Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Umoristico

Il Ponte dei Sospiri

Di CKC
Pubblicato il 19/11/2017

A Venezia, sul Canal Grande, due turisti sul vaporetto della linea 2, disquisiscono su quello che hanno fatto quel giorno. Io li ascolto e cerco di rendermi utile.

15 Visualizzazioni
8 Voti

Nel viaggio di ritorno in vaporetto, verso Piazzale Roma, mi imbatto in una coppia di turisti italiani di mezza età. Lui con macchina fotografica al collo, lei estasiata da tutto quello che la circonda. Salgono, di fianco a me, dal pontile di Rialto, quello della Linea 2 in direzione Tronchetto. Di solito questa è l'ora dei pendolari, i turisti si accalcano più tardi quando la giornata volge al termine. I due chiacchierano tra loro.

- Amò, hai visto che bello? - dice lei sporgendosi dal parapetto.

- Magnifico Nené! Proprio come si vede in televisione, eh? - dice lui mettendole un braccio sulle spalle.

- Lo diceva Salvino che dovevamo venire a Venezia per il nostro trentesimo anniversario. Aveva proprio ragione! Questo posto è incredibile, sembra proprio come na mozzarella in coppa, una di quelle che mi serviva nonna da bambina. 

- Quant'è vero Nené! Tutte ste case che se ne stanno ampresso ampresso e sembrano galleggiare in una ciotola che le contiene tutte quante. E stu ponte? Guarda , com'è stu ponte?!

Li osservo divertita.Su ogni vaporetto c'è sempre qualcuno che mi ricorda di vivere in una città che, bene o male, riesce a emozionare chi la percorre. Ogni singola pietra, marmo o portale, comunica qualcosa a chi ha un minimo spirito di osservazione. Lo scafo scivola lento, rallenta ancora in prossimità della fermata di San Marcuola. A quel punto la signora sobbalza. Si gira, quasi si attacca al collo del marito indicandogli il palazzo di fronte. In effetti il Fondaco dei Turchi, attualmente sede del Museo di Storia naturale, ha il suo perché. Il colonnato, prospiciente il Canal Grande, nei giorni di sole come oggi pare sorgere dall'acqua. L'effetto è particolare, di rara bellezza

- Amò!!! E questo? Che sarà mai stò palazzo? E' immenso!

L'uomo si gira e la prende serio sottobraccio, non elude l'invito. 

- Chissà quanti ci stavano lì dentro una volta Nené! E come avranno fatto a scaldarlo?! ... Maròoo? Certo che ne abbiamo viste di cose da stamattina!

- Scusi - dice la donna voltandosi verso di me - per la Stazione dei treni, è la prossima?

- Sì. La prossima - dico. La fermata è subito dopo quel grande ponte in pietra bianca.

- Grazie molte - dice. Lui mi guarda, fa un piccolo cenno con la testa e si rivolta.

La signora continua a guardare il paesaggio dal lato sinistro del vaporetto che nel frattempo si è staccato dall'imbarcadero. Passiamo davanti all'incrocio con il Rio di Cannaregio e poco dopo sotto il ponte degli Scalzi. A quel punto la donna ha un nuovo sobbalzo.

- Amò, guarda, guarda che meraviglia!... Chissà che è?! Guarda che ripidi sono i scalini. Mamma mia! A farlo diverse volte al giorno c'è da star male! E che ponte è, amò, tu lo sai?

Proprio quanto decido di intervenire, lui la abbraccia. Mi scanso di lato, non voglio invadere un così lieto quadretto famigliare. Mai intromettersi nello spazio altrui, soprattutto in simili occasioni.

- Nené, ecchè ponte vuoi che sia?! È il ponte dei Sospiri! Che altro?! Guarda un po' le persone che salgono? E gli scalini? Ammazza quanto so' alti! Hai voglia a sospirare per arrivare lassù!

- Che bello amò! Il ponte dei Sospiri!!! A me in televisione pareva più piccolo, ma la tv fa brutti scherzi, tutto dipende dalle inquadrature. E fotografalo, no? Cosa aspetti? Dai amo'! Che stu coso mica se ferma qua sotto! E quando mai lo rivediamo?!

L'uomo si stacca con un balzo e inizia a puntare la sua reflex facendo tutta una serie di fotografie, dal basso verso l'alto. Appena il vaporetto passa oltre la campata del ponte, si sposta a prua e inizia a fotografare di sbieco, inclinando l'obbiettivo di sessanta gradi.

- Ecco Nené, fatto! E sarai contenta spero!?  In un giorno siamo venuti a Venezia, abbiamo visto la chiesa e la piazza di San Marco, camminato per i vicoli, comprato il vetro lavorato e pure mangiato seduti davanti al mare. E adesso, prima di ripartire, abbiamo anche fotografato il ponte dei Sospiri! Secondo me, Nené, quando lo racconti a tu sorella, quella, neppure ci crede!

Il vaporetto attracca alla fermata della Ferrovia. Lei si gira e mi regala un sorriso. I due si mettono in fila e scendono confondendosi quasi subito tra la folla in transito sul piazzale. Li seguo con lo sguardo fino a non vederli più. Il marinaio ritira la fune mentre lo scafo ansima nel congedarsi dall’approdo. Mi guardo attorno. Adesso ci sono altre persone che fotografano il ponte successivo mentre alcuni, come me, si godono la visuale di un tramonto infuocato. Per un attimo rivedo il sorriso di Nené e un po’ viene sorrido pure io. Venezia é davvero magica, penso. A tutti regala qualcosa da portarsi via.

Logo
4596 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (8 voti)
Esordiente
8
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Walter White ha votato il racconto

Scrittore
Large img 1664.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

davidez ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large bd177824 d2fb 4a2e a04a 932874cb0846.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Philostrato ha votato il racconto

Scrittore
Large snoopy scrittore.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Maria Cristina Vezzosi ha votato il racconto

Scrittore
Large large australia.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Fiorito ha votato il racconto

Scrittore
Large ti8.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

di CKC

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee