Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Il meccanismo di autodistruzione di origine genetica

Pubblicato il 16/09/2021

La scienza è ancora nel medioevo.

28 Visualizzazioni
10 Voti

Dove fanno un deserto lo chiamano pace. A me dunque non piace la pace e né tanto meno il deserto, io adoro la lotta nella vita, amo la guerra che rende uomini e la produttività che fa crescere l’umano. Adoro la giungla della vita, ciò che è rigoglioso, florido, che produce vita costantemente. 

Per fare ordine ci vuole una guerra continua contro il caos, anche il caos è caotico perché ha le sue regole molto più complicate delle nostre. Ecco perché le donne amano gli stronzi perché essi sono caotici e le donne mettono ordine. 

Se l’uomo distrugge, la donna rassetta la casa. Questa la dovete prendere come la più grande metafora della vita e della storia umana.

Distruggiamo per costruire meglio di nuovo e la donna ci rimette in fila per farlo di nuovo. Il maschio è caotico eppure razionale, la donna è ordinatrice eppure spesso ci appare irrazionale. Sono opposti e opposti che si sovrappongo e che creano il contrario e si attraggono e si respingono in un vortice di magneti che rimbalzano tra loro. 

Per questo la mia vita è diventato eterno disordine. Maschio solo, testosterone molto elevato, alto grado di caos, di dispersione di calore, di energia, inquinamento anticonformista, espressione d’ingratitudine nei confronti del mondo. Meccanismo di autodistruzione.

Ho messo in moto il meccanismo di autodistruzione.

Si trova sotto il collo ed è a forma di leva, alcuni dicono sia a forma di farfalla ma basta tirarla una volta e l’uomo esplode nel giro di pochi anni spargendosi nella propria stanza. A pezzi, con sangue sparso sulle pareti che sono sempre state solo e sempre di colore bianco e con le membra che vengono ritrovate negli angoli più nascosti, scarnificate.
Non voglio chiamare questo organo con il suo nome perché i nomi degli organi che sono stati nominati dall'uomo scientifico li trovo tutti di pessimo gusto ma ciò nonostante quando viene tirata quella leva si scatena l’autodistruzione.

E’ la leva che produce gli ormoni dello stress e sì, se non lo sapevate prima sappiatelo adesso: siamo tutti dotati di un meccanismo di autodistruzione che può attivarsi e difficilmente si può poi tornare indietro disattivandolo.

Gli anticorpi iniziano ad aggredirci da soli contro la nostra stessa amarezza nei confronti della vita.

Ebbene sì, questa è la causa che nessuno trova sull’origine di molte malattie autoimmuni e altre chiamate anche tumori. Meccanismi altamente selettivi di autodistruzione e ne siamo dotati tutti geneticamente, basta tirare la leva.

Questo spiega il perché negli ultimi anni se ne attivano tante. Uno stress prolungato per troppo tempo assieme a un probabile virus simile ma inverso e innocuo come l’herpes di un bacio è il meccanismo di attivazione.

Così come un bacio è il meccanismo di attivazione per un lungo inizio di benessere la sua mancanza può uccidere un uomo o una donna.

Se pensate che non sia vero, potete fare tutte le vostre ricerche, ma i segreti vanno conservati bene quindi troverete ancora molto poco. Gli scienziati e i medici a malapena hanno capito perché apriamo gli occhi la mattina e cerchiamo di chiuderli la sera. Io dico e affermo che la scienza si trova anni luce dalla vera comprensione delle malattie.

L'unico nome giusto dato a un organo interno è stato quello di "cuore" che fa rima con nucleo energetico. È da lì che si dipartono tutte le energie, è come la nostra piccola centralina atomica e se batte troppo poco o inizia a fibrillare vuol dire che qualcuno ha tirato la leva a forma di farfalla che si trova sotto il collo di ognuno di noi.

Non posso ancora dirvi altro, le rivelazioni che ho scoperto sono ancora più scioccanti. 
Dovete credermi, dovete credermi, dovete creder...

Logo
3665 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (10 voti)
Esordiente
6
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large io.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Coscienza fantasma ha votato il racconto

Esordiente

Ormai sono passati diversi anni dall'ipotesi e formulazione della Coscientropia, tu scrivi di un soggetto che per me è una continua conferma, quindi mi hai dimostrato che sei più pazzo di me. Una volta varcato la soglia, aver scelto la pillola blu o la rossa, non puoi più tornare indietro. Come disse Bill Murray: "ci vediamo dall'altra parte".Segnala il commento

Large img 20210812 101200.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Anacleto ha votato il racconto

Esordiente

Ti cred....Segnala il commento

Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Leggerti è una continua ed efficace stimolazione psichica. Complimenti!Segnala il commento

Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore

tutto veroSegnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Andrea Trofino

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee