Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Umoristico

Il colpevole è sempre il maggiordomo

Pubblicato il 28/03/2021

L'importante, detto tra noi, è che ci sia un maggiordomo da incolpare, per un omicidio oppure per altro. Un piccolo, personale, omaggio al grande P. G. Wodehouse e al suo eclettico Jeeves.

23 Visualizzazioni
11 Voti

Londra, inizio 1917.
Bertie entrò frettolosamente nella sua magione di Londra, Berkeley Mansions, a Myfair.

«Jeeves! Ho bisogno del tuo cervello, urgentemente! Devo trovare il modo di rompere il fidanzamento con Florence.»

Non terminò nemmeno di parlare che il suo inimitabile e impareggiabile maggiordomo fu al suo fianco, impeccabile come sempre.

«Problemi Sir?» chiese, prendendogli cappello e guanti.

«Devi liberarmi di lei. Trova il modo, qualsiasi modo... tranne l'omicidio per favore, odio il sangue.» rispose Bertie, sedendosi, con un inelegante tonfo, nella sua poltrona preferita del salottino blu.

Jeeves non si scompose, annuì e uscì dalla stanza dicendo: «Mi assento per un paio d'ore Sir. Rientrerò per l'ora di cena.»

Jeeves prese cappello e guanti e si recò alla stazione, con l'obiettivo di raggiungere la residenza di campagna di Mr. Willoughby, zio di Florence, dove ebbe con lui un lungo colloquio per poi riprendere il primo treno per Londra.

Un paio di giorni appresso, Florence Craye si catapultò a Berkeley Mansions, sbraitando: «Bertram Wooster! Ti odio! Rompo il fidanzamento! Come hai osato rubare il rubino del Marajà, top della collezione di zio Willoughby?». In quel momento Miss Craye non pareva davvero la giovane elegante e raffinata che si poteva incontrate in un palco all'Opera...

Era seguita da un paio di bobbies e da un tizio in impermeabile che fumava una pipa, probabilmente nelle sue intenzioni avrebbe voluto ricordare Sherlock Holmes. Dal momento che era più largo che alto pareva interpretare, invece, lo scudiero di Don Chisciotte. Si trattava dell'Ispettore Laurence, di Scotland Yard.

Purtroppo erano solo le undici di mattina, Bertie era ancora nel mondo dei sogni e fu costretto a svegliarsi suo malgrado. Si presentò, arruffato e in vestaglia, quaranta minuti dopo che Jeeves l'aveva tirato giù dal letto, propinato la consueta brodaglia post sbronza e rimpinzato di scones e caffè. Sembrava quasi umano.

Sorridendo, avanzò verso la giovane, le prese elegantemente le mani inguantate, le diede un bacio su una guancia e, ignorando le invettive e le accuse della giovane, si rivolse a lei e agli altri presenti.

«Florie, che piacere. E questi signori, sono tuoi amici? Jeeves? Caffè per tutti, e porta anche quei deliziosi dolcetti di Anatole inviati da Zia Dahlia. Prego, signori, accomodatevi. Che posso fare per voi?»

Come sempre, non aveva ascoltato una parola di Florence. Il loro fidanzamento era una vera tragedia.

L'Ispettore spiegò brevemente la questione del furto e l'accusa di Miss Craye. Bertie impallidì, arrossì, si sedette, si alzò in piedi, iniziò a camminare nervosamente e, infine, esclamò: «Non è assolutamente vero! Florence cara, ma come...»

Lei non gli lasciò il tempo di terminare la frase: «Rompo il fidanzamento seduta stante!» e se ne andò sbattendo l'uscio. Lasciando tutti sbalorditi.

Il detective fissò Bertie, che non aveva capito nulla dell'accaduto, poi si rivolse a Jeeves, rimasto impassibile con in mano il vassoio di caffè e pasticcini.

«Ebbene Mr. Jeeves, penso siate voi il colpevole del misfatto. La vostra devozione nei confronti di Mr. Wooster è ammirevole. Un po' esagerato, organizzare un finto furto per causare la rottura di un fidanzamento scomodo – Mr Wooster congratulazioni, l'avete scampata bella, quella donna è una vera peste – ma pare sia stato efficace. Ora, potrei riavere il corpo del reato? Nessuno ne saprà nulla... per questa volta.»

Jeeves, impenetrabile, posò il vassoio ed estrasse il rubino dalla tasca, porgendolo all'investigatore.

Bertie l'abbracciò: «Grazie Jeeves!»

Logo
3565 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
8
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Molto carino. Credo di avere letto tutto Woodhouse :)Segnala il commento

Large img 20210203 wa0000.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Annacod ha votato il racconto

Esordiente

Very english. Segnala il commento

Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella☆ ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large 49199479 758130297888306 1334725198208827392 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large img 6731.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Aniello ha votato il racconto

Esordiente

Egregiamente riuscitoSegnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large monella.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di ChiaraScarafiotti

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee