Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Il Maggiolino di Lusy Heaven

Pubblicato il 02/08/2020

Dio ci benedica infinitamente sulla sua triplice croce per la sua triplice crocifissione, nella Divina Volontà amen

37 Visualizzazioni
8 Voti

       Il Maggiolino di Lusy Heaven



Lusy Heaven era un Angelo in veste umana, con un viso bellissimo ed attraente si presentava a gli occhi di tutti come una stella del firmamento; per tanto amore e tanta purezza che aveva in sé avvolte gli si illuminavano il viso ed i suoi dolcissimi occhi che erano di un colore acqua marina e le davano quel tocco di Divino splendore, amava Dio e leggeva sempre i libri dei grandi Santi, conservava nel suo cuore un motto che spesso ripeteva dentro di sè tra un pensiero ed un altro, come se fosse un dolce respiro un incessante palpito di vita, esso era : "tutto ciò che vedo non esiste perchè è il nulla, la debolezza, la morte; Dio esiste invece, perchè è il tutto, l'Onnipotenza, la vita.

Lei viveva al Central Park di New York in un appartamentino di 33 m², sua nonna glielo aveva lasciato in eredità insieme ad un superlativo Maggiolino che fu benedetto oltretutto da Karol Wojtyla, lei amava quel Maggiolino perchè sua nonna lo aveva consacrato a Dio, sentiva in quel piccolo abitacolo di ferro il suo piccolo paradiso che la trasportava fuori dal mondo in una dimensione fuori dai sensi e tutta spirituale, cioè quando il proprio volere si confonde in mutua accettazione di intenti con quello Divino sperdendo il proprio essere nell'infinita estensione vitale dove tutto è Amore, Pace, Gioia, Forza, Potenza, Coraggio, Pazienza, Misericordia senza confini, dove gli Angeli, i Santi, e lo stesso Wojtyla e tutti insieme con Dio la venivano in continuazione a confortare per via della sua grande santità, era molto avversa ai demoni ed alla gran parte degli uomini peccatori Lusy, vedeva e sentiva il bene ed il male negli uomini ed anche negli oggetti, percepiva anche il lezzo che il male emanava come un odore intenso e solforoso, e se guardava le persone nei loro occhi notava molte cose per di più molto negative, spesso riusciva a calcolare anche che tipo di imperfezioni e vizi avessero, leggeva a volte anche i loro pensieri e sentimenti che erano del tutto inquinati ed inquinanti, e per questo stava sempre più lontana dalle persone, dai luoghi e oggetti contaminati dal male, e diceva sovente con molta affabilità e grazia: "tutto quello che vedo è fumo maledetto di satana, e non è degno di essere nemmeno considerato, per me non esistono più e pertanto sono opere morte, fumi nell'aria spazzati via dai venti, e solo il mio Dio e soltanto tutte le sue creature fedeli esistono per me, perché hanno consistenza e vitalità; loro rendono la mia vita sempre più spirituale, vera, gioiosa e nella vita fisica mi servono con amore come questo Maggiolino che non mi ha mai deluso, in sé stesso esso è un mini santuario mobile ma spiritualmente esso è immenso perché contiene Dio e tutti gli Angeli ed i Santi messi insieme proprio come il mio cuore, questo carissimo Maggiolino per metà mio e per metà di Karol Wojtyla non mi ha quasi mai fatto pagare un solo centesimo in 14 anni; Dio lo benedica infinitamente ancor di più ed anche benedica infinitamente tutti gli oggetti santi e quelli cattivi, e li converta in cose buone ed utili, crocifigga sulla sua triplice croce tutte le cose toccate dai demoni e dai peccatori, e li converta in cose sante già da ora per la sua triplice crocifissione, passione, atti Divini, morte e risurrezione, nella Divina Volontà amen."

Una Domenica di marzo Lusy uscì con il suo Maggiolino per le strade di Manhattam e si portò con sé un Crocifisso grande 1,20 m per benedire le grandi arterie della sua cara Manhattam ed anche Wall Street che era considerato da lei un punto molto strategico per sistemare le economie e finanze private e pubbliche mondiali; dal finestrino della sua auto Lusy lasciava cadere da una bottiglia di plastica gocce d'acqua miracolosa, quest'acqua proveniva dal Santuario del Divino Volere di Porto Empedocle. Un agente la fermò per dirle che tenere la mano fuori dal finestrino era molto pericoloso, facendo gli scongiuri poteva malauguratamente farsi del male se veniva ad impattare con un motociclista distratto per esempio, Lusy con molta affabilità e candore disse: "grazie agente la manda qui Dio ad aiutarmi, farò proprio così come lei giustamente mi ha fatto osservare."

Salutò l'agente e ripartì stavolta tenendo la bottiglia più internamente all'abitacolo, non facendo più vedere la sua mano al di fuori di esso; era arrivata ai pressi della cattedrale di San Patrizio e si fermò per benedirla con più preghiere e con più acqua miracolosa del solito, e disse: "Caro San Patrizio ti voglio bene tantissimo perché Dio ti ha dato il dono di essere nostro Patrono e Protettore di questa così grande città e di questo popolo così numeroso, rendi la mia New York come la Gerusalemme Celeste e tutti i suoi abitanti come Dio per la triplice crocifissione passione di Gesù e Maria, nella Divina Volontà amen.

La sua New York in quel giorno risplendette di più in luci artificiali ma sopratutto di quelle luci invisibili provenienti dal Dio infinitamente generoso e ricco di grazie.

Logo
4991 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (8 voti)
Esordiente
6
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Aatxajzt7nsl rzh7o6rq5jptmxfuictattxrdrhbzfn=s50 mo?sz=200

Andreasololettore ha votato il racconto

Esordiente
Large ritratto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Marco Corsa ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large ll mare dei surrealisti.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Dovrò rileggerlo con calma per farmi un'idea Segnala il commento

Large img 20200226 075137 754.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

paroleemusica ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1594551086151.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giorgia Nicolini ha votato il racconto

Esordiente
Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore
Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Messina Giuseppe

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work