Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

ConcorsiIL TITOLO E ALTRI RACCONTI

Gli occhi alle pareti.

Pubblicato il 21/05/2018

Un racconto che fa parte di una raccolta. Quasi un romanzo. La vita di una donna eccezionalmente normale.

28 Visualizzazioni
10 Voti

     

Sua figlia aveva tre anni all’epoca. Portava spesso una tuta blu donata dall’associazione suore

della piccola comunità del sacro cuore.Erano state molto generose: si erano presentate una mattina poco dopo le sette e avevano suonato a lungo il campanello, La piccola piangeva per la fame e il latte usciva dal bricco schiumando sul fornello arrugginito, le Sorelle erano entrate guardinghe e curiose, avevano posato gli sguardi stretti dalla cuffia: ispezionavano il tavolo da campeggio, salivano alle finestre nude dove lei era solita guardare fuori mentre qualche amico provava a stringerle la vita in un abbraccio.

Il letto giapponese non era che un materasso appoggiato alle piastrelle a rombi,nient’altro che allietasse gli sguardi truci che perlustravano la stanza.

“- Se avessi saputo del vostro arrivo avrei messo un po’ più in ordine -“

 l’ho udita sussurrare dalla parete accanto, troppo sottile per mascherare la voce impertinente, mentre la immaginavo fare linguacce alla piccola , intimorita dagli abiti monacali.

Un odore di latte bruciato fece storcere il naso ad una di loro, più grassottella e con le lentiggini sul naso- Deodata credo fosse il suo nome.

-“oh. Ma non contiamo di fermarci cara. Passavamo di qui e abbiamo portato dei vestiti alla bambina. Magari potrebbero essere utili “-

Non aveva nemmeno terminato la frase che la mia vicina di casa prendeva la grossa borsa di vestiti usati e la gettava sul letto, spalancando la porta su una scala profumata al cavolfiore e senza finestre.

“- tornate a trovarci !”-

Uscirono in fila indiana lasciando nell’aria un vago odore di confetti e canfora.

Lei e la sua bambina abitavamo insieme, loro due sole. Da sempre.

Il padre ipotizzavo fosse un disegnatore di fumetti che aveva conosciuto ad una mostra a Roma, ma non ne ero sicuro : guardavo i suoi occhi nocciola e vi trovavo solo parti di loro due, fuse assieme in un’unica espressione divertita e allegra.

Immaginavo la bambina aggrappata a lei, mentre succhiava il latte con la cannuccia da un bicchiere rosso della coca cola.

In paese la si nominava spesso e si raccontavano storie di solitudine e povertà, eppure la sentivo cantare filastrocche in rima che mi facevano correre a prendere una biro per appuntarmele sulla carta bianca.

Le ho bussato una sera di settembre: aveva una molletta in testa che le raccoglieva i ricci e la sua bambina ritagliava con le forbici alcune immagini scelte da una rivista femminile: sul tavolo erano sparsi occhi di ogni colore e forma, così come sul muro stavano attaccati in ogni spazio un tempo bianco. Palle enormi con l’iride azzurra o marrone. L’occhio che osserva. Centinaia di occhi appesi alle pareti spoglie.

Ho avuto la sensazione di scoprire qualcosa di molto intimo, di fare parte di un segreto custodito da entrambe.

Tagliare. Incollare . Appendere. Occhi che guardavano occhi.

Quando si é trasferita il trasloco é stato fatto in poche ore. Una vecchia zia ha caricato due valige di abiti e qualche pentola in un sacco.

Mi sono affacciato alla porta per poterle salutare. Ma non ho visto altro che carta attaccata sul muro. 

Logo
3120 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (10 voti)
Esordiente
9
Scrittore
1
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large foto del 13 09 14 alle 21.02  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

YleBiancini ha votato il racconto

Esordiente
Large ti8.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Giodd ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Paraskevi Adam ha votato il racconto

Esordiente
Large default

faleotti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

mihaela ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Federica Dametti Bonetti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Betfra ha votato il racconto

Esordiente
Large default

siborell ha votato il racconto

Esordiente
Large pat.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Patrizia Martinelli ha votato il racconto

Esordiente
Large d4feb98f aeca 4fa5 bdbc 41ccd2955922.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Laura Zanasi

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee