Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

fastcar

Di Howl
Pubblicato il 18/12/2020

46 Visualizzazioni
17 Voti

Posso parlare di quello che mi pare no? Tipo, che ne so, della mia macchina? È una Ford Fiesta dell’ottantaquattro, me la sono pagata con la campagna di quest’estate che sono andato a farmi fare il cosiddetto da Ghirardelli. Quattro mesi a sfondarmi la schiena sui campi e, te l’assicuro, al Monumento non mi hanno mica visto fino a che non è cominciata la scuola. Mi son fiondato lì un pomeriggio, mi piaceva che nessuno degli altri lo sapesse, così no, gli ho visto quel brutto muso e i loro motorini fiappi e, guarda, gli ho riso in faccia, sicuro, e volevo fargli una foto a Bolo che si faceva sempre le seghe sul suo Typoon marcio. Tanto quello non ti ci porta mica a Fé, gli ho detto. Erano lì, tutti quanti, sotto uno schifo d’idolo militare al devasto, e c’andavano giù di merit, o di ceres, o vallo a sapere che cosa, e arrivo io con la mia Ford sotto il culo e lo stereo a palla coi Nirvana. Alla fine, passato che non c’avevano capito poi molto di quello ch’era successo, si sono buttati dritti sul cofano, dandogli delle pacche, lisciandolo, facendo tutti i lecchini che dovevo portarli su, o andare di qua o di là, che mai prima d’allora mi avevano cagato così tanto.

Altre cose poi: non ce l’ho la tipa anche se adesso che ho la macchina a scuola mi guardano. Sono in terza ‘ché sono stato bocciato due volte, una in prima e un’altra l’anno scorso. Non sono un gran ché è vero ma, a parte il fatto di studiare, la scuola mi piace, voglio dire, tutto il discorso dell’intervallo, l’aula magna, le tipe, le sigarette, e poi è sempre meglio che andare a sgobbare in campagna, a quello mi ci obbligano già i miei ogni estate. Tipo, quando gli ho chiesto di comprarmi la macchina, loro mi han detto d’andare a lavorare. L’anno scorso mi son pagato la patente e poi quest’anno la Ford. Sono stato il primo del mio gruppo.

Di solito arrivo all’Itis alle otto e venti, parcheggio, mi fumo una sigaretta senza che mi sfondino, e me ne sto lì a guardare il cortile che si svuota. C’ho un po’ di pensieri in testa, tipo che non so cosa fare dopo la scuola, perché non c’è niente che mi piace davvero, a parte andare in giro con la mia Ford e gli altri. I miei non sono messi così male, lavorano tutti e due, e mia sorella va all’Università proprio quest’anno. L’unica cosa che credo di essere bravo è fare i disegni. Ci faccio le caricature dei prof e dei miei compagni. A volte ci scrivo sopra delle vignette e fanno scompisciare. Ma poi, che ci faccio con queste robe? Non credo ci si possa campare, almeno non da queste parti. C’è un mio amico che mi ha detto tipo che posso fare la scuola di comics a Firenze, ma non so, a me sembra un’altra perdita di tempo e i miei mica me la pagano una cosa così, a vuoto, tanto più che mi rimangono ancora tre anni e sono già il più vecchio della classe e tra un po’ sarò il più vecchio della scuola. Che schifo. Quelli che erano con me in prima, quest’anno si diplomano e un po’ mi fa venire il magone. Voglio dire, è gente che ci sono cresciuto, Bolo e Rove sono nella mia compagnia, Tiz e Crepaldi me li son trovati qui al Lido perché sono di Massa, ma c’avevo preso confidenza. Vanno tutti avanti come treni. Io mi tengo i miei disegnini e la mia testa inutile. Che vuol dire? Quest’anno ripeto l’anno, altra gente, le stesse menate. I miei mi dicono di non prenderla sotto gamba, che se vengo bocciato un’altra volta devo trovarmi da lavorare. Mi sento vecchio, ecco. Qua è tutta una perdita di tempo, non c’è niente che mi può servire. Magari dovrei ricominciare tutto da capo, scegliere una cosa diversa, tipo arte, ma poi, anche lì, c’è da studiare e impegnarsi, e non è che posso fare solo i disegni. Voglio dire, non sono un artista o che altro, faccio bene solo le caricature, i fumetti per bambini, ‘ché sono uno che gli piace ancora Topolino, ma questo non lo sa nessuno. Mica lo posso andare a dire in giro. Non si fa.

Così: la macchina. È la prima cosa vera che mi sono comprato e anche se non vale niente, e che tra poco tutti i miei amici ce l’avranno, almeno mi fa sentire bene. Sono stupidaggini lo so, se ne andrà e verrà messa da parte come tutte le cose belle e io invecchierò in questo paese, con la stessa vecchia malora.

Non so, ieri ho ascoltato questa canzone perché prima di sera mi piace prendere la Ford e andare in giro per la campagna senza che ci vado da nessuna parte. Vien buio presto, ma ci sono dei momenti che il sole non è ancora tramontato e sta lì rosso sui campi. Non siamo ancora in inverno, magari tra qualche mese mi ritornerà lo schifo di vivere da queste parti, ma adesso questi momenti mi piacciono un casino perché sono come nuovi per me. Con la mia macchina che non vale niente e la radio accesa su una stazione a caso, guardo tutto quello che c’è fuori come quand’ero bambino e il mondo mi sembra senza fine. È perfetto. Voglio dire, è tutto diverso, io mi sento proprio diverso, che va tutto bene no? liscio, pieno di vita. Fa ridere a dirlo, perché invece è lo stesso schifo di tutti i giorni, tipo che se non ci fosse il parabrezza e la musica, cos’è che cambia dico. Invece me la gusto per bene, poi quando faccio lo stradone di Belfiore, che è tutto lungo e senza buche e non c’è mai nessuno, schiaccio l’acceleratore e metto al massimo il volume e mi capita, tutte le volte, che mi si alzano i peli delle braccia, e io mi sento così sradicato no? da tutto questo, come se non ne facessi più parte, che fossi un altro, qualcuno che quando lo vedi per strada sai già che andrà da qualche parte nel mondo, non so se mi faccio capire. Voglio dire, io proprio non riesco a immaginarmi tra tre anni, se va bene e mi diplomo s’intende, che faccio dopo, che m’invento, dove vado. Mi sento un burrone nello stomaco, praticamente tutti i giorni. E ieri ho ascoltato questa canzone no? e quello alla radio ha detto che era fastcar di una tipa che si chiama Tracy Chapman, e io non ci capisco niente di queste cose, ma dentro c’è stato tutto questo che ti ho detto, schiacciato per bene, e me l’ha raccontato intero il mio tempo, come mi sento e cosa faccio per non sentirmi più così ‘ché se fosse stato per me, invece, sarei andato in pezzi. Che circo. A volte penso a queste cose la mattina prima di entrare in classe, è il momento che mi piace di più, perché ci sono anch’io per un po’, anche se sono fuori e li guardo entrare, e c’è qualcuno come me che farà tardi, ma non importa. Davvero.

E adesso, non so che altro dire.

Logo
6416 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (17 voti)
Esordiente
11
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
1
Belleville
0

Voti della scuola

Large default

Redazione ha votato il racconto

Scuola

Caro Howl, il tuo racconto è stato commentato da Cristina Marconi per la rubrica "La scrittrice che legge". Guarda il video su BellevilleNews.Segnala il commento

Commenti degli utenti

Large aef1279e 3569 4d57 bd84 489222bbd0ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta Spagnoli ha votato il racconto

Scrittore

Bello!Segnala il commento

Large img 1431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore

Bravissimo, un lungo monologo che cattura e delinea il personaggioSegnala il commento

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Chiunque sia il protagonista dei tuoi racconti, non si può non ascoltarlo. Cattura il lettore all'istante dentro il suo mondo, e lo lascia lì anche a racconto terminato. In attesa di riascoltarne la voce.Segnala il commento

Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Splendido.Segnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large 49199479 758130297888306 1334725198208827392 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20191019 wa0049.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ino3083 ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajzt7nsl rzh7o6rq5jptmxfuictattxrdrhbzfn=s50 mo?sz=200

Andreasololettore ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Bravo come sempre, camaleontico e capace di "modulare" il linguaggio. Una domanda, pero: com'è che non leggi mai i racconti degli altri? O magari li leggi, però non li voti.... !? Sono cavoli tuoi, d'accordo, però me lo sono chiesto, e ora lo chiedo a te. Com'è... ?? Non pretendo una risposta, sia chiaro, ma dovevo chiedertelo. Stai bene.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Molto bello, perfettamente a fuoco il linguaggio e il pensiero di un adolescente di provincia. E non solo il pensiero - anche e sopratutto quel sentirsi ai margini (per le bocciature, per la famiglia) e desiderare tanto tanto di fare parte del gruppo.Segnala il commento

Large 13 34 51 v2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

stile a puntino. "burrone nello stomaco" rende molto bene. e fastcar di Tracy Chapman mi piace.Segnala il commento

Large 8ec88bc3 6486 4d13 92c3 64153dbadcd4.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Alessandra Nitti ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Marvin ha votato il racconto

Esordiente
Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente

BravissimoSegnala il commento

Large img 20210226 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Howl

Scrittore
Editor
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee