Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

Do you know Anna Salasana?

Di psito - Editato da Paolo Sito
Pubblicato il 14/01/2018

Per conoscere una lingua bisogna parlarla. Si possono fare scoperte interessanti e, a volte, estremamente divertenti

42 Visualizzazioni
11 Voti

Appartengo ad una generazione "border line". Ai miei tempi conoscere l'inglese era una cosa importante ma non necessaria come oggi. Inserire l'esame di inglese all'interno del mio piano di studi la ritenni addirittura una cosa eccentrica e il fatto che l'esame andasse sostenuto in una facoltà diversa da quella di Ingegneria alla fine mi fece desistere dal mio intento. In effetti non so se un esame all'Università mi sarebbe servito ad imparare una lingua che mi è sempre piaciuta, ma che non sono mai riuscito a parlare e soprattutto a capire come si deve. Diciamo che mi sono mancate le occasioni. Sono convinto che se sul lavoro avessi avuto l'opportunità di lavorare in un contesto più internazionale oggi mi troverei in una situazione diversa. Anche perché mi sento abbastanza portato ad imparare le lingue. Fosse solo per l'opportunità di poter comunicare con persone di altre culture. Insomma: oggi so come chiedere un'informazione, mi riesco a districare nell'ordinazione ad un ristorante, una volta ho anche scritto una poesia in inglese, ma so bene che considerarsi uno che l'inglese lo conosce è cosa ben diversa dalle mie capacità. Ad essere sinceri non credo neppure che la conoscenza dell'inglese avrebbe potuto aiutarmi a gestire meglio la divertentissima avventura che mi è capitata qualche anno fa con una finlandese: quella che per me è diventata la mia amica Anna Salasana.

Primavera del 2014, a Milano si tiene il Salone del Mobile che da diversi anni è diventato un evento internazionale che attira persone da tutto il mondo. Milano in quei giorni si trasforma e diventa una città veramente internazionale, dà il meglio di sé e ti viene voglia di viverci per le occasioni che sembra offrirti. Americani, inglesi, giapponesi, coreani, cinesi, tedeschi e anche ...... finlandesi. Ad una finlandese succede di perdere il proprio cellulare. Chissà, le sarà scivolato dalla tasca, le sarà caduto dalla borsa ...... fatto sta che Franca, la mia compagna, un Sabato mattina mentre andava al lavoro in ospedale - è una neonatologa - trova un cellulare sul marciapiede poco distante dalla sua macchina. È spento ed è scarico per cui i primi tentativi di cercare di capire a chi possa appartenere non si dimostrano fruttuosi. Dopo essere riusciti a caricarlo la situazione non si dimostra di semplice soluzione. Si capisce subito che il cellulare appartiene a uno straniero. Anche se non si riesce ad entrare nel dispositivo, quella scritta che compare - Anna Salasana - non sembra riferirsi ad un nome italiano. Inoltre, e questo sarà la fortuna di Anna Salasana, compare un avviso che ha a che fare con un anniversario. Il telefono ricorda alla sua proprietaria che quel giorno, o forse qualche giorno prima, è stato il compleanno di una sua amica. Compare la foto di una ragazza in compagnia del suo cane e l'indicazione di una data insieme ad un altro nome, Viivi Viskari. Tutti sanno che il valore di un cellulare non è solo quello del suo prezzo per comprarlo (in effetti per qualche modello già solo quello potrebbe bastare) ma di tutto quell'insieme d'informazioni, ricordi, annotazioni e foto che ormai questi oggetti riescono a contenere e che li fanno diventare dei veri e propri tesori ai nostri occhi e soprattutto ai nostri cuori. Se poi, come spesso avviene, non sei di quelli che con sistematicità provvedono a fare il backup giornaliero su qualche altro dispositivo delle informazioni registrate sul tuo cellulare, perderlo può risultare effettivamente deleterio. Sarà forse perché abbiamo pensato a questo che io e Franca abbiamo deciso subito di metterci all'opera per trovare il proprietario e per fargli sapere al più presto che avevamo trovato il suo gingillo per poter mettere fine, ne eravamo convinti, alla sua disperazione. Solo pochi anni fa, nell'era in cui non esisteva internet, cercare una persona di cui non si ha alcuna notizia se non solo un nome - senza sapere di che nazionalità fosse, in che città vivesse, che lavoro facesse - era una cosa semplicemente impossibile. Il fatto che la ricerca di Anna Salasana su Internet non desse frutti mi aveva generato qualche perplessità sulla esistenza fisica della persona. Se Google non ti trova esistono seri dubbi sulla tua esistenza in vita. È ovviamente un'esagerazione, ma non esistere nel web, sebbene si sia proprietari di uno smartphone, è un'eventualità che appare effettivamente difficile da verificarsi. In ogni caso di Anna Salasana non si trova traccia sulla rete. Avevo comunque un'altra chance che era data dal nome della sua amica, quella del compleanno. Infatti la teoria si rileva corretta: una persona può sfuggire all'anagrafe del web, ma che lo possano in due è praticamente impossibile. Scopro così che Viivi esiste su Linkedin e che è una dipendente di un ente statale finlandese. Ancora di più: trovo una sua mail diretta proprio sul sito dell'ente presso cui lavora. Ci metto poco ad entrare in contatto con lei. Con il mio fragile inglese butto giù due righe per farle arrivare una mail dal titolo: "Do you know Anna Salasana?". Passa un giorno e la risposta arriva. Mi dice che ha dovuto fare un po' di ricerche e che effettivamente tra le sue amiche ce n'è una che è stata in Italia negli ultimi giorni e che ha perso il suo cellulare però che il suo nome non è Anna ma Johanna Anttila. In ogni caso mi mette in contatto con questa persona che, dopo avermi dimostrato la sua gratitudine, si organizza - anche per questo internet si rende molto utile - per recuperare il suo telefono tramite un corriere. Organizzato il recupero di lì a pochi giorni ricevo l'ultima mail dalla mia amica finlandese che mi avvisa di essere rientrata in possesso del cellulare e soprattutto dei suoi contenuti. Mi dice anche qualcosa in più e in particolare qualcosa che lei stessa definisce molto "funny": non aveva mai fatto caso che una frase finlandese potesse essere confusa così facilmente con un nome. Sì perché ho scoperto che Anna Salasana non è un nome ma invece significa semplicemente "Inserire la password".

Logo
6020 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
9
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large 8star.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zeta Reader ha votato il racconto

Scrittore

tricky!Segnala il commento

Large large australia.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Fiorito ha votato il racconto

Scrittore
Large img 2417.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

anna siccardi ha votato il racconto

Scrittore
Large 893729627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Carla ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Saverio Scalise ha votato il racconto

Esordiente
Large ewanmacpa01.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

macpaolino ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large ti8.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large untitled.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di psito

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee