Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Noir

Ho sparato a Andy Warhol

Di RoCarver - Scritto da Esordiente
Pubblicato il 24/03/2020

Ho studiato a lungo la figura affascinante e inquietante di Valerie Solanas, ad un certo punto ho avuto persino paura di immedesimarmi troppo ... Umorismo caustico, lucida follia, durezza e spirito rivoluzionario, sono davvero questi i sintomi della schizofrenia?

118 Visualizzazioni
36 Voti

La cornetta del telefono pendeva dal muro come una liana nella giungla a lustrini della Factory. Il suo caschetto platinato era immobile e un rivolo rosso fuoriusciva lentamente, espandendosi come una serigrafia sul pavimento bianco.

Chiamai l’ascensore e mi allontanai dal numero 33 di Union Square West. Avevo fame, non mangiavo nulla da due giorni. Sulla Sesta, c’era un tipo che faceva un comizio sul marciapiede. Balbettava e si toccava spesso il bordo del cappello, ma quando citava il proletariato e la lotta di classe, il ritmo delle sue parole sembrava quasi un martello che batteva sulle orecchie dei passanti. Forse per quello lo avevano piazzato lì. Mi fermai un po’ ad ascoltare ma me ne andai poco dopo, non faceva per me. Io davo il contributo alla causa socialista rimanendo fuori dal mercato occupazionale. Avevo trovato un’attività molto remunerativa, fortemente incentrata sulle relazioni interpersonali e che mi lasciava molto tempo libero per scrivere. Mi fermai al solito posto a Times Square per iniziare la mia giornata lavorativa.

“Scusi signore, avrebbe per caso quindici cent?”

“E cosa mi dai per quindici cent?”

“Che ne direbbe di una parolaccia?”

“Non è un cattivo affare. Ecco, prendi. Adesso sentiamo la parolaccia”

“Uomini”

Comparve il solito agente per cacciarmi e fu allora che gli misi in mano la 32 Beretta che ancora portavo in tasca. “Ho sparato ad Andy Warhol – gli dissi – aveva troppo controllo sulla mia vita”.

Il giorno dopo, sul Daily News campeggiava il titolo “ATTRICE SPARA AD ANDY WARHOL”. Mi avevano presa per un’attrice quei giornalisti bastardi, una di quelle fichette che si ruffianavano Andy per finire in un suo film o imbucarsi in qualche party. Seppi che era ancora vivo, avrei dovuto prendere meglio la mira.

***

“Senti, me la daresti una sigaretta?”

Mi porse il moncherino che aveva in bocca con le unghie sbeccate di rosso, senza nemmeno guardarmi. Fissava lo schermo scalpitando come un babbuino che non è stato incluso in quel numero del circo.

“Balenciaga … Givenchy … Quello invece è un Dior! Però dovrebbe vestire in nero, è perfetto per ogni occasione. Nel guardaroba di ogni ragazza non dovrebbe mai mancare un capo nero”

“Tette al posto del cervello” dissi io. Si girò e mi fulminò con lo sguardo. Dietro di lei, le modelle di Miss America sfilavano sulla passerella come tante scatole di cereali colorate sul nastro della cassa.

“Non mi piace la durezza, soprattutto in una donna. E tu chi saresti?” mi chiese.

“Valerie Solanas”

“Ah, quella che ha sparato ad Andy Warhol”

“Quella che ha scritto il manifesto SCUM. Non sono una pazza, sono una rivoluzionaria”

“Vallo a dire a quelli che ti hanno messa qui dentro, tesoro”

“Senti bella, Norman Mailer ha accoltellato la moglie ma tutti lo ricordano solo per il Pulitzer, William Burroughs ha ucciso la sua donna mentre era ubriaco ma oggi lo celebriamo come uno dei «padri della Beat Generation». La «Grande Arte» è grande perché così ce lo dicono le autorità maschili, vero? E invece la violenza nelle mani di una donna è intollerabile, feccia sono e feccia diventa ciò che scrivo. Una borsa dell’acqua calda con le tette, così ci vogliono”

“Cosa stai blaterando ancora, è finita la pubblicità, taci adesso”

Mi alzai in piedi. “Lo sapete cosa mi disse Warhol quando gli portai il manoscritto della mia commedia «Up your ass»? Mi disse «Lo hai battuto tu a macchina? Sono impressionato, dovresti venire a fare la dattilografa per noi, Valerie!».”

Le altre mi fissavano. Nelle loro pupille dilatate mi vedevo allungata, deformata. I loro sguardi vitrei mi si attaccavano addosso come camicie di forza. Lesbica. Odiatrice di uomini. Schizofrenica.

“E lo sapete cosa diceva San Tommaso d’Aquino nella Summa Theologiae, il testo fondante della teologia occidentale? – continuai - «Femina est mas occasionatus», la donna è un maschio imperfetto. Io dico invece che è il maschio ad essere un gene X monco, un essere emotivamente storpio, egocentrico e passivo. Non c’è nessun aspetto di questa società che abbia la minima rilevanza per noi donne, siamo costrette ad infilarci negli interstizi e lì poi soffochiamo. Non ci resta che rovesciare il governo, eliminare il sistema monetario e distruggere il sesso maschile”

“Che cos’è questa confusione?” L’uomo con il camice bianco entrò e prese Candy per il braccio. “Candy, è l’ora della tua pillola”, le disse. L’accompagnò fuori dalla sala stringendola alla vita, mentre la mano scivolava lentamente verso il basso. Candy si volse, indicandomi con le unghie sbeccate di rosso.

“Lo sai cosa ti succede qui dentro? Mi chiese mentre usciva.

La guardai e le sue labbra imbrattate di rossetto pronunciarono senza suono “Isterectomia”.

***

Ora è tutto finito, sono passati tre anni. L’Olympia Press è fallita e quel farabutto del suo editore non può più manipolarmi. Ho riavuto i diritti di “Up your ass”, ho trovato un produttore ed eccomi qui, calcare il palcoscenico di questo teatro Off-Broadway.

Mi inchino e sorrido, gli spettatori hanno tutti il camice bianco. 

Logo
4999 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (36 voti)
Esordiente
28
Scrittore
8
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 675e5471 05e0 4107 8ba7 e542a5b70562.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MMarianella ha votato il racconto

Scrittore

Direi che ci siamo immedesimate benissimo.Segnala il commento

Large unam.jpg f detail 558 h 720 w 1280  p f h w a5d6741.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Santiago66 ha votato il racconto

Esordiente
Large vperv.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Nuwanda ha votato il racconto

Esordiente

assai ficcante… ;-)Segnala il commento

Large default

Anonimo Piacentino ha votato il racconto

Esordiente

Piacevolissimo ritratto della follia. Veramente ben fatto. Confermo la mia idea: sei bravissima, fossi un editore Ti pubblicherei subitoSegnala il commento

Large cimg2750.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

albertomineo ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

La malattia più spietata non è la follia, sono l’indifferenza, l’abitudine, l’acquiescenza. C’è del fuoco in ciò che scrivi, e dopo che ho letto un tuo brano, mi resta dentro un martelletto che picchia. Mi tiene sveglia, e mi induce a riflettere. Segnala il commento

Large foto francesca.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Francesca Celpa Chioda ha votato il racconto

Esordiente
Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

La follia raccontata con leggerezza ed eleganza: quello che amo di più in uno scrittore. Si arriva la fine con un'inquietudine che non ti opprime. Non era facile. Brava.Segnala il commento

Large salvador.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Graziano ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

oltreilvalico ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Brava. Ormai hai uno stile impeccabile!Segnala il commento

Large 20130826 144106000 ios.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Monica Pembrooke ha votato il racconto

Esordiente

BellissimoSegnala il commento

Large t  2  31 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

SteCo15 ha votato il racconto

Scrittore

Innanzitutto grazie per avermi fatto conoscere la figura di Valerie Solanas. Per quanto riguarda il racconto, eccellente e interessante. Ora che so che non ti immedesimi più nella Solanas mi arrischio a diventare tuo follower. ;)Segnala il commento

Large la mia foto .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clara Buttac ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200821 223609 864.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Debora P. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Top! Ingredienti sapientemente mixati, le tue eleganti similitudini che scivolano abilmente lungo il racconto, il personaggio di Valerie. BravissimaSegnala il commento

Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore

Eccezionale. Il noir (inteso come modello mentale e di scrittura) ti si adatta perfettamente. Insisterei su questo filone.Segnala il commento

Large dsc00236.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Matilde di Folco Portinari ha votato il racconto

Esordiente
Editor

"Una borsa dell’acqua calda con le tette, così ci vogliono" Wow Il finale mi ha lasciata con la pelle d'oca, di sicuro hai i miei, di applausiSegnala il commento

Large default

Indaco32 ha votato il racconto

Esordiente

Anche io ho una parolaccia per te: eccezionale!Segnala il commento

Large default

alberto_kassovitz ha votato il racconto

Esordiente
Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore
Large 11262011 10205534610276575 4722687293382208811 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Isa.M ha votato il racconto

Esordiente

Molto... potente!Segnala il commento

Large 6e508332 9f32 4969 8a51 ea7be91f3fba.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Stile sicuro e accattivante Segnala il commento

Large 20121231 114226.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

LoSteNo ha votato il racconto

Scrittore

Chiudere questa perla con "isterectomia" sarebbe stata la ciliegina finale di una torta NERA, SPORCA, isterica-dicotomica, deliziosa.Segnala il commento

Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Ottimo! Efficace. Una penetrazione della figura umana e intellettuale e della personalità patologica e criminale alla Truman Capote.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Strepitoso! Strepitosa RoCarver!!! :-DSegnala il commento

Large img 1364.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

gdrogo92 ha votato il racconto

Esordiente
Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Per me è meraviglioso! Hai assunto tono entrando nel punto di vista del personaggio, fai apparire gli ambienti con il dialogo (c'è un che di Moore che amo)... brava! Segnala il commento

Photo

michele casiero ha votato il racconto

Esordiente
Editor

"E cosa mi dai per quindici cent?". "Che ne direbbe di una parolaccia?". Wonderful!Segnala il commento

Large img 0175.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Raffa_Sesti ha votato il racconto

Esordiente

Il ritmo è perfetto per questo racconto, la forza della protagonista si fa sentire come una stretta presa sul braccio ed il finale è uno schiaffo ad un viso dal sorriso cretino. Brava, mi è piaciuto molto.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Ho letto pochi che scrivono come te! Complimenti!Segnala il commento

Large default

M. Mark o'Knee ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Stile e linguaggio che amo molto. Bellissimo ritratto della Valerie. Complimenti!Segnala il commento

Large img 1431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore

Ci sorprendi con uno stile ruvido ma ugualmente efficace. Femminismo, follia, cinema, storia: fornisci tanti spunti di approfondimento Segnala il commento

Large img 20191110 005622 627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di RoCarver

Scrittore
Editor
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work