Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Avventura

I 10

Pubblicato il 30/03/2018

Il calcio mi fa schifo

25 Visualizzazioni
10 Voti

"Im Frühling denkt das Röslein

Wer nicht leiden will, muss schön sein".

Herr Gatoah


«Il ga un motur in di ciap!», urlò qualcuno «Buttalo giù, vez!»

Lo Zingaro ruotò su se stesso, il pallone calamitato al piede come una sfera del Geomag. L’avversario, un marocchino con la maglia di Kaká, partì all’assalto, ma incontrò solo isanpietrin roventi della piazzetta. Incespicò nello spazio vuoto e perse l’equilibrio.

Lo Zingaro non rallentò nemmeno: si appoggiò alla sua schiena con l’avambraccio, spingendolo definitivamente a terra. Quindi filò dritto verso la porta.

Una ciocca di capelli fradici glisi scostò da davanti agli occhi, rivelando Marcellina. La ragazza osservava in silenzio da bordo campo, dietro di lei il grande murales. Sulla parete dell'oratorio, un Baggio di due metri palleggiava leggero; poco più in là si stagliava la Mano de Dios, le braccia aperte come una specie di Cristo.

Scartò Er Pupo senza problemi, passò la palla al Faraone, solo perché doveva, perché così non gli avrebbero dato del veneziano. Il compagno sapeva come stavano le cose e la ricalciò immediatamente sulla sua traiettoria di corsa. Esistevano solo lui, il pallone di cuoio ed il Nigeriano: un metro e ottantacinque di diciassettenne incorniciato nelle linee bianche della porta.

«Dai!»

La gomitata del Napoletano mirava alle reni. Fece appena in tempo a scostarsi e a indurire gli addominali per ricevere il colpo allo stomaco. Non fiatò.

Il Napoletano era un ragazzo trasferitosi in paese da poco, occhi troppo azzurri per la pelle olivastra, testa rasata ai lati e un sopracciglio tagliato.

Cercò di aggirarlo da destra, ma questo gli si parò davanti. Provò una finta a sinistra, anche questa volta l’avversario fu più veloce.

Allora deglutì e per qualche assurdo motivo si mise a pensare. Di chi era stato quel “dai”, quella voce acuta, allarmata, che era rimbalzata per la piazza come il richiamo di un uccello esotico? Forse di Marcellina? Ma solitamente lei parlava poco e con tono basso, non aveva mai sentito simili note uscire dalla sua bocca prima. Era un “dai” per lui, per incitarlo a correre e a segnare? O per il Napoletano, perché lo ammazzasse e divorasse le sue interiora?

Affrontò la nemesi di petto, frontalmente. Il Napoletano però era più grosso, incassò il colpo e non si smosse di un millimetro. Nella frazione di un istante, lo Zingarò si ritrovo culo a terra.

«Sfigato», soffiò l’altro, ghiacciandolo dall’alto coi suoi occhi azzurri, e ci mancò poco che non gli sputasse in faccia. Poi ripartì verso la porta, la gloria, un destino splendente, un posto in nazionale, i mondiali di Mosca 2018...

«Te'l dise mi», ripeté la voce «Il ga un motur in di ciap».

Logo
2659 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (10 voti)
Esordiente
9
Scrittore
1
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Corrado ha votato il racconto

Esordiente
Large 2444cab1 cd58 4eb3 9ae6 6c00695d02c4.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

matteo giordano ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Leda ha votato il racconto

Esordiente
Large 217245 108064892611657 1678963 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Michele Pagliara ha votato il racconto

Scrittore
Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large graffitiwall.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Superfrancy ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1455357798620.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Michele Cigna ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

di Giovanni Luca Molinari

Esordiente
Editor
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee