Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

In sala d'attesa

Pubblicato il 16/06/2020

Momenti rivelatori.

31 Visualizzazioni
15 Voti

Il trillo del campanello, l’ennesimo, aveva infastidito la signorina Ducci. Aprì la porta della saletta d’attesa e vide Marotti in piedi. Era arrivato dieci minuti prima.

– Ha bisogno di qualcosa, signor Marotti?

Marotti non aveva il solito aspetto controllato e cortese. Dietro la montatura spessa degli occhiali le pupille galleggiavano spaurite.

– Tutto bene? – chiese la signorina Ducci.

– Mi deve scusare, – disse Marotti con voce flebile. – Un impegno improvviso.

Il labbro inferiore ondeggiava in modo innaturale.

– Purtroppo devo andare via.

– Certo.

– Mi deve scusare. Vi richiamo per fissare un appuntamento. Giovedì.

– Ma si figuri. Nessun problema.

Marotti rimase in piedi, con l’aria incerta. La signorina Ducci notò le goccioline di sudore sulla tempia.

– Mi perdoni, – disse, – ma è sicuro di stare bene?

Marotti si riscosse, fece cenno di sì con la testa e imboccò le scalette, incurvandosi per non urtare. In sala d’attesa erano rimaste due donne.

Era un paziente dello studio dentistico da molto tempo, da prima che la signorina Ducci fosse assunta. Un quarantenne molto garbato. Un po’ riservato, ma simpatico.

Tutto il contrario della moglie, Rossana, una vera pressa. Si presentava in ritardo, sfasando gli orari degli appuntamenti, ed esigeva di entrare. Una volta aveva addirittura insistito per essere ricevuta fuori orario.

Era la conferma di quella che la signorina Ducci reputava un’infallibile teoria: un uomo dolce e responsabile si sposa con una piantagrane. Sembrava che certi uomini usassero la calamita, per scegliersele. Lei, quindi, che era così accondiscendente e compita, non poteva ambire alla categoria.

Marotti veniva spesso con Alessio, il bambino. Portava l’apparecchio, e somigliava al padre. Gli stessi occhi dal taglio a goccia, lo stesso naso aquilino. Ma era un po’ strano. Il padre lo guidava dal primo all’ultimo minuto. Nel complesso, comunque, una famiglia affiatata.

La signorina Ducci richiuse la porta dietro di sé e venne avvolta dall’odore di eugenolo.

– Adesso liberati da tutto. Mi devi dare una mano con l’otturazione nella stanza grande, – disse il dottor De Cecco.

Poggiò la lastra dentale sul ripiano.

– Tutto a posto di là? Ne mancano molti, ancora?

– Era Marotti. Doveva fare il controllo del dente del giudizio. Ma è andato via, ha detto di avere un’urgenza.

La signorina Ducci aveva sottolineato che si trattava del dente del giudizio, ma non ce ne sarebbe stato bisogno. De Cecco non poteva averla dimenticata.

Aveva fatto una figuraccia. Un’operazione maldestra, infinita. Il dottore aveva cominciato a sudare, addirittura lanciando qualche imprecazione tra sé e sé, e aveva tirato l’ultima radice del dente facendo leva sulla mandibola di Marotti, come si farebbe con un oggetto incastrato. Per sua fortuna Marotti non aveva detto una parola. Anzi, sembrava quasi mortificato di aver procurato tanto fastidio.

– Secondo me non si stava sentendo bene, – disse, dopo averci pensato bene, la signorina Ducci. – Aveva gli occhi sbarrati.

– Attacco intestinale acuto, intendi? – ghignò compiaciuto De Cecco.

Alla signorina Ducci tornò in mente che solo all’inizio dell’intervento Marotti aveva manifestato una perplessità. Aveva chiesto spiegazioni perché non riusciva a parlare. Si sentiva la lingua intorpidita.

– È l’anestesia, è normale, – aveva replicato il dentista. – Potessi farlo con mia moglie.

Marotti aveva sorriso, imbarazzato, e la signorina Ducci aveva pensato che le fortune vanno a chi non se le merita.

Logo
3469 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (15 voti)
Esordiente
13
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 20180923 180113.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Fab McCraw ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large gustav klimt 032.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luca82 ha votato il racconto

Esordiente

Racconto piacevole e ben scritto, si legge tutto d'un fiato.Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Niente di nuovo sotto il sole: l'uomo dolce-responsabile-vittima della donna-piantagrane-logorroica. Segnala il commento

Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 05 23 at 21.38.14.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Stefano Adesso ha votato il racconto

Scrittore
Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Castagna ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large 49199479 758130297888306 1334725198208827392 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

di the_bear_came_over_the_mountain

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee