Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Kintsugi

Di occhineri - Editato da Dalcapa
Pubblicato il 06/01/2021

52 Visualizzazioni
18 Voti

  La geisha ha il volto ovale dall’espressione seria, enigmatica. Lo sguardo è lontano e la bocca è un puntolino rosso che spicca sulla biacca.

Giulia tiene in mano la tazzina in finissima porcellana del servizio da caffè giapponese, cimelio di famiglia portato dal nonno navigante, quando ancora lei non era nata. La porcellana ha dei decori in oro che raffigurano una pagoda vicino ad un ponticello e, in primo piano, dei rami di ciliegio in fiore. La tazzina è leggermente incrinata, con il manico rotto ma incollato con grande perizia. Osservandone in controluce il fondo, come per magia appare il viso di una geisha. Giulia, da bambina, rimaneva spesso rapita ad ammirare la vetrina del salotto, dove in bella mostra era riposto il servizio da caffè. Chissà perché ha sempre amato guardare la giapponesina. Forse perché è attratta dalla bellezza di quel volto così esotico e misterioso o forse perché è un po’ geisha anche lei.

E’ un giorno di novembre.

La mattina in studio è stata piena d’impegni tra pratiche da ultimare, mail da inviare e incontri con i clienti; di pomeriggio, anche se molto stanca e sul punto di rinunciare, è andata al solito controllo annuale. Questa volta, però, qualcosa è andato storto.

E’ apparsa una piccola macchia scura, dal diametro di pochi millimetri, che ha messo in allarme la dottoressa.

Adesso è sera e Giulia è a casa di sua madre. Sta guardando la tazzina di porcellana giapponese, ha quarantatré anni ed uno dei suoi peggiori incubi sta per avverarsi.

Carcinoma duttale infiltrante al primo stadio, questa è stata la diagnosi, seguita dalla quadrantectomia e poi la radioterapia. Per trenta giorni Giulia si è sottoposta al trattamento; in sala d’attesa, per ammazzare il tempo, ha letto Ne muoiono più di crepacuore di Saul Bellow, autore per nulla ameno, dall’umorismo caustico, a volte spietato, utilissimo per pensare ad altro. Qualcuno le ha detto che al centro oncologico ci sono i dannati.

- Non è una questione di dannati o beati – lei ha ribattuto - piuttosto è la peste che non muore mai. Cambia solo il modo in cui si manifesta.

Per fortuna la chemioterapia non è stata necessaria. Giulia se l’è cavata con cinque anni complessivi di terapia ormonale, controlli assidui e la ferrea speranza di farcela. Nel frattempo, mossa da una gran voglia di vivere, ha cercato di prendersi cura di sé. Come spesso accade a chi combatte il cancro, anche Giulia è stata costretta a rimettere a fuoco il mondo, così ha cominciato a praticare lo yoga e ha preso l’abitudine di camminare lungo la scogliera.

Guardare il mare e sentirne il profumo la fa stare bene.

Ha ripreso anche a studiare e ha realizzato un progetto che da tempo aveva in mente, ma che troppe volte aveva dovuto rinviare: ha comprato quella casa tanto luminosa vicino al porticciolo che, con una paziente ristrutturazione e una buona dose di creatività, ha reso molto confortevole. Poi, è riuscita a liberarsi da una situazione in cui si sentiva impantanata da tanto.

- Insegui i tuoi sogni…ti auguro ogni bene…Addio! -, così gli ha sussurrato all’orecchio nell’ultimo abbraccio.

E ha continuato a leggere e a scrivere, per non smettere di trasformarsi, per uscire dai confini asfittici del suo sé. Ma, più di tutto, ha imparato ad accogliere il marasma, sa che quell’onda di malinconia, che spesso la travolge, potrebbe persino diventarle alleata.

A volte si guarda nuda allo specchio, le cicatrici non sono poche, sin da piccola ha mostrato una salute cagionevole e i segni di quanto le è accaduto, anche se ben confezionati, sono lì su quel fisico ancora armonioso e desiderabile nonostante nel tempo si sia un po’ appesantito.

Le ferite non sono solo sul corpo, anche nell’anima ce ne sono tante, alcune così profonde da essere insanabili.

Eppure, proprio perché imperfetta Giulia è bella.

Quelle ferite, come le saldature in oro del Kintsugi, la rendono unica, originale e forte della sofferenza che ha patito…

e ancora viva.

Logo
3954 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (18 voti)
Esordiente
14
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large ea21f666 ad06 4f66 9dc1 8399176a7da4.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

doktor ha votato il racconto

Esordiente

dalla perfezione di un'arte antica e immobile alla bellezza imperfetta di un essere vivente, passando per il dolore e la paura. "Proprio perché imperfetta Giulia è bella" penso sia il cuore di ciò che volevi esprimere. Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 20160814 202718.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Bruno ha votato il racconto

Esordiente

Bello, ma chi gli ha sussurrato " Insegui i tuoi sogni…ti auguro ogni bene…Addio!"? Che è il kintsugi? (sì lo so che lo posso cercare in google, ma non è un termine abituale...) la ultima e è essere o congiunzione? Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s50 mo?sz=200

Isabella☆ ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente

BelloSegnala il commento

Large mariomonfrecola social 2020.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

mariomonfrecola ha votato il racconto

Esordiente

Racconto emozionante e sentito, forse imperfetto in alcuni tratti e per questo ancora più unico e intimo. Viva la Vita, viva l'ottimismo e la positività anche nei momenti più difficili. Piaciuto il messaggio di positività, complimenti Occhineri! Segnala il commento

Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210125 150118.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franz De Marenziana ha votato il racconto

Esordiente

bellissimo! per quello che hai scritto, per come lo hai scrittoSegnala il commento

Large non abbiam bisogno di parole.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezer0hn ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore

Un ottimo esercizio di scrittura, complimenti.Segnala il commento

Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

belloSegnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Anch'io ho fatto riferimento alla stessa arte, in un racconto: è affascinante l'idea che le colature in oro possano trasformare le nostre ferite in preziose decorazioni. Benvenuta su typee.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Confesso di aver letto il tuo racconto solo perché editato da Dalcapa, autore di "Scirocco" e altri racconti che ho riletto decine di volte. E' molto bello. Si avverte qua e là qualche incertezza, ma credo sia dovuto all'emozione dell'esordio. Benvenuta in TypeeSegnala il commento

Large img 20201124 wa0159.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Chandra S. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large ritratto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di occhineri

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee