Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Avventura

Fattucchiera

Pubblicato il 19/09/2019

Un matrimonio fallito, una madre sempre più alienata, un padre che cerca di portarle via i due figli

32 Visualizzazioni
17 Voti

Fattucchiera

- Fattucchiera! Strega! - Le dico ed esco di casa con i miei figli.

“Basta, oggi li porto via”. Questo mi ero ripromesso e adesso lo faccio.

La follia della madre dei miei figli sta colando su noi tutti. Dalla porta aperta ho intravisto l’appartamento buio per le tapparelle abbassate e i suoi pennuti imbalsamati pendere dal soffitto fino a dove l’occhio ha potuto spingersi. Da un po’ si consacra alla tassidermia. Come il resto dei suoi hobbies è diventato un rito; stavolta è una pratica esoterica.

Quando arrivo a prendere i miei due figli mi apre con il grembiule da lavoro imbrattato di sangue, un bisturi in mano, l’odore di formalina che impregna lei e l’aria dell’appartamento.

Giorni fa sono entrato per stare con i bambini mentre lei usciva per una commissione. Ho aperto il frigorifero alla ricerca del latte per la merenda; il tetrapak mi è scivolato dalle mani. Gli ultimi due ripiani erano stipati di uccelli morti nelle loro custodie di plastica trasparente da cui fuoriuscivano penne nere o colorate, dure o morbide di corvi, pappagalli, civette. Ho intravisto anche un barbagianni. Quando mi sono voltato la bambina mi ha guardato, ha percepito il mio sconcerto, mi ha preso per mano, fatto sedere e mi ha porto un bicchiere d’acqua facendo spallucce.

- Sai, lei adesso fa l’imbalsamatrice - ha detto.

Il bambino, cinque anni, mi ha condotto senza parole nella loro cameretta. Alle pareti poster di animali imbalsamati, sulle mensole sopra i letti una fila di cavie da una parte e cornacchie dall’altra. Pose di prova, fauci spalancate, becchi aperti, ali spiegate.

Così ho deciso che li avrei portati via da quella casa di morte.

Ci allontaniamo e lei sulla porta ci guarda senza espressione. La gonna sudicia, i capelli un cespuglio informe.

I bambini vogliono il solito gioco dell’ascensore: loro in ascensore ed io sette piani di scale a piedi. Si fa a chi arriva primo. Li lascio sempre vincere per regalare loro il gusto di sorprendermi con un urlo da dietro la colonna a piano terra ed io a fingere lo spavento.

Per le scale, che scendo senza fretta, mi chiama al telefono mia madre. Si informa se ho preso i bambini. Ci aspetta a casa. Prendo accordi e già che ci sono mi fermo e chiamo mia sorella che venga a casa anche lei a dare una mano. E poi cerco sul web la musica che esce dalla porta del 4° piano fortissima: The Phantom of the Opera - Prague Cello Quartet. La colonna sonora che ci vuole per oggi.

Arrivo in fondo e mi preparo alla sorpresa, ma stavolta non succede nulla. Chiamo e mi guardo intorno. Comincio a essere preoccupato. Frugo il pianerottolo, scruto anche fuori dal portone, esco sul marciapiede. Il tempo passa e di loro nessuna traccia. Adesso chiedo al primo che entra dalla porta se c’è un’altra uscita. Fermo un inquilino e domando dove si possono essere nascosti.

- Sa, l’ascensore scende fino ai garage – mi dice.

- Non lo sapevo.

Mi faccio aprire la porta che conduce ai garage e cerco quello della mia ex-moglie.

Rumore di motore esce dalla porta della rimessa. Apro pronto a fermarla. Intravedo le teste dei bambini in auto. Una puzza soffocante.

Sono tutti in auto, lei e i due bambini. Le teste reclinate. Ha acceso il motore ma non ha aperto la saracinesca del garage.

Logo
3230 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (17 voti)
Esordiente
16
Scrittore
1
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Jico ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Mirella Baldi ha votato il racconto

Esordiente

Idea originale e intrigante. Tiene il lettore.Segnala il commento

Large 1556961005612516394346.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

ANNA STASIA ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190913 wa0003.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Grazia Omy ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Cinzia Z. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190803 142034.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Photo

Dona ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large fb img 1455357798620.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente

Gulp!!Segnala il commento

Aaue7mapsppwdqd4osijhuizm0awk5gsr yemegbwyjhnw=s50?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Bella la parte dell'imbalsamatrice. Non mi convince la morte (inverosimile il gas nel contesto descritto).Segnala il commento

Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 20190721 162445.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Tra l'agghiacciante e il terrificante....ma la fine, è un pò monca. Non riesce a dare il colpo di grazia finale. Per fortuna, forse...Segnala il commento

Large screenshot 20180713 185332 1.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Vaguzzina ha votato il racconto

Esordiente

Mi ha fatto venire i brividi, molto intenso. Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2253.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di dioranna

Esordiente