Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Guardavo il Fuoco

Di LoSteNo - Scritto da Esordiente
Pubblicato il 23/11/2019

Dal Fuoco alla Neve, passaggio di fase.

55 Visualizzazioni
18 Voti

Guardavo il fuoco e nel fuoco c’era il passato fatto di sogni e canzoni dei Beatles e silenzi davanti al mare in Liguria a fine novembre.

Guardavo il fuoco e quella sera suonò il citofono ed era lei, lei chi? mi chiesi, perché non riuscivo bene a ricordarmi il suo nome, però la feci salire e fu una bella serata, fuoco, vino e mani intrecciate davanti al camino.

Quando uscì di casa mi sentivo un po' innamorato e un po' no, soprattutto perché faticavo a ricordarmi il suo nome, e poi si era spento il fuoco e mi ero intristito, mi ritrovavo solo a bere una roba forte, e bere senza fuoco acceso era deprimente, come un inverno senza neve in pianura.

Nel 1985 fece centocinquanta centimetri di neve a Milano, tutto era paralizzato e noi bambini non andammo a scuola e facemmo pupazzi di neve in giardino per quattro giorni consecutivi. Quello fu un anno memorabile, un anno come non ce ne furono più. Un anno da ricordare, in una vita da dimenticare.

Lei tornò altre volte, imparai il suo nome, e mantenni il fuoco sempre acceso, c’era sempre una bella atmosfera in casa, si può dire che ci affezionammo a quelle serate, come ad una serie televisiva di Netflix, una puntata ogni tanto, quando ne hai voglia, se ne hai voglia.

In quel primo inverno di frequentazioni, nevicò due volte, e lo ritenni un buon segno. La prima volta pochi centimetri, a Dicembre, si sciolsero subito. La seconda volta, a Gennaio, fece almeno trenta centimetri, e lo strato di neve rimase nei giardini davanti a casa per almeno dieci giorni.

Poi una sera iniziò a piovere, e piovve, piovve tutto il giorno seguente, e tutto sciolse. Quella sera di pioggia avevamo stabilito di vederci, ma la storia della neve sciolta mi aveva reso così disperato che per la prima volta la chiamai e le chiesi di non venire.

Iniziò a farmi domande, e si incrinò tutto. Non rispondevo, non rispondevo, il ghiaccio scricchiolava sotto i colpi del sole, e la tubatura per colpa del gelo esplose.

Non la rividi più.

L’inverno successivo fu molto secco, per mesi non piovve né nevicò. Un giorno arrivò il Burian, tutto si ricoprì di una neve fine e ghiacciata, tentai di togliermi la vita ma non ci riuscii.

Sentivo freddo, nudo nel bosco, ma un freddo piacevole. Mi trovò per caso un escursionista con le ciaspole che pensò di essere stanchissimo, provatissimo, tanto da vedere un uomo nudo nel bosco. Ero io, dormivo da poco, in ipotermia ma vivo. Mi salvò e gli giurai che per rispetto del suo gesto magnanimo non ci avrei mai più riprovato.

Volli bene alla Vita, al bosco e alla neve per molti dei successivi anni che vissi. Iniziai a mia volta a ciaspolare. Passavo intere giornate nei boschi senza mai provare il desiderio di incontrare qualcuno, soltanto accendere il fuoco, il mio fuoco, una volta rientrato in casa. Furono gli anni migliori della mia vita.

Una sera suonò il citofono. Era ancora lei, più vecchia ma anche più bella. Finalmente fummo capaci di lasciarci amare l’uno dall’altro, soprattutto io che nella prima esperienza mi ero negato. Ci amammo e rispettammo per tutta la vita ma poi la morte ci separò, le venne un colpo una sera in cui fuori nevicava, forte e gelido, come un mojito frozen lanciato sul tavolo da molto in alto.

Seppellendola non sentii dolore, alla fine fu quasi una liberazione, potei tornare alle mie faccende, e ricominciai a fare passeggiate nei boschi, senza tentare nulla di strano però, solo passeggiate e respirazioni fatte bene, profonde.

Canticchiavo un giorno di pioggia mentre camminavo nel bosco e mi si affiancò un uomo e la pioggia si trasformò in neve e quell’uomo mi disse ti amo e io mi dissi ci provo.

Viviamo insieme da venticinque anni ormai.

Non credo di amarlo seriamente, ma è comodo, a volte stupendo.

Mi accudirà in vecchiaia, se non deciderò di finire prima, se la neve non si sarà sciolta del tutto. Se il fuoco non avrà smesso di ardere.

Logo
3849 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (18 voti)
Esordiente
12
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large c0c0c0.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

greic0c0c0 ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large default

Anonimo Piacentino ha votato il racconto

Esordiente

Pura poesia...Segnala il commento

Large ez27 277678995 10224295234402071 3440311918073166286 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large t  2  31 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

SteCo15 ha votato il racconto

Scrittore

Resti in superficie. Come se ci avessi presentato il sunto di quella storia intrigante che ci vorresti raccontare ma...Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large bd177824 d2fb 4a2e a04a 932874cb0846.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Philostrato ha votato il racconto

Scrittore

mi piace molto l'atmosfera di ricordi che tiri fuori con semplicità eleganteSegnala il commento

Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Mi piace l’idea e l’atmosfera misteriosa fredda surreale, ma qualcosa rimane in superficie Segnala il commento

Afdzucrfic hvttxbbi5bd2dxmsn8nqbsbyutj9nruu2lw=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore
Large 20220917 234924.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor

A me sembrano descrizioni semplici ma efficaciSegnala il commento

Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore

Eracliteo.Segnala il commento

Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

L'idea è bella, ma secondo me la forma è da rivedere, mi pare che qualcosa non giri. Delle metafore il fuoco a un certo momento sparisce...Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Una storia algida, un pò alla fratelli Cohen, che mi ha svegliato, improvvisa, dal torpore di questo sabato mattinaSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Meravigliosa allegoria. Storia molto delicata, intensa, misteriosa. Complimenti!Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large 20121231 114226.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di LoSteNo

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work