Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Noir

Il giocatore di poker

Di Otorongo - Editato da Walter Angelucci
Pubblicato il 07/11/2019

33 Visualizzazioni
11 Voti

Guardo le montagne e non penso più ai miei problemi . Pure la droga produce lo stesso effetto anche se , mi vergogno a dirlo , io personalmente non mi sono mai drogato. Ma perchè allora , mi domando , le montagne sono deserte ? Non costano nemmeno tanto , solo un po’ di carburante o due pedalate in bicicletta ! Mi accorgo che sto pensando troppo e il mio cervello si surriscalda in questi casi.

Un falco sotto di me fa ampi cerchi concentrici scrutando il prato in cerca di prede. Io mi sono portato un panino da casa.

Ora che ci penso è molto che sono qua : minuti ,ore, giorni ? Boh ! Di sicuro so però che laggiù mi stanno cercando , proprio lì dove sono tutte quelle case inconsapevoli pure di esistere.

I problemi stanno riaffiorando fra le onde tumultuose dei miei pensieri...

"Povera Irma, quanto mi voleva bene !"

Sapeva da anni che ogni sera andavo al bar a giocarmi i miei e i suoi soldi e sapeva che inevitabilmente li perdevo . Sapeva pure che mi piacciono le donne . Lei le rappresentava bene, ma che volete ? La noia è la madre di tutti i vizi e io avevo pure quello di andare al night, a pescare fra le luci soffuse della sala una ragazza meno puttana delle altre.

Alice non si merita un padre come me. Io l’adoro , è vero , l’ho sempre coccolata , non l’ho mai picchiata, nemmeno quando tornava da scuola con voti brutti e note sul diario , ma non mi sono mai fermato a parlarle. Lei, ora ricordo, la ritrovavo spesso davanti a me mentre stavo al computer a chattare o davanti alla televisione a guardare le partite, con gli occhioni azzurri imploranti , bisognosi d’aiuto, d’un consiglio per vivere meglio i suoi undici anni. Ma io con un sorriso sordo e cieco l’allontanavo, le dicevo che papà aveva da fare, che papà non capiva o , forse, non voleva capire.

La notte maledetta avevo perso in una sola partita a poker centomila euro. Consegnai ai miei creditori il libretto di circolazione della Ferrari a garanzia del debito di gioco e poi andai a terminare gli ultimi spiccioli al " Le streghe buone ".

Tornai a casa all’alba , avevo il collo della camicia sporco di rossetto ( era nuova la troia,non sapeva che non si scopa profumate e col rossetto), ma comunque anche senza camicia sporca mi si leggeva in faccia lo stesso il casino che avevo combinato e che avevo dentro di me.

Anche i santi hanno una pazienza e Irma l’aveva finita da un pezzo : iniziò ad urlare , a piangere , a rompere piatti e bicchieri . Io stavo zitto , seduto a bere. Ad un certo punto afferrò la bottiglia di wiskhey e la scagliò per terra , insieme ai piatti e ai bicchieri.

Aveva tutte le ragioni di questo mondo Irma per comportarsi in quel modo ma io in quel momento non capii più niente : mi alzai di scatto e le misi le mani intorno al collo . Pochi attimi e non si muoveva più . Mollai la presa e s’ accasciò sul pavimento.

Alice stava sulla porta con la bocca aperta , a strillare senza emettere alcun suono.

Non so da quanto tempo sono qui fra queste montagne ma il sole s’è stancato di aspettarmi e se ne sta andando.

Anch’io capisco che non posso stare sempre qui, ma sono troppo vigliacco per ammazzarmi, a costituirmi poi non ci penso nemmeno : in galera ti fanno il culo !

Ma forse ho trovato, forse ora so cosa devo fare : andrò da un buon avvocato che dimostri la mia infermità mentale.

D’altronde uno che con una coppia di otto rilancia di cinquantamila euro non può definirsi normale !

Logo
3391 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
8
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large porta san giacomo.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

SteCo15 ha votato il racconto

Esordiente

Concordo con Palu. Se giochi meglio le tue idee anche con una coppia di 8 vinci il piatto!Segnala il commento

Large default

elena.gianni ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Concordo sul finale frettoloso, ma l’idea di base e lo stile mi sono piaciuti moltoSegnala il commento

Large img 20190913 wa0003.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Esordiente
Large diving center 8 1 .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Bakunin Writer ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Aaue7mapsppwdqd4osijhuizm0awk5gsr yemegbwyjhnw=s50?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Mah. È il secondo che chiudi maluccio. Non puoi pubblicare con meno frequenza e più cura?Segnala il commento

Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

peccato: noir riuscito o no, la strada era quella. inizi bene, poi le ultime tre righe mortificano tutto buttandola in burletta.Segnala il commento

Large img1.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Secondo me l'idea qui c'era, ma l'hai buttata un po' lì, con poca cura. Di corsa per arrivare alla battuta finale.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1569582292074.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

MauriRobi ha votato il racconto

Esordiente

Il finale ironico è una bella ciliegina.Segnala il commento

Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore

Politically (in)correctSegnala il commento

Large minorca 2 090.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di Otorongo

Esordiente
Editor