Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Umoristico

In classe

Pubblicato il 05/05/2022

Da un'idea nata con Enrico, tanto per riderci su.

195 Visualizzazioni
33 Voti


La supplente ha appena terminato l’appello.

“Non capisco, ci sono sempre così tanti assenti in questa classe?”

“Eh, professoressa. In molti qui siamo ormai di passaggio - oggi ci siamo, domani magari no. Ah, sì, scusi, sono Giampiero”.

“Grazie, Giampiero. E mi sa dire il motivo?”

“È tutta una questione shakespeariana, prof., esserci o non esserci. E io, Franco Battaglia, ne so qualcosa”.

“Professoressa mi dia retta, lasci perdere. Piuttosto, noi in genere il martedi facciamo conversazione”.

“Lo stavo chiedendo a Giampiero. Comunque lei è…”

“Falcomer”.

“E mi dica, Falcomer, in che senso conversazione”.

“Perché, lei non la fa, conversazione? Il professore dice che dobbiamo imparare la dialettica. Sa, dià lègo, quella roba lì”.

“E come dovrebbe svolgersi?”

“Ma prof, è semplice. Uno butta lì un tema, che ne so… Ecco: il significato della componente sapida nella torta ai pistacchi”.

“Lei è…”

“Franco. Lasci perdere il cognome, è complicato”.

“Mi sta prendendo in giro, Franco?”

“Come, professoressa! Ma ha presente il contrasto tra il salato, che poi per forza è sale Maldon, a piccoli cristalli croccanti, e la crema di pistacchio che scivola sulla lingua…”

“O Franco, e basta parlare di mangiare! Pensiamo piuttosto al riscaldamento globale, allo scioglimento delle calotte”.

“Ha ragione Roberto!”, interviene la più bella della classe. “E a proposito di riscaldamento, qui dentro fa un freddo cane! Buio e freddo, maledetti tirchi”.

“Ti riscaldo io, Violetta!". Italo si avvicina pericolosamente alla ragazza. "Stamani mi sento il fuoco nelle viscere!”

“Lei torni al suo posto, per favore. Si sieda!”

“Senta, prof.: Antonella, Sofia e io pensavamo che si potrebbe parlare dell’Amore…”

“Siiiiii", esulta Italo.

“Abbiate pazienza un attimo, dice bene Violeta: qui dentro è buio pesto. Lei!”

“Chi, io? Veramente…”

“Veramente cosa? Non ho ancora detto niente! Come si chiama?”

“Urbano”.

“Ecco, Urbano, mi faccia una cortesia: vada ad accendere la luce. Grazie”.

“La ragazza che ha parlato prima, Helena, giusto? Mi sembra che abbia sollevato una questione interessante”.

“Come fa a sapere il mio nome?”

“Ce l’ha scritto sulla maglietta, cara.”

Italo si volta subito a osservare il nome che respira sulla maglietta di Elena, metà classe segue il suo sguardo.

“Va bene, e poi come procediamo?”

“Definito il tema ognuno dice la sua. Di solito sono io che assegno i turni”.

“Si dice fare la moderatrice, Tella!”

“Ma quale moderatrice, Silvia! L’ultima volta si è sfiorata la rissa!”

“Dé, ma dovete stare calmi”, sbuffa Silvia mentre tira una gomma addosso a un ragazzo, per richiamarne l’attenzione:

“Howl! Ehi, Howl, ce l’hai un po’ di fumo? Sennò non ce la faccio a sopportarli”.

“Altro che fumo”, interviene Paolo, “qui bisognerebbe irrorarli di Xanax come se fosse napalm.”

“Insomma basta! A me sembra che sia tutta una strategia per perdere tempo. C’è qualcuno tra voi che abbia svolto il lavoro assegnato dal vostro professore?”.

“Non c’era da fare alcun lavoro, proprio niente, prof. La cultura è immaginazione”.

“Come, scusi? Chi è lei? Si alzi.”.

Il ragazzo si alza, è a torso nudo: “Bruno”.

“Senta, Bruno, è impazzito? Si metta subito la maglia”.

“Col cazzo”.

“Come ha detto, prego?”

“Ha detto: col cazzo. E io ritengo sia un’espressione accettabile”.

La voce profonda è uscita attraverso una barba da rider californiano.

“E lei che ritiene, sarebbe…?”

“Non sarei, sono. Jean, signora”.

“Effettivamente, prof…", mormora Urbano.

“Bruno, lei per favore, si rivesta. Quantunque …". Sospira, appoggiata a un gomito. Poi si riprende, allunga il collo: "Scusatemi, ma sbaglio o il ragazzo là in ultima fila sta dormendo?”

“Sì, prof. E infatti secondo me dovremmo fare più piano. Insomma non gridi, così rischia di svegliarlo, poverino”.

“Poverino??? Ma lei chi è, scusi? E il bell’addormentato, laggiù? Voglio il nome, gli farò rapporto”.

“Io sono Davide Marchese, prof. E ritengo che sarebbe molto ingiusto prendersela con l’unico della classe che non ha dato fastidio a nessuno. Lui è Ti, soprannominato Bau”.

“Ti? Bau? Ma cosa sta farneticando?”

“Lo lasci stare, signora, davvero. Avrà suonato fino a tardi, oppure avrà girovagato per i vicoli tutta la notte. Lo lasci riposare”.

TOC TOC

“Avanti”.

Niente.

“Avanti!”

Niente.

“AVANTI”. La voce profonda di Jean si è diffusa sopra le teste dei compagni, sopra la prof, è arrivata alla porta che si è aperta e ha lasciato entrare, con passo baldanzoso, il bidello.

“Oh, signor Fabiani, buongiorno. Qualche circolare da firmare?”

Mentre l’insegnante firma le carte, Antonella si alza:

“Allora, va bene a tutti se affrontiamo il tema dell’amore?”

“Ma dell’amore fisico?”, chiede Italo.

“Certo, e si potrebbe associare anche al tema della cucina, perché lo sapete quanto è eccitante lavorare con le dita un impasto lievitato?”

Una gragnola di fazzoletti, penne, quaderni colpisce Franco.

“Se non le dispiace rimarrei un po’ qui ad ascoltarvi”, dice il bidello alla professoressa, e non suona come una richiesta.

“Fabiani, in realtà non credo…”

“Prof, non assuma atteggiamenti discriminatori!”, esclama Bruno.

“Bruno, lei si rivesta. Anzi no", sospira, "resti così. Va bene, per introdurre la discussione leggiamo un piccolo passo tratto dal Simposio”.

“Che ne dite, ragazzi?”

“La supercazzola!”

“Come, signor Fabiani?”

“Con scappellamento a destra!”

“Ma per favore esca! Ma come si permette!"

“Contestualmente uscirei anch’io per recarmi …”

“Vada, vada, Urbano. Bruno no, lei resti lì.”

Dalle finestre socchiuse entra un rumore di ruote che sgommano sul ghiaino, con frenate e colpi di clacson.

“E ora che succede?”

“Niente, prof. È Anacleto che fa il suo show con la Porche verde”.

“O mio Dio, e come si fa a farlo smettere?”

“Bisogna affacciarci tutti, è l’unico modo. Certi comportamenti sono segnali di ricerca di attenzione”.

“Lei chi è, scusi?”

“La sua Coscienza, professoressa”.

“Ma cosa sta dicendo? Ma io le faccio rapporto!”

“Sarebbe sbagliato, professoressa. Non si è accorta che questa è una comunità di recupero?”

“Ma la faccia finita, e si sieda. Piuttosto lei, signorina, come si chiama?”

“Io?”

“Sì, lei. L’unica che sta zitta e attenta”.

“Sono Adriana, signora, ed è meglio che non parli”.

“Cerchi di spiegarsi”.

“C’è poco da spiegare, direi. La situazione è sotto ai suoi occhi. Pensi alla vita di una persona che viene a scuola per imparare qualcosa e si trova in questa classe”.

“Pensi a me che dovrei insegnarci, allora”.

“Lei è pagata per questo, se vogliamo essere precisi”.

“Scusi, lei…”

“Sono Enrico, professoressa. E non ne posso più di sentire voi insegnanti lamentarvi di non riuscire a tenere una classe. Avete studiato le materie che insegnante? Sì. Avete una formazione pedagogica? Dovreste. E allora datevi da fare. È quasi finita l’ora e ancora non le ho sentito pronunciare una sola parola interessante!”

Un applauso accoglie le sue parole. Alcuni battono le mani sul banco, altri producono suoni gutturali. Enrico scuote la testa e si siede.

“Io sono Laura, professoressa, e voglio dire che sono d’accordo con Enrico. Se il corpo insegnante ha ancora un’onorabilità, non dovrebbe lamentarsi degli studenti. Lo intravede il controsenso?”

“Io sì”, dice una delle ragazze, alzandosi in piedi, “e sono Roberta”.

“Anch’io”, dice Antonietta.

“Anch’io”, dice Barbara.

“Da daaan!”, fa Blu, salendo sulla sedia.

“Professoressa…”

“Sì, Italo. Dica.”

“Non sono tutte bellissime?”



Logo
7250 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (33 voti)
Esordiente
22
Scrittore
11
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 20220521 204723.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helenas ha votato il racconto

Esordiente

😄Segnala il commento

Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large nyogen.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Nyogen ha votato il racconto

Esordiente

Volevo mettere qualche voto in meno perchè non mi sono ritrovato nella storia! :)) ma è troppo carina.Segnala il commento

Large default

lAm!bisko ha votato il racconto

Esordiente

Ma, quando scrive bidello, intende scemo del villaggio?Segnala il commento

Large amelie 1024x593.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

corale e divertente, difficile anche. e poi ci sono anch'io:) grazie SilviaSegnala il commento

Large 20211005 190648.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Alma R. ha votato il racconto

Esordiente
Large feather.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

rheya ha votato il racconto

Esordiente

Molto riuscito, brava.Segnala il commento

Large on the road.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

omALE ha votato il racconto

Esordiente

una classe di squinternati... giustappunto personaggi in cerca d'autore Brava ci vuole un po' di leggerezza troppa serieta' non aiutaSegnala il commento

Large ez27 277678995 10224295234402071 3440311918073166286 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Ah ah ah Ma è una classe da esaurimento. Un professionale con problemi di iperattività e disturbi dell'attenzione e basi liceali. Hai rifatto in classe le Baruffe Chiozzotte di Goldoni. E voi abili e innominabili registi. Bravissimi.!Segnala il commento

Large 675e5471 05e0 4107 8ba7 e542a5b70562.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MMarianella ha votato il racconto

Scrittore

Io giustifico l'assenza, Professoressa. Mi ha fatto sorridere molto, che bello. Al signore delle circolari, soprattutto.Segnala il commento

Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente

:-))Segnala il commento

Large thumbnail.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Frato ha votato il racconto

Esordiente

Bellissimo Silvia, mi è piaciuto molto! ..e un'indiretta steccata a questi piagnoni di insegnanti.Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

La prima cosa che ho pensato: “ insolito.” Poi è stato solo divertissement, e la voglia di scoprire se c’ero anch’io in questa gabbia di matti. Brava, hai assegnato i ruoli con perizia, piaciuto in particolare un Italo un po’ allupato e un Ti Maddog estraneo ai fatti. Sul bidello non mi esprimo:))Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

:-)Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Geniale. GrazieSegnala il commento

Large img 20180626 wa0139.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

FilippoDiLella ha votato il racconto

Esordiente

Spasso!Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente

🙂🥰Segnala il commento

Large io.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Coscienza fantasma ha votato il racconto

Esordiente

Per prima cosa non mi puoi dare del LEI e addirittura mettermi a sedere, pretendo il VOI visto che soffro di MSD, devi rispettare tutte quante le mie personalità. Credo ci sia bisogno di più sedute di analisi per questa CdR, stiamo andando ognuno per i fatti suoi. Credo sia giunto il momento di dare una svolta, trovare un progetto di scrittura comune. Visto che ultimamente sentiamo il bisogno di umorismo scegliamo un soggetto e diamoci dentro. un abbraccioSegnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

hai creato un meraviglioso girotondo … io vi/ci vedo tutti attorno ad un tavolo imbandito ⭐️Segnala il commento

Aoh14gjaydde0xx0klmdn8xav1mkmg25dbcq0nyke6jl=s96 c?sz=200

Signor Fabiani ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Bello, bello, bello. In effetti fa parecchio ridere che il bidello ne sappia infinitamente di più di tutta la classe, professoressa inclusa, anche se, per questo fatto, andava forse classificato sotto FANTASCIENZA. §:-). A livello di tecnica di scrittura, poi, registro una struttura dei dialoghi parecchio traballante: non si capisce mai chi sta parlando, a causa dell'assenza dei "beat", che però, lo capisco, sono molto faticosi da scrivere... e poi, dai, su, i suoni onomatopeici in un testo di narrativa? Pietà! Va bene che è "umoristico", e vuoi far ridere, ma non così... non con i suoni onomatopeici, ti prego: chi ama la scrittura la rispetta sempre, qualunque cosa decida di scrivere... ops... accidenti... devo aver messo un po' troppi puntini di sospensione e usato la punteggiatura un po' troppo liberamente... vabbe' fa niente, sistemala tu prof, d'accordo? §:-)Segnala il commento

Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Brava Silvia. Spassoso e fluido e con la giusta ironia :-D. La mia era un'idea buttata là, ma tu l'hai resa da vera scrittrice, giocando. Che occhio! Mi dispiace essere stato di poco aiuto, ma quando la penna tace... la tua invece è sopraffina! Un abbraccio a tutti!Segnala il commento

Large img 20220509 wa0004.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Anacleto ha votato il racconto

Esordiente

“Niente, prof. È Anacleto che fa il suo show con la Porche verde”. “O mio Dio, e come si fa a farlo smettere?” “Bisogna affacciarci tutti, è l’unico modo. Certi comportamenti sono segnali di ricerca di attenzione". Urka, colpito e affondato, tutto vero compreso il bisogno di attenzione ma per colpa mia hai commesso un piccolo peccato veniale. Ho da poco cambiato la Porsche e stupidamente non ti ho avvisata, ora è blu Miami ( vero ) Vieni a fare un giro? :-) Ti prometto che non sgommo. Ah! Ah! Ah! Se poi ti dicessi che in qualche modo siamo anche colleghi....( Vero) Basta. Mi fermo.Anzi no, il Sig. FABIANI bidello ? Neeeee! FABIANI PRESIDE ! Ecchecazzo! Dai..... A voi tutti vi voglio bene, lo sapete vero ? FABIANI DICEVO ANCHE A TE!!! :-) già lo sai Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Senti, ma Fabiani bidello? Io morto ☠️. Ancora rido. Meno male che ci sei. Grazie. Segnala il commento

Large 0f6af098 82af 4cce a467 9173710a6edc.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Umorismo da toscanaccia :)) E che ritmo! (anch'io però vorrei sapere dov'è Violeta)Segnala il commento

Large messaggio dell imperatore d2edb2ba d29c 49af bf26 49f968c048a9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Una simpatica idea, che unisce nella diversitàSegnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

molto simpatico.Segnala il commento

Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente

Molto divertente. Brava. (Vorrei tanto sapere dov'è Violeta, mi scusino le altre! e non per la sua bellezza ma per i suoi versi preziosi)Segnala il commento

Large default

I'an Well ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Mi sento di ringraziarvi per avermi pensato sveglio e nell'ultimo banco!!! :-))) Quando andavo a scuola...dormivo!!! Braviii!!!Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Ehi tu!! Ma sei tornata allora?! Sto giusto sbocconcellando del pecorino sardo, di media stagionatura, moderandolo - già due gerundi, mannaggia!! - con del miele di asfodelo, e qualche fetta di pane casereccio semintegrale cotto in forno a legna. Leggero con brio... un gradito ritorno, a dirla tutta. Dimenticavo: ci sta bene una Vitovska Lupinic, magari del 2018. Costa quanto uno spaghetto alle vongole con una punta di bottarga, e un calice di prosecco anonimo. Provare per credere. Segnala il commento

Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Scrittore

Bello e divertente. Credo che abbia centrato lo scopo. Buono il ritmo, incalzante, che rende la lettura e i dialoghi scorrevoli. Brava Silvia, il regalo di un sorriso non è poca cosa.Segnala il commento

Large download.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Albemasia ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Ho riso di gusto, immaginandoti intenta a scrivere il brano, a osservarci per cogliere una caratteristica in ognuno di noi. Trent'anni d'insegnamento hanno radicato in me la convinzione che una buona classe non è fatta solo da bravi insegnanti, ma anche e, oserei dire soprattutto, da allievi che vogliono imparare. Typee non è in declino per l'assenza di alcuni, ma per la presenza di qualcuno che, se avesse un barlume di "onorabilità", dovrebbe tacere, o almeno smettere di provocare patetiche diatribe e di millantare meriti inesistenti. Apprezzo il tuo tentativo di smorzare i toni. La conferma di quanto tu sia una persona amabile e intelligente. Tuttavia, io ammiro chi - come te e molti altri - onora la scrittura tanto quanto biasimo chi ha segnato il declino del sito. Segnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Silvia Lenzini

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work