Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Gli altri

Pubblicato il 25/07/2021

avevo solo sospeso. Ma vi ho letti. Pure a una fugace lettura a occhio e croce mi sembrate tutti bravi. Io non ho avuto nulla da dire ultimamente. O forse mai in effetti. Buona domenica.

166 Visualizzazioni
32 Voti



Sono in un certo senso allocentrica.

Gli altri mi affascinano in molte cose. Praticamente in tutto e da sempre.

 Il papà degli altri, che vendesse macchine o facesse i turni in fabbrica con la tuta blu o fosse collocato in un fumoso studio in giacca e cravatta, o dietro a un ceppo ricoperto di un grembiule da macellaio con ascia spietata tagliasse il costato agli agnelli morti, appesi al gancio. 

La mamma degli altri che avesse il negozio di vestiti, o facesse l’insegnante, e poi basta, che le mamme degli altri che conoscevo io declinavano in mille modi la casalingaggine tolte le negozianti e le insegnanti, anch’esse in fondo casalinghe part time. Il modo, ad esempio, delle mamme altrui di cucinare e rigovernare. Le loro sottilette, le loro fettine, le loro margarine.

Le case degli altri, i loro giardini, i loro balconi, i loro tinelli.

 Le cose degli altri, le impronte sui loro cuscini, le loro saponette sui portasaponi, il loro talloni nella sabbia, le marche dei loro vasetti di yogurt, i loro citofoni, l’attaccatura dei loro capelli, i denti eventualmente incapsulati, i peli del naso, le ricrescite candide, le scarpe, le sciarpe. Le varianti dei loro personali minestroni, delle loro caffettiere, dei loro cartoni di latte, dei loro biscotti sui nastri della spesa. Le lenti dei loro occhiali, l'odore degli interni delle loro automobili.

I nomi degli altri. Rosa, Angela, Marilena, e poi Gaia, Valeria, Eleonora, Gianni, Pino, Franco, Enzo (scusate mi vengono solo nomi dei papà). I nomi degli altri sono sempre stati visibili come disegni.

L'oggetto amato si confonde come una statua di sale nel mare sicché non lo trovi mai. Prova a cercarlo. Non c’è. Meno male che ci sono gli altri. Gli altri li vedi, li annusi, li odi (nel senso di udire!!), a volte li tocchi.

Degli altri si vedono bene scarpe e caviglie, pance e polpacci.

Non tracima la loro anima nel corpo.

 Che ne so di loro?

Devo basarmi su una fronte bassa?

Su un sopracciglio boscoso? O su occhi vicini?

 Cosa dovrebbero dirmi di loro?

Degli altri ho sempre una impressione istantanea e, se del caso, una compassione circoscrivibile, di cui si può riferire su cui si può relazionare. Come un referto del colesterolo e della glicemia. La compassione segna in quegli istanti dei punti di riannodo, dei passaggi di unione tra me e gli altri.

L’oggetto amato è sempre assente e se pure se lo vedi ogni giorno, non lo distingui, rimane sempre o come la sua risonanza o come l’anticipazione della sua assenza o della sua possibile, definitiva scomparsa. Sicchè è una fatica e una sorpresa. Il trasalimento dell’amore. Un trasalimento tra il pensiero dell’oggetto amato e la sua percezione visiva olfattiva uditiva. Si applica a qualunque oggetto amato e a qualunque tipo di amore.

Riguardo tutti gli altri invece c’è un valido scollamento tra pensiero e percezione. 

Prima la percezione e poi il pensiero. 



Logo
2879 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (32 voti)
Esordiente
22
Scrittore
10
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 20200410 070021.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco Battaglia ha votato il racconto

Esordiente

Per me hai già vinto con "le impronte sui loro cuscini" ;)Segnala il commento

Large fb img 1603036265643.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Nicol70 ha votato il racconto

Esordiente
Large 337966 2381029728663 775384 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

terrybu ha votato il racconto

Esordiente

Assente. Ne vengono in mente tante da de Rougemont a Barthes....Segnala il commento

Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 16192668291179157.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonella Avolio ha votato il racconto

Esordiente
Large ea21f666 ad06 4f66 9dc1 8399176a7da4.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

doktor ha votato il racconto

Scrittore

Non avere nulla dire ed esserne consapevoli non è una brutta cosa. Fra l'altro, è meglio che parlare in continuazione con lo stesso grado di compulsività di un bevitore accanito e pretendere che gli altri ti ascoltino e rimanerci male se non lo fanno. Osservare, ricordare: percepire. Custodire dentro di sé la congerie di sparsi frammenti che fanno il mondo senza provare a ricostruirlo in forma coerente come spesso si fa con chi si ama. Quest'ultimo- quello che tu chiami l'oggetto amato- questo sì che è un bel problema. Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

È un’interessante disquisizione, elegante anche, per come esponi. Oltre al raffronto fra l’oggetto amato e gli altri, io aggiungerei quello fra gli altri che conosciamo e quelli no. Quelli di cui non sappiamo niente e ci troviamo a immaginare le loro vite sbirciando il carrello della spesa ( a me succede) o studiando come dici tu alcuni dettagli, magari seduti in autobus, o in fila alle poste. Brava, lo condivido in toto.Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Un elenco non ozioso, a volte inquietante, come i peli nel naso, altre singolarmente onesto, come la compassione circoscrivibile, su tutto l'amoroso trasalimento che ci trascende, restituendoci alla filogenesi.Segnala il commento

Large default

Andreas ha votato il racconto

Esordiente

Nonostante questo scritto che è bello in sé, secondo me un po' egocentrica lo sei, ho notato che voti solo chi ti fa complimenti e raramente gli altriSegnala il commento

Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20210203 wa0000.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Annacod ha votato il racconto

Esordiente

Buon lunedì ti leggo con ritardo ma è un piacere leggerti. Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

che bella sorpresa quest'oggi. sempre acutissima, tocchi superfici profonde. io guardo anche la "camminata" degli altri, per tacer del resto. buon lunedìSegnala il commento

Large 13 34 51 v2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

(sei tornata!) le cose degli altri: sembra che tu voglia entrarci, nei loro capelli, nelle loro sottilette, e allo stesso tempo continuare a far volare il tuo sguardo intorno, o forse riesci a fare entrambe le cose contemporaneamente e senza fretta. e poi le tue parole, parole belle come compassione e trasalimento, e quella riflessione sull'oggetto amato. Segnala il commento

Large img 20180626 wa0139.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

FilippoDiLella ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Bentornata, Cristina... sì sentiva la tua "presenza" nella tua assenza: e concordo con Adriana, quando dice che questo è il tuo brano più "intimo" e senz'altro uno dei più belli, perché riesci ad essere "centrifuga" mentre sei assolutamente centripeta, e gli elenchi sono sempre interessanti, perché non hanno la scusante di voler essere troppo altro. Chè poi, non è forse un "elencare continuo" lo scrivere, in toto, dei nostri pensieri, e del nostro bisogno di rappresentarli?? Percezione/pensiero/rappresentazione... and so on, con tutte le varianti possibili. Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Sì, sguardo analitico ma anche un bell'uso della lingua. Non amo gli elenchi ma qui era indispensabile per evidenziare il tuo essere allocentrica. Che non risulta essere una brutta parola.E poi lo siamo un po' tutti, anzi parecchio.Segnala il commento

Large on the road.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

omALE ha votato il racconto

Esordiente

Chi sono gli altri?Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Molto bello, Cristina. Anche questo a suo modo è un elenco, e come ho detto amo gli elenchi poetici. Come dice Ceci, di te colpisce lo sguardo attento al particolare, analitico. E, almeno in questo caso, lo sguardo si posa con grazia sui particolari, senza giudizio.Segnala il commento

Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Sì che hai da dire. Mi é piaciuta molto la tua attenzione ai dettagli, direi quai commovente questa indagine agli usi e ai consumi delle persone che incroci nella vita. E rimane un po’ dentro l’impronta sul cuscinoSegnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20171112 181036.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonietta Cocco ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Molto piaciuto :)Segnala il commento

Large default

Kenji Albani ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200223 150344.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Michela_ ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20181019 185533.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cecibraci ha votato il racconto

Scrittore
Editor

e' proprio quel tuo sguardo curioso, analitico e insieme distaccato sul mondo e i suoi abitatori la tua cifra, riportato con acuta eleganza quando ne scrivi. Brava come sempre.Segnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

L’importante esserci… molto bello Segnala il commento

Large 49199479 758130297888306 1334725198208827392 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente

Grande ritorno con un magnifico testo, denso, riflessivo, nostalgico, penetrante. Complimenti Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Bentornata Cristina. Percezione e pensiero, come dire: apparenza ed essenza, risposte omologate e domande che esigono verità. È il brano più bello che tu abbia pubblicato, il più intimo. Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Ora che sei tornata, mi sento un po' più a casa di prima... è sempre bello leggerti perché la tua scrittura è leggera ma solo all'apparenza e, senza nemmeno che te ne accorgi, ti senti più sveglio, più intriso di sensi e significati... Ciao Cristina!!!Segnala il commento

Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente

The Others... è un sentimento filosofico. Segnala il commento

Large bc78d514 11fa 48c1 8961 06cdb2ae5474.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Christina Carol

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee