leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Avventura

Do not disturb

Pubblicato il 24/09/2018

Piccolo racconto sul paranormale

28 Visualizzazioni
3 Voti


"Vi va di fare qualcosa di diverso, questa sera? "

Disse Claudio ad i suoi amici, Clara e Mauro.

"Tipo? "

Disse Clara.

"Avete presente, la villa abbandonata, quella dove abitavano i coniugi Rossini?

Sapete cosa si dice, no?

Lei, uccise al marito per gelosia, nascondendo poi, il cadavere in cantina, dicono che, il fantasma di lui, la tormentava ogni notte.

E proprio, in una di queste notti, si dice che lei, morì per lo spavento!

Adesso si dice, che sia infestata dai loro

fantasmi! "

Disse Claudio.

"Si certo! Bella invenzione"

Disse Mauro.

"Lo vedrete appena saremo lì"

Disse Claudio.

La sera, arrivarono davanti alla villa.

"Non ci credo, comunque entriamo"

Disse Clara.

La porta si aprì da sola, ed i ragazzi, iniziarono ad essere nervosi.

"C' è un aria cosi pesante"

Disse Clara.

Iniziarono a sentire dei rumori, era come se si fosse aperta una porta .

"Che vi dicevo? "

Disse Claudio.

Una voce forte e gutturale, li fece sobbalzare.

"Andate via, da questa casa.."

I tre fecero luce, nella direzione, in cui pensavano, di aver udito le voci.

Due figure fluttuanti e spaventosamente nitide, li fecero urlare.

"Andate fuori da questa casa, adesso!! "

Dissero le due figure, all'unisono.

Claudio provò ad aprirne la porta, che si era chiusa da sola, senza riuscirci.

Terrorizzati, dalle figure, che lentamente, si avvicinavano, i tre provarono insieme, ad aprire la porta, ma senza riuscirci.

"Lasciateci uscire, non torneremo mai più.. Per favore! "

Disse Clara.

"Non dovevate entrare, non dovevate disturbare"

Dissero le due figure, che ormai, erano vicine.

"No, no.. Per favore ! Lo promettiamo, non torneremo più, fateci uscire"

Disse Mauro.

La porta si aprì improvvisamente, ed i tre ragazzi, uscirono di corsa.

Sicuramente, non avrebbero mai più tentato, di entrare in una villa, o in una casa stregata.

La porta, si chiuse con violenza alle loro spalle, i tre non si voltarono neppure.

In quella villa, adesso regnava, un silenzio spettrale.

E sul muro, accanto alle scale, apparve una fase, scritta col sangue.

DO NOT DISTURB

  

Logo
2027 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (3 voti)
Esordiente
3
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Sara Deponti ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Scrittore
Large c87c1a33ed3df05a138c807bcca7d0e2.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ne1s0n ha votato il racconto

Scrittore
Editor

La scritta col sangue è forse un po' troppo. La prima parte ha un ritmo interessante (battuta/disse Tizio/battuta/disse Caio).Segnala il commento

Large default

di Anais

Esordiente