Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

ConcorsiIL TITOLO E ALTRI RACCONTI

Genio lui genio le sue parti

Pubblicato il 02/06/2018

Genio lui genio le sue parti è la storia del mignolo di David Foster Wallace. Cosa può raccontare un mignolo di sé e del suo padrone? E gli occhi di Omero, il cuore di Poe, il ciuffo di Fitzgerald, i baffi di Marquez, le orecchie di Kafka, il pisello di Miller cosa racconterebbero dei loro padroni?

114 Visualizzazioni
62 Voti

Gattonai con lui per la prima volta quarantacinque anni fa. Dopo qualche mese iniziammo a camminare. Fino alla scuola primaria filò tutto liscio, il problema si pose all’ingresso della High School. Si mise in testa un casco da football e prese tante di quelle botte che non ne fui escluso. Quando decise di abbandonare il football, sperai che si iscrivesse ad arpa birmana, ma optò per il tennis. Iniziò il periodo più duro della mia vita. Il giovane tennista per menare il rovescio incrociato aveva sviluppato uno strano movimento, che io definii “la mossa del granchio la cui chela m’incula”. La strana postura consisteva nel girare il piede destro verso l’interno con un movimento della caviglia che culminava con una rotazione. Nell’istante in cui colpiva la pallina, spiccava in volo con un leggero saltello, facendo leva su di me: il suo mignolo! Do-lo-re: sillabare era l’unico modo per mascherare la sofferenza, lo annunciavo un attimo dopo il piede perno e un attimo prima del saltello: era un tuffo nel do-lo-re. Le due pause che separavano le tre sillabe erano sospensione, fuga, libertà in quella prigione del game set match. Desideravo che gli avversari gli tirassero il dritto incrociato o il rovescio lungo linea. Ma era proprio lui che portava l’avversario a giocargli quel colpo, giocando a me quel tiro. “Giudice di sedia, interrompi l’incontro: è il massacro di un innocente. Annuncia un uragano imminente, qui ne va della mia vita, callo di cane”.

Per quanto fossero pump, io ero al buio e sudavo in quei calzari gomma fuori e spugna dentro. Maledetto sponsor, maledetto destino di ultimo avamposto del piede perno con appoggio sull’esterno. Fossi stato interno avrei trascorso una gioventù più spensierata, senza colpi di scena sì, ma più spensierata. Per fortuna che nei ritagli di tempo si dedicasse alla lettura. Erano ritagli in cui era solito distendere le gambe. Io, in quella distensione, mi addormentavo beato e pieno di ossigeno. Questi ritagli iniziarono a divenire sempre più frequenti. A ventuno anni decise di abbandonare il tennis e di iniziare l’attività di scrittore a tempo pieno. Furono anni placidi, dormienti. Non mi misi in testa di condividere i suoi panorami visivi e mentali. Mi preoccupavo solo di non essere sbattuto qui e lì. Infatti, a cadenza periodica, si alzava di scatto e in una frenesia inaspettata s’infilava le sue pump gomma fuori spugna dentro e gli dava di brutto per una decina di chilometri facendomi correre su ogni superficie che si presentava sui suoi passi di atleta dedito al jogging.

Il peso dello scrittore corridore era troppo per un povero mignolo qual ero. Digrignavo i denti alle pendici della mia povera unghietta e non passava do-lo-re: sillabe a me. Ne inventai di nuove: at-ten-to al-la cac-ca, che tu pos-sa fer-mar-ti al pri-mo bar, an-dia-mo a far-ci un ba-gno nel-l’ o-ce-a-no: chilometri di sillabe.

Poi venne il tempo de Lo scherzo infinito. Fu un verso di Shakespeare a cambiarmi per sempre la vita. Prendendo spunto da questo verso, si dedicò alla stesura di un romanzo fiume. Non ho mai avuto la possibilità di leggerlo, ma per come ha iniziato a viaggiare comodamente seduto e per gli spostamenti che ha percorso in tutto il mondo, tutti noi, parti molli e parti dure, falangi, falangine e falangette capimmo che quel romanzo fece scalpore e divenne un caso internazionale, tale da essere considerato dall’opinione pubblica un capolavoro e un capolavoro di scrittore colui che lo scrisse, cioè quello colui al quale sono attaccato al piede.

Un giorno in una libreria dell’Oregon sentii dire a uno studente che si stava allontanando dopo essersi fatto autografare il libro da lui: “che darei per essere il suo mignolo”. Fu in quel preciso istante che dimenticai le sofferenze patite, i torti, le storte, le appropriazioni indebite di calzini che si incollavano sotto di me, le vesciche, i colpi di forbicina sforbicianti, i pediluvii mancati (se ci penso le i diventano tre). Dimenticai tutto. Se un giovane in carne e ossa voleva incarnarsi nel mignolo di Dave, cioè in me, voleva dire che non avevo vissuto un’esistenza inutile, potevo, cioè, anch’io al par suo, sentirmi un genio: genio lui genio le sue parti. Gridai tutto d’un fiato: viva la vita. Ora non sillabavo più.

Ma sul più bello mi ritrovai penzolante nel patio di casa e lui che non parla, non scrive, non sorride, non gesticola, non muove un mignolo, cioè io, cioè noi, cioè tutti. Le oscillazioni del corpo si stavano affievolendo, sentii un calore venirmi incontro con tutta la sua furia di fiamma. Fuoco in gola, fino ai piedi, fino a me. Percepii una presenza. Era sua moglie. Iniziai a urlare: “salvami, io sono ancora vivo, tagliami”. Urlai fin quando non lo distesero orizzontale su morbidi cuscini. Poi chiusero tutto.

Io sono ancora qui, sono sopravvissuto. Barlumi di vita sono ancora in lui, intermittenti, ma ci sono. Infatti è stato lui a dettarmi questa storia.

Per sempre mignolo, David Foster Wallace.

Logo
4962 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (62 voti)
Esordiente
62
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore
Large aef1279e 3569 4d57 bd84 489222bbd0ab.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Roberta Spagnoli ha votato il racconto

Scrittore
Large default

FabRosi ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Ari Anna ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Claudia22 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Mille500 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Daniela66 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Laura tenore ha votato il racconto

Esordiente

Semplicemente Stupendo! Segnala il commento

Large default

Russo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Manuel Coby ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Ivans ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Vally82 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

aryary81 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Pirsig ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Isacicci1 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Monterosello ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Rox ha votato il racconto

Esordiente
Large default

maxnunni ha votato il racconto

Esordiente

Bello!!!Segnala il commento

Large default

Clorinda82 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Mariannap ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Stile ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Ranista con i controc... ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tigra ha votato il racconto

Esordiente
Large default

rox long ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Rosello ha votato il racconto

Esordiente
Large default

ilabotti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Francy8 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Typee75 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Fede98 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Giustina89 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Egidio Mitidieri ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Enrika ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Bizio91 ha votato il racconto

Esordiente

Molto ben scritto !Segnala il commento

Large default

CristinaBorrelli84 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Silvestro ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Giovy ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Stella33 ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Girasole23 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Persia ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Ianny ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Cristydigrazia ha votato il racconto

Esordiente
Large default

maercheschi ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Paolianni ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Archang ha votato il racconto

Esordiente

Racconto Delizioso.Segnala il commento

Large default

Comits ha votato il racconto

Esordiente

Racconto molto interessante! Segnala il commento

Large default

nunzia ha votato il racconto

Esordiente
Large default

PM1 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Assu86 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Monica Bonino ha votato il racconto

Esordiente

Divertente e arguto!Segnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Manuela Siano ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Rita Mellace ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Mery ha votato il racconto

Esordiente

Racconto molto travolgente e interessanteSegnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Filippo Ceccarelli ha votato il racconto

Esordiente
Large default

LunaPark ha votato il racconto

Esordiente
Large default

profeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Fishing ha votato il racconto

Esordiente

FAR PARLARE UN MIGNOLO... SOLO DAVID FOSTER WALLACE POTEVA Segnala il commento

Large default

Alfred Butler ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Sere Ro ha votato il racconto

Esordiente
Large shutterstock 164781296.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di Luj Maj

Esordiente
Editor