Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Doppio sogno

Pubblicato il 28/06/2022

75 Visualizzazioni
19 Voti




È una notte afosa di fine giugno.

Alle quattro e ventidue, la notifica sonora di un messaggio mi fa aprire gli occhi sul cellulare.

"CIAO, SONO IO, E FORSE PUOI AIUTARMI!?"

Mi alzo di scatto e poggio i piedi in terra. Il cotto è fresco, nonostante il caldo, e il cuore mi batte in gola. 

"CIAO, SONO IO, E FORSE PUOI AIUTARMI", rileggo a voce alta.

"Ma io non lo so, se voglio aiutarti", borbotto, e poi rileggo a voce bassa il messaggio che ho appena inviato.

"Dici che potrei aiutarti, ma non so chi sei. E perché mi scrivi a lettere cubitali?"

Il cuore rallenta il battito, tiro su le gambe e mi appoggio alla testiera. "Chissà se risponde?" Poi chiudo gli occhi.


È strano, però funziona: da qualche notte, appena chiudo gli occhi, smetto di sudare, e sopporto meglio questo caldo afoso. E appena dopo, vedo una sequenza di immagini che mi riporta all'infanzia. Come una proiezione di ricordi a colori, che riemerge dal mio passato, intatta.

Ecco, sono appena uscito dal mare. Tolgo maschera e pinne e appoggio i tesori appena raccolti sopra uno scoglio: un'orecchia di mare, un piede di pellicano e una trottola. La stella marina è ancora viva. La metto all'ombra, in un secchiello pieno d'acqua. È rossa, e si muove, lentamente, seguendo la forma che la contiene. Tra poco la ributto in acqua. Il mare è appena increspato.


Un'altra notifica mi fa riaprire gli occhi: lo schiocco frizzante di un tappo corona che salta. 

"Ho usato le maiuscole per farmi coraggio, e hai ragione, non mi conosci. Io ti ho visto alla libreria Gogol, due o tre volte, che scrivevi sopra un foglio di carta con una matita.  Lo fai solo tu, per questo ti ho notato."

Rileggo il messaggio, e digito la risposta, sorridendo: " Ma che bisogni hai, e come posso aiutarti?"

Ormai sono sveglio, e ho voglia di camminare. Attraverso il corridoio, e arrivo in cucina, a piedi scalzi.


Sul tavolo c'è un piatto di albicocche. Ne annuso una, la addento, è dolce con una punta di acido. Un rivolo di succo mi esce dalle labbra. Lo lecco via e sputo il nocciolo nella mano. Ne mangio un'altra. Mi siedo e appoggio entrambi i noccioli sul tavolo, accanto alle mie dita. Properzia de Rossi, durante il Rinascimento, oltre ai lavori "classici", realizzava delle minuscole sculture usando noccioli di frutta. Riusciva a scolpire centinaia di volti, piccolissimi, ma perfetti nei dettagli, sfruttando entrambi i lati del nocciolo. È stata la prima scultrice di cui si è conservata memoria. È citata anche dal Vasari.

Un altro schiocco frizzante mi raggiunge fino in cucina.

Lancio un'occhiata ai noccioli e torno in camera, strusciando i piedi sul pavimento fresco.


" Sono Marina, adesso mi sento di dirtelo. Ti ho scritto, perché vorrei conoscerti."

Rido a voce alta, e rispondo senza pensarci: "Ciao Marina. Bello sentirti anche a notte fonda. Dici che vorresti conoscermi e mi chiedi di fare due chiacchiere notturne. Non potremmo farle di giorno?

Invio il messaggio, ma subito dopo, mi viene in in mente un'altra domanda. La digito in un attimo: " E come fai, te, ad avere il mio numero?"

La risposta di Marina non si fa attendere. 

" Settimana scorsa, eri seduto al Gogol, e stavi scrivendo qualcosa sopra un foglietto.

Finché ti sei alzato, di scatto, e l'hai buttato nel cestino, mentre uscivi. Mi sono alzata poco dopo di te e l'ho raccolto. Era giallo, ed è stato facile trovarlo fra gli altri, tutti bianchi. Sembrava l'abbozzo di un biglietto da visita, con un nome e un numero di telefono. Ero quasi sicura che fosse Il tuo.  E per quanto riguarda l'orario ho pensato che le tue risposte sarebbero state d'impulso, poco mediate, a quest'ora. E poi, di giorno, non avrei mai avuto il coraggio di dirti tutto questo."


Bzzz...!Bzzz..! Bzzz...! Mi alzo di scatto, mentre  la sveglia continua a suonare...

La spengo e guardo l'ora: le sette e mezza, il solito orario.

Ripenso alla notte appena passata: a Marina, alla mia infanzia sul mare, ai noccioli di albicocca, a Properzia.

Cerco i messaggi sul telefono, ma non trovo  niente. Nessun messaggio inviato da Marina, nessuna delle risposte che ricordo di avere scritto.

Allora torno in cucina, sempre a piedi scalzi, senza fretta, per godermi il cotto fresco.

Sul tavolo ci sono ancora i due noccioli di albicocca, ma tutto il resto, dov'e finito!?

"Un sogno, è stato tutto un sogno", ripeto, a voce bassa. 

Mi siedo e guardo meglio un nocciolo. Vedo tre minuscole conchiglie, perfettamente scolpite. Le stesse di stanotte. Sul lato opposto, una stella marina, con cinque punte.

Rimango a bocca aperta, con un gesto veloce metto giù il nocciolo e prendo l'altro. 

C'è una scritta in rilievo, formata da caratteri piccolissimi e molto precisi: "Ti è piaciuto lo scherzo? Giro il seme e continuo a leggere: "Saluti da Marina che ti viene a trovare nei sogni, e a presto!"


Mi sveglio di soprassalto, e guardo l'ora:

Il cellulare segna esattamente le quattro e ventidue.

Il cuore mi batte in gola. È una notte afosa di fine giugno. 






Logo
4917 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (19 voti)
Esordiente
13
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large on the road.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

omALE ha votato il racconto

Esordiente

Complimenti mi è piaciuto moltoSegnala il commento

Large elvi vento.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ellan ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20220807 095401.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

I'an Well ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large ez27 277678995 10224295234402071 3440311918073166286 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Molto bello. Un brano di letteratura fantastica, direi.Segnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

IntriganteSegnala il commento

Large ef3fdfd2f39a4f5d4a9f5557c0f21246.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

l'avevi già pubblicato vero?! forse hai cambiato qualcosa, non so, ma io lo ricordavo. è che i tuoi racconti restano. Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

che stella questa Marina :-)… i sogni son desideri ⭐️Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Un surreale dormiveglia estivo diventa una gran bella lettura se la tesse il tuo sferragliare artistico! Segnala il commento

Large bbbbbb.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20220806 144353.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helenas ha votato il racconto

Esordiente
Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Un po’ onirico e un po’ metafisico un doppio sogno in bilico tra il desiderio inconscio e la visione. Bello Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Direi più Calderon della Barca che Schnitzler, per certo un bell'omaggio alla de' Rossi.Segnala il commento

Large brothersfarris.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

sinapsineuronica ha votato il racconto

Esordiente

Sui messaggi inviati a Marina dovevi controllare sul telefono del sogno. E' ovvio che sul telefono normale non li trovi. Stanotte fai questo controllo e vedrai che è così. Poi visto che ci sei dille a Marina di non farsi più vedere al Gogol!Segnala il commento

Large 88581d2c 735a 4eec 8194 b80201833878.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paola Zaldera ha votato il racconto

Esordiente

Bello!Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work