Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Noir

HOW TO KILL third version.

Pubblicato il 09/04/2020

Mi scuso e riripubblico, per un errore cronologico. Ampiamente rimaneggiato, e ripubblicato, perché avevo voglia di rimestare nelle mie parole. I racconti non smettono mai di raccontarci altre cose, che ci erano sfuggite. Almeno per me, è così.

46 Visualizzazioni
19 Voti


L'appuntamento era al vecchio magazzino delle granaglie di Wickwood, appena fuori città.

Jack richiuse la porta, senza voltarsi, raggiungendo il tavolo al centro del capannone. Attratto dalla luce, alzò  gli occhi al lucernario e vide entrare le chiazze azzurre del cielo, frastagliate, che spiccavano fra i vetri quadrati, rimasti interi, dove la polvere e le foglie si erano accumulate negli anni.

Una dozzina di sacchi erano stati abbandonati intorno al tavolo e alcuni piccioni zampettavano sul pavimento, alla ricerca di semi, senza curarsi troppo del nuovo arrivato, rassicurati, forse, dal passo tranquillo di Jack.

La porta si riaprì, improvvisamente, e Mike entrò nel capannone, senza dire niente.

-Allora, Jack, come va ? esclamò, fermandosi sul lato opposto del tavolo, di fronte a lui.

-Non c'è male, e te...!?

-Anch'io, niente male.

- Tra po...poco no..non sarà più co...co..osì ! continuò  Jack guardandolo dritto negli occhi.

- Perché balbetti? E perché dici che tra poco... 

Mike ammutolì, interrotto dalla Colt che Jack gli puntò alla testa con un gesto fulmineo;  ebbe appena  il tempo di spostarsi d'istinto, con un movimento brusco, che sentì lo sparo e uno strappo violento all'orecchio, che il proiettile gli fece saltare  di netto, scaraventandolo sul pavimento. Mike si buttò in avanti barcollando, nel tentativo disperato di fermare Jack,  ma questi lo centrò con altri due colpi, in pieno petto e Mike volò  indietro, accasciandosi a braccia aperte tra due file di sacchi, con le mani rivolte verso l'alto, e le dita che si contraevano, come le zampe di un un grosso insetto riverso che stava morendo...

Con due passi Jack gli fu addosso e gli piantò un altro colpo in fronte; la pallottola attraversò la testa di Mike e fece esplodere un sacco, in uno spruzzo di granaglie mescolate alla materia cerebrale. Le sue dita smisero di muoversi, mentre due fiotti di sangue continuavano a scendergli sulla camicia bianca, formando una pozza rossa sul pavimento.

I piccioni, spaventati, si erano alzati in volo, sbattendo rumorosamente le ali, mentre cercavano una via di fuga attraverso i vetri rotti del lucernario.

Jack alzò lo sguardo e vide le chiazze azzurre che inghiottivano le ombre scure dei volatili - Alla fine...li ho fatti scappare,   pensò, dispiaciuto.

Poi abbassò nuovamente gli occhi - Ma quanto cazzo di sangue ha questo qui, in corpo ?disse con tono scocciato, spostando i piedi per evitare la pozza rossa che nel frattempo era cresciuta, avvicinandosi pericolosamente alle sue scarpe nere.

- Neanche ti avessi sgozzato! 

Ogni volta che c'era da ammazzare qualcuno, Jack balbettava, un attimo prima di sparare; fin dalla prima volta, quando aveva fatto fuori Davies.

I due si conoscevano, e quando Davies lo aveva visto tirare fuori una vecchia Colt a tamburo, pensò ad uno scherzo, mettendosi a ridere, e Jack si era bloccato, con la pistola puntata; si accorse di balbettare, ma in una frazione di secondo capì cosa  avrebbe dovuto fare - Io ti amma...ti.amma...ti ammazzo!! e lo stese con due colpi rapidi e precisi, uno in testa e uno in petto -Così impari a ridere...stronzo!

A  Jack piaceva la paura che vedeva negli occhi delle sue vittime e quando si mescolava all'incredulità, diventando stupore, gli piaceva ancora di più;

e poi quelli che ammazzava erano sempre delinquenti, papponi, avanzi di galera; ripuliva il mondo dagli scarti, e qualcuno lo pagava per farlo.

-Cazzo, stavolta, però... !! esclamò a voce alta, ripensando al primo colpo che aveva mancato Jack staccandogli l'orecchio di netto; così gli aveva scaricato addosso altri due colpi e alla fine l'ultimo, in testa -Per essere sicuro di averti ammazzato davvero,  aristronzo... !!"

Spostò lo sguardo, e vide l'orecchio, accartocciato alla fine di una sottile striscia di sangue, irregolare, formata da un insieme di filamenti rossi, che i lembi di pelle avevano disegnato sul pavimento.

Il suo lavoro, era finito, e poteva andarsene; ma fatti pochi passi, sentì un fruscío nervoso, scomposto, e dei passetti irregolari, veloci, che picchiettavano sul pavimento, alle sue spalle. Si girò di scatto, e vide due piccioni che si stavano litigando l'orecchio di Mike; ognuno lo tirava a sé, puntando le zampe e facendo leva con le ali, ognuno con il becco affondato in un lembo di carne.

Eccitati da quell'improvcisa abbondanza, alcuni piccioni erano già tornati a beccare le granaglie che i colpi avevano sparso sul pavimento, incuranti del sangue, che spiccava porporino sui chicchi arancioni del mais.

- Ce n'è abbastanza per tutti -  disse Jack, a voce bassa. Un sorriso gli sfiorò le labbra, e si girò verso l'uscita incamminandosi, lentamente, per non spaventarli.






Logo
4657 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (19 voti)
Esordiente
13
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Gianluca Pappagallo ha votato il racconto

Esordiente

D’azione e col giusto piglio “black”. Mi piace molto questo sicario un po’ imperfetto. Potrebbe davvero essere un soggetto da film. Ps: si avverte il cesello, nella punteggiatura e nella scorrevolezza. Bello! Ti leggerò ancora volentieri. Segnala il commento

Large bd177824 d2fb 4a2e a04a 932874cb0846.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Philostrato ha votato il racconto

Scrittore

A me, cinematograficamente parlando, mi hai fatto venire in mente l'atmosfera di "Milano odia, la polizia non può sparare." I dialoghi soprattutto. Grande FrankSegnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Facendo finta che sia la scena di un film, direi che il genere non è dei miei preferiti ma lo sceneggiatore è il migliore sulla piazza. Bravo, Franco:)Segnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

Chirurgico. Perfette le scene dei piccioniSegnala il commento

Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

molto noir. me l'immagino come il duello finale nel granaio tra barry lyndon e il figlio, tra lame di luce e colombe, del grande kubrick. ma alla macchina da presa c'è tarantino, e alla sceneggiatura tu.Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Avvincente. Il livello di tensione è ottimo.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore

Mi sembra che questa versione sia più scorrevole e incisiva, più nitida, forse un po’ più “cattiva”Segnala il commento

Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

sei proprio trasversale ... dotato mi vien da dire. E lo dico :-)Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Se nel primo tempo sul palco c'è una pistola, nel secondo tempo spara )): Quell'orecchio per terra crea una suspence che trova il suo sfogo nella scena dei due piccioni. Ho scritto scena perché mi fa pensare a una sceneggiatura, la vedrei proprio bene.Segnala il commento

Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente

Suggestiva, cruenta, ma elegantemente proposta in grande stile letterario. COmplimentiSegnala il commento

Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Ti preferisco in altro. Però bravo perché lo trovo ironico e con una chiusura convincente.Segnala il commento

Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 11262011 10205534610276575 4722687293382208811 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Isa.M ha votato il racconto

Esordiente

Mi imbatto in questo testo sporco di sangue, dopo averne scritto uno sormontato da panna montata. Stavo giusto pensando di dilettarmi in qualcosa del genere ma l'hai fatto tu, e con grande maestria. Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large img 20191110 005622 627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

RoCarver ha votato il racconto

Scrittore
Editor

È originale il fatto che balbetti prima di sparare, la parte successiva è un po' troppo splatter (ma sono gusti personali). Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee