Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Giustizia da spiaggia

Pubblicato il 03/06/2020

In riva al mare, chiacchierata tra i peggiori costumi nazionali

40 Visualizzazioni
13 Voti

«In caso di crollo, la responsabilità non è del sottoscritto» ribadisce l’ingegnere, l’ideatore dell’ecomostro.

La galleria, scavata a meno di un metro dal mare per portare l’acqua salata oltre un muro squadrato, si sfalda ad ogni piccola onda.

«Sei sicuro che l’opera supera la nottata?» chiedo incuriosito.

L’intenzione dell’autore è creare un laghetto artificiale, poi una serie di costruzione con doppio affaccio: lago e mare.

La fantasia (perversa) al potere.


«Assumi un architetto per rendere il progetto più armonico» suggerisco tra il serio ed il faceto.

L’ingegnere sghignazza, sembra soddisfatto della sua nuova creatura.

Interviene l’Avvocato: «preparo le carte per il condono?».

Perché nella giungla della burocrazia, è noto che lo scempio ambientale è risanato con una multa mentre l’abbattimento del «mostro» risulta utopia.

Alzo il tiro.

«Propongo un software gratuito già obsoleto che necessita di un upgrade per funzionare. A pagamento ovviamente».

Risata generale.


In riva al mare, spogliati dagli abiti da lavoro, con le mani ancora sporche di sabbia ed i piedi nell’acqua limpida, ironizziamo sui peggiori costumi nazionali.

L’incontro sul bagnasciuga è casuale: quattro sconosciuti riuniti intorno ad un secchiello ed una paletta, quattro individui che nella frenetica quotidianità non si scambierebbero nemmeno un buongiorno.

Consci della leggerezza del momento, ognuno spara la sua.

«Perfetto! Tanto paga la Comunità Europea!» sentenzia il tizio con i capelli da surfista (un commercialista?).


Il gioco diverte finchè il ritmo è incalzante.

Appena cala l’istante di silenzio, la magia che unisce quattro sconosciuti svanisce con l’infrangersi dell’ultima onda sulla galleria illegale.

L’ingegnere termina l’opera purificatrice iniziata dal mare.

Sulla battigia non restano tracce di opere abusive, solo le orme testimoniamo questo incontro inedito.

Ci salutiamo con un sorriso imbarazzato, non ci vedremo più.

Stavolta la Giustizia trionfa, il piccolo «ecomostro» è sconfitto.

Logo
1978 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
11
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large default

A. Bibi ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large bbbbbb.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Avresti dovuto allungarlo... così com'è, appare troppo compresso, come se ti fossi dovuto - o voluto - contenere, per il timore di affondare troppo il coltello, ma in certi casi, credo proprio che si debba affondare, il coltello, per vedere cosa c'è sotto... alla superficie. Segnala il commento

Large 98f662d3 1d06 41c8 a9a2 b3d398111485.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Mi è piaciuto e secondo me avrebbe meritato maggior estensione. Ben congegnata l’idea della giustizia da spiaggia, metafora della realtà raccontata con la giusta dose di ironia. Una curiosità: come saranno i capelli da surfista?Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large amelie 1024x593.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Storia d'Italia tra ecomostri, giungle burocratiche, condoni, gallerie illegali, ecc. Ad alleggerire la realtà, la sana e italica ironia.Segnala il commento

Large 20220521 204723.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helenas ha votato il racconto

Esordiente
Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Quando l'ironia è una cosa sana.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

L'Italia vacanziera è la medesima di quella di tutti i giorni! :-)Segnala il commento

Large mariomonfrecola social 2020.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di mariomonfrecola

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work