leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

FERRAGOSTO

Di vita e passione - Editato da Maddalena Frangioni
Pubblicato il 15/08/2019

Ricordo di un Ferragosto passato, lontano.

39 Visualizzazioni
16 Voti

C’è ansia stanotte, nessuno riesce a dormire, non si pensa ad altro, domani quindici agosto è il giorno più importante dell’anno, il più atteso, che arriva e colpisce anche quelli che sembrano indifferenti, distaccati, distratti. Il primo rintocco subito dopo mezzanotte ha avvertito a distanza che il giorno fatidico è giunto senza intoppi né intralci. Il calendario mostra la fine dell’attesa e l’inizio della rinnovata avventura.

Tutti sono pronti a godersi l’insolito giorno in tempi e modi da concordare. In casa mia era la festa più bella, mia madre quel giorno si staccava dalla macchina da cucire raccoglieva i fili finiti per terra, rassettava la stanza da lavoro chiudeva, le finestre alla luce e il buio la inondava fino alla riapertura. Il 15 è il 15 non si discute, è la giornata dedicata al DIO SOLE. Per noi bambine portate al mare a giocare con la sabbia, a saltare tra gli spruzzi delle onde, a divorare la zuppa preparata il giorno prima dalla mamma, a addentare la grande fetta di cocomero che lasciava tracce di rosso vivo sulla maglietta difficili da cancellare era il giorno della felicità. Tanti i ricordi di quella giornata convulsa. “Hai sistemato bene la borsa?” grida la mamma al babbo che da mezz’ora non fa che riempire la giardinetta di borse e sacchetti. “Attento alla borsa gialla, lì c’è la zuppa di cipolle che non deve subire troppi scossoni altrimenti…e il sacco con la frutta è sistemato bene? Mi raccomando Renato l’anguria deve stare comoda per arrivare integra e fresca”. Poi il breve viaggio nella giardinetta tutti stretti, io e le mie sorelle, le gambe raccolte nel piccolo bagagliaio, entusiaste della bella giornata. Gridi, urli, corse e mal di pancia erano i classici effetti di tanta felicità che scemava fino a spegnersi a sera nel viaggio di ritorno quando la notte si portava via Ferragosto e mia madre tornava a cucire mentre noi bambine sognavamo a occhi aperti sperando che Ferragosto tornasse al più presto. Ferragosto è tornato, Ferragosto torna ogni anno, non salta un anno, non salta un mese, ha una sua dignità, merita tutto il rispetto. Sono io che con gli anni nel perdere l’incoscienza della fanciullezza ho smarrito il senso della felicità del “mio” Ferragosto, di cui oggi rimane soltanto il vuoto di una bella parola.

Logo
2288 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (16 voti)
Esordiente
13
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large foto cv.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Nicolò ha votato il racconto

Esordiente

Nostalgico, proustiano...Segnala il commento

Large 20190803 142034.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Phrasikleia ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20170602 wa0005.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Danilo ha votato il racconto

Esordiente
Large b4f01faa 7950 43d1 b364 5c1377b2667d.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Phi ha votato il racconto

Scrittore
Large forrestgump.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Scrittore

Fotografia nitida e nostalgica del tempo passato. E proprio perché ben scritta ed efficace, il commento finale mi sembra un po' superfluo.Segnala il commento

Large img 1431.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Esordiente

Il potere della memoria che rende struggenti i ricordiSegnala il commento

Large c1d95d75 cf89 4a0c ae7e adbd372f1fe8.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tella ha votato il racconto

Esordiente
Large studio 20181207 231846.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Etis ha votato il racconto

Esordiente
Large 1556961005612516394346.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

ANNA STASIA ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190913 wa0003.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

di vita e passione

Esordiente
Editor