Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Anche il latte è finito

Di It
Pubblicato il 16/07/2018

Quando apri il frigorifero ed è così vuoto che più che un frigorifero sembra uno specchio che riflette te stesso.

30 Visualizzazioni
7 Voti

Apro il frigorifero con aria addormentata. La sveglia alle sei di domenica non la tollererò mai. 

Guardo il frigorifero, è quasi vuoto. Anche il latte è finito. 

Penso che ho altre alternative al latte: il caffè, il succo di frutta, lo yogurt. Ma penso che una mattina iniziata senza il latte caldo è una mattina - e quindi una giornata - più storta delle altre.

Per consolarmi prendo il caffè, preparo la moka, rigorosamente da una tazza, e la metto sul fuoco. A fuoco lento, mi diceva sempre lei, per cui abbasso la fiamma e aspetto. Mi siedo sulla sedia di legno, restando seduto a fissare la sala vuota. Anche il muro è vuoto. E le mensole. 

Non sto traslocando, io no. Lei ha portato via tutto ciò che era suo, i suoi libri, le sue foto, i suoi DVD e se stessa. La sala è vuota. Il frigo è vuoto. Anche il latte è finito.

Mi ricordo che andavamo a fare la spesa insieme, quasi sempre, tornando dal lavoro e approfittando della poca gente a ridosso dell'orario di chiusura serale. Ogni volta che arrivavamo alla cassa, mi accorgevo di essermi scordato il latte. Lei mi sorrideva e diceva che l'avrebbe preso lei. Correva, lo prendeva e la spesa era salva. 

Una volta a settimana facevamo la spesa, ogni tanto succedeva ogni dieci giorni se c'erano imprevisti in mezzo.

La moka fischia sul fornello, il caffè bolle. Mi alzo di fretta e lo spengo. Mai far bollire il caffè, mi diceva lei, e allora stavo attento a spegnere la fiamma in tempo. 

Mi diceva tante cose lei, ora no. 

Mi verso il caffè, lo bevo amaro e mi vesto per andare al lavoro. Di solito, finito il latte per colazione, entravo in camera la domenica, le davo un bacio sulla fronte e andavo a lavoro. Ora entro in camera, guardo il letto disfatto e vuoto, e me ne vado al lavoro lo stesso. Senza latte.


Apro il frigorifero con aria addormentata. La sveglia alle sei di lunedì non la tollererò mai.

Guardo il frigorifero, è quasi vuoto. Come me. Anche il latte è finito. 

Logo
1927 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (7 voti)
Esordiente
7
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Gianluca Zuccheri ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Gabriella Pilotti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large 8star.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zeta Reader ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large icaro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di It

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee