Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

IO, ME E LUI (INCONTRI)

Pubblicato il 19/04/2021

Ripubblico, a distanza di un anno, rendendomi conto di quanto possa essere autoreferenziale la scrittura. Una sorta di "nevrosi narrativa" che si bea del proprio chiacchiericcio. Confido nella vostra moderata benevolenza,

86 Visualizzazioni
27 Voti



Sono uscito a fare un giro.

Prima ho girato a sinistra, costeggiando via Parini, poi a destra e ho preso via Pascoli, dopo ho rigirato ancora a destra, in via Foscolo, dove abitavo prima di stare qui, dove sto adesso e l'ho percorsa fino in fondo - è una via molto breve, sarà lunga 70/80 metri, sì e no - infine ho imboccato una curva a 90 gradi, (sempre a destra) immettendomi in una breve tratto di strada che collega via Foscolo a via Parini, perpendicolarmente, ho camminato ancora per 15/20 metri, finché ho girato nuovamente a destra, in via Parini, raggiungendo l'hotel Parini, da dove ero partito, poco prima.

Devo confessarvi che non ho mai capito  come si chiama, quel breve  tratto perpendicolare che unisce -  come il lato breve di una U maiuscola - via Parini a via Foscolo, che invece sono parallele. Probabilmente non ha alcun nome, quel tratto, anche perché non ci sono porte o portoni, né numeri civici, ma soltanto i muri perimetrali delle case stesse, qualche finestra al primo piano, nonché una recinzione metallica alta una paio di metri, che delimita un orto abbandonato da anni, del quale hanno preso possesso erbe e rampicanti, cresciuti a dismisura, qualche arbusto di rosmarino inselvatichito, alcuni cespugli di menta e una pianta di alloro, che ha allargato i propri rami a dismisura, alzandosi, fino a oltrepassare la recinzione; ma la pianta più bella, è una vite, che continua a crescere indisturbata da anni,  avvolgendo la baracca degli attrezzi, con la sua coperta di pampani verdissimi, dai quali spuntano ancora i tralci secchi degli anni passati.

Però credo che continui a chiamarsi via Foscolo, quel tratto di strada,  perché entrambe le vie sono a senso unico, nel senso che anche per andare in via Parini con la macchina, devo giocoforza arrivare da via Pascoli, imboccare via Foscolo sulla sinistra - perché anche via Pascoli è a senso unico - percorrerla tutta,  girare poi a destra,  nel tratto innominato, fare altri 15/20 metri, e poi girare ancora a destra, imboccando via Parini, dove abito adesso, al 2.

Saranno 200 metri, all'incirca, un percorso rettangolare circondato da villette a palazzine basse, su quattro lati, all'interno del quale si sviluppa un altro rettangolo, circondato dal primo, formato da due file di villette e palazzine, con relativi giardinetti e cortili. Un rettangolo, insomma, contenuto all'interno di un altro rettangolo, che lo incornicia, assolutamente perfetto, per girarci intorno, come piace fare a me.

Finito il primo giro, sono tornato in camera, a riflettere, finché, ancora non sazio e pago, ho sentito l'insopprimibile esigenza di ripetere lo stesso giro ma nel senso opposto, per esaurire tutte le istanze della mia ricognizione precedente, ancora inesitate.  Altri cinque minuti, per verificare la consistenza delle mie intenzioni, e poi sono ripartito, ma girando a destra, stavolta, perché a piedi si può anche  fare.  Ho dunque percorso il tratto finale di via Parini, e ho girato a sinistra, finché ho raggiunto via Foscolo, attraversando quel tratto senza porte nè portoni, ho rigirato ancora a sinistra e sono arrivato al civico 4 di via Foscolo, dove mi sono fermato, davanti a un cancelletto,  per guardare verso via Parini, sfruttando il varco creato dai cortili e dai giardinetti che separano le case su entrambe le strade, e ho visto chiaramente il balcone della mia casa nuova, al primo piano di via Parini, al 2, dove abito adesso. 

Poi ho percorso gli ultimi metri di via Foscolo, ho girato ancora a sinistra, in via Pascoli e poi ancora a sinistra, in via Parini, raggiungendo il 2, ho aperto il portoncino dell'Hotel Parini, sono salito in camera, ho chiuso la porta e sono uscito sul balcone, da dove ho guardato nuovamente attraverso i cortiletti,  che separano le case verso via Foscolo, a diritto, incontrando con lo sguardo proprio il cancelletto, davanti al quale, pochi minuti prima, mi ero fermato a guardare il balconcino dal quale sto guardando adesso, verso lo stesso cancelletto, dietro al quale, poco fa, stavo guardando in direzione di questo balcone, sul quale mi trovo in questo momento con lo sguardo sempre rivolto su via Foscolo, a quel medesimo  cancelletto, oltre il quale, non più di due o tre minuti fa, stavo guardando il balcone di fronte a me, in via Parini, a 20 metri di distanza, al primo piano, esattamente lo stesso sul quale mi trovo adesso, pertinente alla stanza che occupo, da sette mesi a questa parte, da dove sto continuando a guardare verso quel benedetto cancelletto, di Via Foscolo... tanto che mi pare di vedermi ancora, a questo punto, laggiù, con lo sguardo rivolto verso di me, che mi sto guardando, a mia volta, e allora decido di salutarmi, di salutare quel me lì, e ora che guardo bene, vedo che anche lui mi sta salutando,  con il braccio alzato, e ho voglia di salutarlo ancora, quello lì, quella parte di me che è rimasta laggiù, ad aspettare che arrivassi quassù, per incontrarci, in qualche maniera, a modo nostro.




Logo
4964 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (27 voti)
Esordiente
19
Scrittore
8
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large immagine 2021 04 24 184139.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Germinal68 (Sandro) ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large spirit 2304469 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Fant'asma ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210317 140852.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Enrico R. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20181019 185533.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cecibraci ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Mi ricorda un po' Perec, nella puntuale annotatura degli spazi. InteressanteSegnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore
Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Anche questo racconto era nella piattaforma prima di me, dunque (per me) è nuovo. Non è cambiato dalla prima versione. Ho letto i commenti alla prima pubblicazione, e sono d'accordo con quanto scritto dagli utenti. Tuttavia, non credo ti appartenga più di quanto non appartenga ad ogni essere umano incline a meditare, a investigare lo spazio alla ricerca di risposte. C'è nel racconto qualcosa che travalica il mero gusto di parlare di sè, e di ridurre la scrittura a uno "specchio". La vite, "che continua a crescere indisturbata da anni, avvolgendo la baracca degli attrezzi, con la sua coperta di pampani verdissimi, dai quali spuntano ancora i tralci secchi degli anni passati", è un'immagine universale. Questo è il racconto di un uomo ma, allo stesso tempo, è la storia dell'uomo, è il vivere e specchiarsi " a modo nostro." Segnala il commento

Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Eh sì, un pochino autoreferenziale è, ma non per questo è meno bello. Ci obblighi a seguirti nel tuo andirivieni mentale (e di quartiere) e lo facciamo un po' stregati, succubi dei tuoi dettagli, curiosi di sapere dove ci condurrai. E tu ci conduci a te e al tuo "specchio" che vi salutate. E anche noi muoviamo la manina.Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Mi sono persoSegnala il commento

Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Vista questa tua tendenza mi sorprende che tu ancora non abbia postato la tua versione de Il giorno della marmotta, in cui scrivi un racconto e salvi, poi il giorno dopo non lo trovi più, oppure ti metti a scrivere e dopo un'ora ti accorgi che hai riscritto lo stesso paragrafo sei volte e non riesci più a smettere ;)Segnala il commento

Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Ossessivo questo siparietto tra via Pascoli via Foscolo e via Parini... ma lo ricordavamo e che dire siamo comunque affascinati dal tuo nevrotico chiacchiericcio.Segnala il commento

Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Un chiacchiericcio adorabile le tue evoluzioni geometriche che portano a spasso fra via Parini e via Foscolo anche noi lettori. Sempre magico il tuo sguardo su tutto ciò che sta intorno, come se ogni volta tu lo vedessi per la prima volta. Ricordavo questo racconto ma è stato piacevole rileggerlo.Segnala il commento

Large 13 36 00 6a00e54fcf7385883401b7c7499bb0970b pi.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

gli andirivieni con noi stessi. camminare. i nomi. le cose intorno. il tempo.Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente
Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Rispetto a te google map è roba da dilettanti. Una sorta di teleferesi animica, con richiami alla Ionesco, per farci amenamente di-vagare. Insomma, mi è piaciuto.Segnala il commento

Large foto gloria macaluso.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

gloriamacaluso ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

a me piace un "casino" :-) Segnala il commento

Large un albero ribelle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Malehua ha votato il racconto

Esordiente

geometrico indubbiamente :)Segnala il commento

Large typee.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Umberto ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee