Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Poesia

i canti acca.dermici [2 di 2]

Pubblicato il 07/06/2020

roma. ostia. roma. un poemetto

46 Visualizzazioni
11 Voti


Si staglia nel mio cielo mentale

il gasometro, la cui impossibile

spiegazione è viola, femmina, è

cava.




Il tempo di una sigaretta prima

del prevedibile calo di tensione,

e vai con l’opera che onore rende

all’opera, ma solo ad essa, la luna

alla luna, domandale nulla, voce

alla voce d’ella, alle sole labbra,

parole concetti leggiadri sfuggiti,

è vicinanza


comunque, che rende credito a noi

e non solo a noi. Il resto corollario

pedante e penosa mania del dirmi i

nomi, m’imperversa mente quando

alimenta il sistema, degli ordinati

oggetti, allineati ben comprensibili

in piccole file disposte, a seconda

dei casi, umani, dei bi bi bi sogni,

in costruzioni geometriche via via

più complesse, folli, alla luce della

scoperta, non divulgata, s’intende,

di ulteriori sei dimensioni oltre alle

tre già note.




Il fatto è che fecero irruzione nell’appartamento

di via Nazionale e trovarono armadiature di fogli

su fogli, a quadretti, con piccoli labirintici schemi

esplicativi, essenziali, imprescindibili ma creativi

su tutto quanto eri - e sei in grado - d’immaginare.


Accesso alle stanze fumose, le file

di schedari alle pareti, un mobilio

di classe e d’altra epoca, almeno

nove le file di monitor sulla noce

luigi quindici, nel mezzo sfogliare

i dossier, le notarelle e le biografie,

gli elenchi delle censure, dei fidati,

quelli classificati come ininfluenti,

grafici e anagrammi di affidabilità,

i tabulati telefonici, delle memorie

virtuali e le memorie fisiche, i giga

di informazioni e terabyte di profili,

le curve di fattibilità, gli andamenti

azionari incrociati alla cronaca nera

e le riparametrazioni in corso e poi,

gli elenchi numerati dei depistaggi,

delle coordinate, delle tecnologie

o la sottosezione di finti complotti

come diversivi, le agende dei pari,

i cifrari.. il Sacro: cronoprogramma

che sul leggio campeggia. Le logge

e le tempistiche del paese, dei paesi

istituzioni amiche e organizzazioni

come scatole cinesi, le affiliazioni

concentriche. Le irrilevanze varie.


Venne la notte.

Un dispaccio frettoloso

riferì poi che s’era trattato

solo di una fuga di notizie

da ritenersi, dunque, non:

attendibile


..non c’è alcun dubbio- fu

l’immediata dichiarazione

rilasciata a diverse agenzie

e nell’abissale notte, sognai

comunque zigzaganti figuri

che muovevano fra scranni

dorati tastando le bottoniere

alla cieca, le mani di grasso

o d’ingranaggi monde, olio

grattandosi volgarmente le

pance, sotto le ascelle e poi

le facce, le rughe, schifose,

dei politici. Esplicitiamolo.




Roma è così. Sciancata se vista dalla

piccola prospettiva del mio borsone

a tracolla. Ella sarà presto impressa

su pellicola, ella sarà a breve invasa

com’è già, gli odori innanzitutto e i

germi, sui marciapiedi con le scritte

ovunque. Un popolo di writers, poeti

e sognatori.


Roma è un frammento: ed è enorme.

Matteo mentre si camminava ricorda

che la congiunzione prolifera, fatta la

colazione insieme è un mattino, fra le

ciglia cattive del potere a considerare

le aderenze, fare supposizioni, amico

mio caro


ed è comunque stupendo, immaginarla

svuotata per farvi le camminate d’intere

ore, amico dirsi che l’occasione è strana

e i tanti anni trascorsi, nell’irraccontato,

comunque la facilità del dirsi e da casa

tua, la sera prima della partenza quando

mi affaccio dalla finestra


si staglia nel mio cielo reale,

il gasometro, la cui impossibile

spiegazione è viola, femmina, è

cava.



Logo
3301 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
10
Scrittore
1
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large screenshot 2020 10 27 07 35 59 526 com.google.android.apps.photos.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large c7724483 babe 419e baac 4ccaf2b3b51f.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Naoomi ha votato il racconto

Esordiente
Large typee 4.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Fab McCraw ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Per me, è bellissimoSegnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Esordiente

...ma ha ragione Silvia Lenzini: sarebbe stato un peccato non pubblicarlo.Segnala il commento

Large screenshot 20200515 181151.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Gian Luigi Guana ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large 7798ce85dc1bfd3dfebf2bb32e6862b7 avatar 200x200.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200216 wa0038.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di esercizi

Esordiente
Editor
Bellevilletypee logo typee typee
Bellevillemilano logo typee
Bellevilleonline logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee