Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Umoristico

Il sabato mattina del 2004 ascoltavo la musica POP su MTV

Pubblicato il 12/06/2020

La descrizione del brano è il titolo di questo racconto dove racconto che nel 2004 ascoltavo la musica pop

24 Visualizzazioni
10 Voti

Il sabato mattina del 2004 ascoltavo la musica POP su MTV.

Ore 11 in punto.

Ringo gusto vaniglia.

Divano.

Telecomando.

Canale otto: EURO TOP 20.

Si trattava questo di uno show musicale pregno di una smodata qualità.

2 Ore. 20 video. 20 canzoni: le più in voga nel panorama pop mondiale.

Il programma era condotto da una signora bionda che articolava le sue frasi attraverso un estremamente complesso sistema linguistico: la lingua inglese.

La classifica in teoria doveva aggiornarsi settimanalmente ma in pratica era tutto falso. Non si aggiornava mai e se lo faceva lo faceva di nascosto.

Al posto numero 20 c’era sempre lo stesso pezzo, “Yeah”, una ballata popolare ad opera di tale Usher, un giovane dell’entroterra romagnolo. Grazie alla sua carica militare il brano avrebbe conquistato il mondo, io lo cantavo prima dell’esame di quinta elementare assieme alla maestra Rosa e al signor Maurizio, un bidello che bestemmiava.

Proseguendo verso la vetta, inchiodato bello fisso alla numero 12 soggiornava costantemente lui, il Vate, l'artista che per molti musicofili era considerato alla pari di Dio. Mi sto ovviamente riferendo a George Michael, un celebre individuo che sorrideva sempre.

Il video della strabiliante “Amazing”, dove ventisette persone vestite di bianco applaudivano dentro una stanza vuota senza un apparente motivo e fino a farsi arroventare le mani è ancora oggi uno strumento di tortura utilizzato dallo spietato dittatore nordcoreano mister Kim Yong-un.

La top 10 nascondeva tuttavia delle perle vere.

Dopo una buona dozzina di singoli dei Black Eyed Peas (i loro video sono realmente i migliori del globo, e qui non si scherza, la clip di “Shut up” è forse fra le cose migliori mai viste da occhio umano) si arrivava finalmente alle zone calde, a quei momenti che il giovane millennials aspettava più della pentolaccia a carnevale, più di “Bim Bum Bam " al pomeriggio, più di Franklin Tartaruga che alle ore 7 su “Italia Uno” provava ad allacciarsi le scarpe di cartone.

In posizione 6, ad esempio, non poteva mai mancare il mio amico Eamon, abile cantore dei sogni perduti.

La sua “Fuck it – i don’t want you back” ("Suca – gradirei che tu non tornassi indietro") ha contribuito a formare un’intera generazione di bambini maleducati.

Andando avanti, fra la 4 e la 5, sostava con agio Jamelia, suadente ragazza caraibica abilissima a catturare l’attenzione con la straritmata “Superstar”.

Il podio era perennemente uguale e non cambiava quindi mai per nessuna ragione.

Terza posizione per sua maestà, la donna che al posto delle corde vocali aveva deciso di impiantarsi un subwoofer: Anastacia.

Le iconiche rime di attacco di “Left outside alone” sono passate nell’MP3 (emme-pi-tre) di qualsiasi nativo digitale.

Seconda piazza per gli Outkast!, due teenager agitati che cantavano tipiche canzoni napoletane.

Il primo posto era ovviamente intoccabile, unico, assolutamente mai in discussione ed esclusiva prerogativa di colei che all’anagrafe è nota come Britney Spears ma che in realtà sarebbe più corretto identificare con l’appellativo estremamente sobrio di “Dea del sesso”.

Il video di TOXIC, dove la Nostra pratica il gioco della seduzione ricoperta di latex e a bordo di un aereo BOEING747 si tratta ancora oggi di un documento audiovisivo di importanza ultraterrena, di una pietra miliare della videografia musicale, di un inno generazionale testimone di una cultura pop eterna e che non dovrà mai essere dimenticata pena la fustigazione con il cilicio.

Vorrei tornare al 2004 solo per potermi nuovamente sverginare di queste incredibili melodie ma mi rendo conto che sia impossibile quindi credo che l’unica operazione fattibile sia quella di riprendere fra le mani quel walkman che conservo avidamente nel cassetto della mia scrivania e lasciarmi andare alle coccole sempre piacevoli di un po’ di cara e sana nostalgia, che… si sa: a giuste dosi, non fa mai male.

#millennials

Logo
3899 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (10 voti)
Esordiente
7
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Carolina Fabrizi ha votato il racconto

Esordiente
Large schermata 2020 06 18 alle 10.45.58.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

carres ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore
Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

ha l'ironica e divertita efficacia delle vecchie recensioni musicali sulla scomparsa rivista di quegli anni, "Ciao 2001". compili e animi efficacemente la lista. cadi rovinosamente su "potermi nuovamente sverginare" che stona in maniera greve - anche se il senso è chiaro - in un gioco della memoria delizioso. Segnala il commento

Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Le ricordo proprio tutte :))Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large absm5451.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Lorenzo Montanari

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee