Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Horror

Il Capitano

Di Federico D. Fellini - Scritto da Esordiente
Pubblicato il 05/11/2019

Let me introduce you to Mr. Magritte. Ovvero: ecco dove era finito il Capitano, cercato da Jay in "Jay e Daisy".

64 Visualizzazioni
21 Voti

«Ho perso la rotta, timoniere, non capisco in quale direzione vuoi condurre la tua barca: questa storia non ha né capo né coda» mormorò con voce incerta il Capitano, rivolgendosi al JubJub, l'altro uccello dal volto umano appollaiato sulla sua spalla come il pappagallo di Long John Silver. L’uomo era stravaccato su uno dei mucchi di planulinae ariminensis d’Orbigny disseminati lungo la Costa di Pollock, non lontano dall’orologio molle che colava moccio temporale sul Roc e il Maestro. 

«Yeah, super! Buon punto!». Una voce gli giunse dalle tasche dei pantaloni. Il Capitano estrasse lo smartphone e lo spense, ammutolendo lo Psicanalista che continuava a dire: «Bravissimo! Grande! Sei forte!». Poi chiuse gli occhi e crollò.

Un eccesso di acido lattico prodotto da un paio d’ore di allenamento intensivo? Può darsi, ma sembrava sbronzo, o sulla buona strada per esserlo. Tracagnotto e grassottello, con il gessato di almeno due misure inferiore a quanto sarebbe stato necessario e tutto stazzonato, la scritta Yo non soy il marinero sulla maglietta che lasciava scoperto l’ombelico, la bombetta di paglia grigia calcata in testa e le scarpe da tennis rosso fuoco ai piedi, dava un pessimo spettacolo di sé. Assomigliava al Black Finnegan del racconto di Borges La morte e la bussola: “un antico criminale irlandese ora offuscato e quasi annullato dall’obesità”. La Ciurma avrebbe stentato a riconoscere il brillante affabulatore che non perdeva occasione per esibire la propria cultura in ogni campo dello scibile umano. Nonostante il pessimo carattere, gli uomini adoravano il modo che aveva il comandante di infarcire i discorsi con riferimenti, sempre fuori luogo, a Shakespeare, Salgari o Conrad – oltre a tutto quanto aveva scritto Melville sulla caccia alle balene.

Il Capitano, in particolare, vantava una grande conoscenza della cartografia, che considerava “un modo per fare splendidi inventari di tutte le cose”. Una carta geografica poteva comprendere idee sulla creazione, concetti di astronomia, cenni a teoria e pratica del golf, nozioni di botanica, saggi di critica letteraria. La definiva “un sistema di affinità morfologiche” fondato sull’analogia tra i soggetti più diversi della storia universale: la pittura a olio e la geometria euclidea, il fatalismo millenaristico e il jazz. Collezionava in maniera ossessiva quanto aveva a che fare con quella passione, che nutriva dalla più tenera età («fin da bambino – si vantava – ho avuto un sesto senso, il senso geografico»): dalle riproduzioni delle mappamundi medioevali alle registrazioni catastali degli edifici di Ariminum, passando per le cartine di Fortnite. Più di tutto, amava i labirinti: univoci, manieristici, rizomatici o polivoci che fossero (secondo la tassonomia di Eco)

Non si stancava di narrare aneddoti che lo vedevano protagonista di complesse interazioni fra mappe e territori. Una volta tentò di realizzare con una stampante 3D un plastico in scala 1:1 dell’impero ariminense, da lui definito “il supercontinente che fa da asse dell’Universo”. Senza fortuna: l’opera, mai terminata, fu abbandonata alle inclemenze del tempo. Animali e nomadi ne ritrovano di tanto in tanto frammenti lungo la spiaggia ancora oggi. Un peccato, dato che era un magnifico “Scudo di Achille 4.0” – così il Capitano aveva chiamato quel plastico con il caratteristico gusto per le citazioni a sproposito. E del tutto compiuto, pretendeva.

«Chi dice che si tratta di un lavoro inconcluso, mente» si accalorava, specie dopo il terzo o il quarto bicchiere. «È proprio vero che il Male non è spettacolare ma è sempre umano: che divide il nostro letto e mangia alla nostra mensa! La Verità è che la mappa tridimensionale non è mai stata dispiegata. I contadini si opposero: dicevano che avrebbe coperto l’intera Nazione e chiuso fuori il Sole! Si sono ridotti a usare la Nazione stessa a mo’ di mappa e vi assicuro che non funziona altrettanto bene! La realtà, del resto, è sempre meno pratica di ciò che la rappresenta».

A parte ciò, il JubJub trovò difficile spiegarsi come il Capitano potesse dichiarare che la sua storia non aveva né capo né coda – o effettuare un’asserzione qualsiasi: nella luce incerta del crepuscolo, la faccia del corpulento compagno era del tutto vuota. Con “vuota” non intendo "senza espressione", ma proprio "priva di contenuto". Niente bocca, orecchie, naso, bulbi oculari: quel viso, in un attimo rivelatorio, sotto l’orizzonte degli eventi segnato dalla massa di capelli brizzolati e ricciuti cacciati a forza sotto la bombetta, fu per il JubJub l’apertura su un buco nero kubrickiano, uno dei wormhole di Donnie Darko, un cunicolo di Einstein-Rosen fra le dimensioni dello spazio-tempo, un Powehi (parola hawaiana tratta dal canto cosmogonico Kumulipo che significa “oscura e aggraziata sorgente di creazione senza fine”); un Aleph borgesiano, forse, un orifizio sacro attraverso cui era possibile contemplare mondi interi, Universi infiniti e tutto quanto, ma che non lasciava trasparire niente di niente.

Logo
5000 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (21 voti)
Esordiente
16
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Sto leggendo in ordine cronologico anche se ogni tanto, spinto dalla curiosità, faccio dei salti avanti e dò un'occhiata. Oggi forse è passato velocemente qualcosa tra i corridoi della mia mente. Vedremo se il capitano conosce davvero la rotta.Segnala il commento

Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente

Sarebbe auspicabile non imbarcarsi con un capitano del genere Segnala il commento

Large whatsapp image 2022 04 02 at 13.44.08.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Credo che la tua passione per le "citazioni a sproposito" sia una sorta di sfida che lanci al lettore. Solo chi è disposto a seguirti sino in fondo scopre "cosa", o meglio, "chi" si cela dietro la babele di nomi.Segnala il commento

Large img 20200226 075137 754.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

paroleemusica ha votato il racconto

Esordiente

Mi è piaciuto molto nonostante le citazione e non sia propriamente un horrorSegnala il commento

Large default

mifrari ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Grissinotunatuna ha votato il racconto

Esordiente

Rimango della mia prima idea: per quanto le tue citazioni siano lontane dalla mia idea di scrittura, credo siano la chiave del tuo universo.Segnala il commento

Aedftp5amgw0ll765fuf8izntkb zctu zs6h5frz34zba=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Citazioni colte. Non semplice. La scelta tra cito senza dire o dico chi cito? Hai detto. Proverei la prima a costo di non cogliere tuttoSegnala il commento

Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Scrittore

La sensazione è che il citazionismo sia proprio il senso del racconto, il personaggio stesso e in quanto tali mi sono piaciuti molto.Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Concordo con gli altri commenti espressi circa le citazioni che rischiano di diventare il conteuto, insieme alle descrizioniSegnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

ma io non capisco perché dovrebbe stupirmi o interessarmi o comunque piacermi. Segnala il commento

Large screenshot 20221107 000309 samsung internet.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1569582292074.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MauriRobi ha votato il racconto

Esordiente

Tutte queste citazioni non fanno scorrere la lettura.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Piaciuto e ben scritto...alcune citazioni dotte in meno favorirebbero la lettura.Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Efficace, a tratti rutilante, ma sempre troppo citazionista, per il mio gusto. Appoggiati più a te stesso, che lo puoi fare...Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20201104 wa0000.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Howl ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Sbalorditivo! Segnala il commento

Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Non lo vedo come horror, ma mi piacciono molto i tuoi personaggi e le ambientazioniSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Sei il luna park della scrittura...Segnala il commento

Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Federico D. Fellini

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work