggiante, senza gambo, che si aggrappa al terreno con delle minuscole radici. Ma il più singolare è il coprinus, chiamato anche coprino. Quando spunta dal terreno, sembra un piccolo missile bianco, con la punta stondata, e la cappella che copre completamente il gambo, come un pene nano albino, ed eretto, per intenderci. Poi comincia a crescere - può arrivare anche a 30 cm. di altezza, e più... ! - e si allarga un po', senza mai aprirsi, completamente, finchè inizia a liquefarsi, diventando immangiabile. Ma finché la carne è bianca e soda, è delizioso, saltato in padella, con un po' di burro salato, per pochi minuti.  E poi pepato, appena.

Ho raccolto una manciata di gambesecche, per stasera. Voglio provare a farmi un specie di Ramen. A casa ho i noodles cinesi e le alghe wakame, e anche la soia. Poi improvviso.

                                                                    

Marasmius Oreades Fr. , detto anche "Gambesecche".

Agaricus Campestris L.  Già i Romani lo ritenevano ottimo: "Pratensibus optima fungis/Natura est; aliis male creditur". Dai versi di Orazio. 

Calvatia Maxima (Batsch). In condizioni ottimali, può superare i 10 kg. A Milano e dintorni l'ho trovata di due etti, max.

Coprinus Comatus (O.F. Müller) chiamato anche "fungo dell'inchiostro" , perché da adulto diventa deliquescente. 



Logo
4997 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (18 voti)
Esordiente
11
Scrittore
7
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Anche se ormai conosco il tuo inconfondibile stile, è sempre incredibile vedere come passi con fluidità dal caffè alle verdure al libro per catapultarti poi in cerca di funghi, e la città per magia diventa un bosco.Segnala il commento

Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Ottimo. Un crescendo. La cimice che giganteggia. La polpa sensuale delle verdure e poi i funghi che invadono, onirici, l'ultimo scorcio di scena.Segnala il commento

Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore

Inizialmente il ricorrente caffè mi aveva mandato da un'altra parte.Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

un racconto “matrioska”, così ricco che ne contiene tanti dentro sè. io chiodini ieri :)Segnala il commento

Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 16241058739501293647282.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Fai di ogni momento di vita un passaggio straordinario, che tu sia a Cesano Boscone, a Lacona o ad Amburgo.Segnala il commento

Large 20201021 160429.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cinzia M. ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Bello bello.. Stamani sono andata per prati. Ho raccolto un cesto di erbe selvatiche. Erano ancora luccicanti di guazza - cento tonalità diverse di verde, e l'azzurro dei fiori di radicchio. Oggi le pulisco e le cucino. Siamo dei privilegiati, Franco. E tu fai bene a ricordarcelo.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Direi... spettacolare!!! :-)Segnala il commento

Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente

A Cesano Boscone ci sono i funghi?? pensavo fosse solo un'uscita della tangenziale ovest ;-))Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Anche un'"azzeccagarbugli letteraria" come me, una gran camurria (ho già spiegato che significa scocciatura), è costretta a ignorare "lo briosce" e "sciaqui", rispetto al contenuto e al senso di un brano di tutto rispetto. Ha ragione Il Verte: tu non divaghi, tu pensi! E costringi il lettore a fare altrettanto. Usi il cibo come metafora, per sottolineare che tutto ciò che entra in noi: o fruttifica e nutre, o avvelena.Segnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

Il tuo divagare è straordinario. Fresco tutta la vita! Finché dura (anche se talvolta scrivo di pizze congelate, che poi sarebbero surgelate...:-) Segnala il commento

Large 20210409 190335.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente

David Byrne parla ultimamente molto di funghi. Gira in bicicletta. Ha fatto un film con Spike Lee, come sai. La sguardo un po' flaneur acchiappa e porta con sè. La riflessione sulle conseguenze neuro cognitive deI media è attuale e una vera lezione. Insomma m'è proprio piaciuto. Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Bello Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee