Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

L’astratto tributo alla verità.

Pubblicato il 21/10/2021

Siamo tutti cercatori distratti: alcuni smarriscono la strada, altri dimenticano la meta e qualcuno vaga in cerca di risposte.

164 Visualizzazioni
35 Voti

Talvolta avverto la tua presenza, quando la ragione viola i limiti del possibile e i monopoli della conoscenza, e comprendo quanto pensare e creare siano le prerogative umane che scorciano la distanza tra il cielo e la terra. 

Ti sento nell’eco intangibile e possente che contrasta la resa, nel fremito della volontà che soffia contro corrente, nella compensazione tra il dolore invitto e la tenacia dei ribelli.

Talvolta sei nella bellezza con cui ci distrai dalla morte, nello spazio che espande miriadi di particelle di vita, nei respiri dell’aria e nell’intensità di un silenzio, nello stupore che rinnova e redime, nel sapore delle lacrime e dei morsi con cui addento la vita. 

A volte sei nel sonno che tarda a venire, nelle smanie di notti lente a finire, nell’incedere incerto di un’idea, nel fragore di un’ispirazione, nel lancio di un'intuizione. 

A volte sei nel suono di una risata, in un ghigno, un viso, una voce, la piega docile di un sorriso, una stretta di mano, una ruga nuova, un capello bianco, un osso che geme.

A volta sei nello sguardo doglioso di un vecchio, che arranca verso il traguardo, nell’insciente brio di un bimbo che ignora le regole e le eccezioni della vita. 

A volte mi sembra di scorgerti sui marciapiedi affollati da corridori verso l'altrove o all’angolo di uno degli incroci ignoti alle relazioni umane. Sembra che Tu non abbia fatto altro che aspettare me. Ti metti al mio fianco e mi accompagni in quelle profondità in cui si smarriscono le convinzioni, e nella coscienza resta solo l’astratto tributo alla verità.

A volte mi abbandoni in una solitudine spietata, e non credo più che Tu abbia nostalgia di me o che io abbia bisogno di te.

So soltanto che non riconosco alcun segno della tua presenza nei culti che hanno moltiplicato il dolore e la follia umana. In mezzo ai cori e ai responsoriali meccanici di formule antiche e logore, io non riesco a sentire la tua voce né la mia. Le croci mi distraggono, gli incensi mi soffocano, le litanie mi opprimono, le promesse mi terrorizzano, i riti mi annoiano.

Io non batto la fronte sui muri e non piango, non piego le ginocchia e non sprofondo il viso nella polvere mentre ti cerco.

Nei sontuosi templi terreni, ciò che resta della fede è solo il bisogno di ingannare la tua assenza.

Io continuerò a cercarti oltre gli spazi murati che cingono la libertà della fede. E nell’ostinata certezza che i talenti siano gli unici segni che ci riconducono alla verità, seguirò quelle tracce per arrivare a Te.

Non so quale sarà l’esito del mio viaggio ma se approderò in porti deserti, saprò che ti ho cercato nel posto sbagliato o che ho seguito la scia di chi ti rinnega. 






Logo
2668 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (35 voti)
Esordiente
25
Scrittore
10
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 07202010 tildaswintonorlando.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezmilev ha votato il racconto

Esordiente

Mi ha commossa. Qui su Typee, per adesso, solo tu e Silvia Lenzini ci siete riuscite. Davvero complimenti. Miriam Segnala il commento

Aoh14gil307uz d1leledrnbl2lwwabwwnbykdrsr83l6q=s96 c?sz=200

Federico Passavanti ha votato il racconto

Esordiente
Large salvador.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Graziano ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14ghceea2z45svv0aajsvolhdwqjqwz3sonkkjk2swa=s96 c?sz=200

Alessandro Massa ha votato il racconto

Esordiente

Vago il deserto, remo la canoa, sempre con le mani, nella Tua acqua Segnala il commento

Large io.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Coscienza fantasma ha votato il racconto

Esordiente

Bello e tenace...Segnala il commento

Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Bello. Un soliloquio con la Verità che ricorda lo stile di Agostino nel parlare con Dio. Una Verità quasi personificata, con una forte presenza. E non è certo facile credere a una Verità così diffusa nella realtà, onnipresente.Segnala il commento

Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Grazie per le belle parole anche se la storia non è mia ...io sono singol 😃 da sempreSegnala il commento

Large on the road.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

omALE ha votato il racconto

Esordiente

Dopo tanto navigare Ulisse trovò la sua veritá forsi si forse no chisá Ma di sicuro traccio una Rotta... Bella scritturaSegnala il commento

Large 6e508332 9f32 4969 8a51 ea7be91f3fba.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

É vero che siamo tutti cercatori in qualche modo, per me le persone che se ne sono andate mi sono sempre accanto e mi sussurrano nell’orecchio. Il sorriso la voce un ghigno ... tu voli un po’ più in alto dove saiSegnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large io.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

carlomariavadim ha votato il racconto

Esordiente

Bello il tuo viaggio. Vorrei avere la capacità intellettuale di seguirti... ma non ho gli strumenti. Sai scavare, sai? Complimenti.Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Bellissimo, davvero poco da dire. Notando una vicinava nel sentire che solo tu hai saputo descrivere, mi hai commosso nelle ultime righe. E non lo dico per dire. Ed è vero: pensare e creare riducono la distanza tra cielo e terra. Lo hai detto alla grande. Ripeto, bellissimo! ComplimentiSegnala il commento

Large 20171112 181036.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonietta Cocco ha votato il racconto

Esordiente

Bellissimo testo, in alcuni punti pura poesia. Segnala il commento

Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large thumbnail.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Frato ha votato il racconto

Esordiente

Ciao, mi piace questo anelito della conoscenza, fa vagare la mente. Solo mi è incomprensibile cosa siano i monopoli della coscienza (i monopoli hanno un carattere ben preciso in fisica, quelli che conosco io)Un caro abbraccio, Roberto.Segnala il commento

Large img 20200606 wa0004.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Loretta 68 ha votato il racconto

Esordiente

Quanto fa riflettere questo tu o testo!!! Io mi domando ancora quale sia la verità, sicuramente è celata dentro di noi ed ecco perché non riusciamo a coglierla. Almeno per il mio punto di vista Grazie Adriana per questi preziosi spunti di riflessione Segnala il commento

Large img 20180626 wa0139.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

FilippoDiLella ha votato il racconto

Esordiente
Large amelie 1024x593.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

lo leggo come un respiro lungo e profondo, parole che avevano bisogno di prendere il volo.Segnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

Talvolta ache io, ma poi chissà. È troppo più grande, almeno di me certamente. Un abbraccio, spengo le luci con questa tua. Segnala il commento

Large plain white background 1480544970glp.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

È la infinita ricerca del significato cosmico che vibra all'unisono e intensamente nei cuori più arditi e vibranti dell'universo, come il tuo, che sa cogliere tra le pieghe del tempo anche le gemme più nascoste di vera umanità, come queste tue dense disamine che potrebbero essere anche una meravigliosa grande poesia Segnala il commento

Large 20210317 140852.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Enrico R. ha votato il racconto

Esordiente
Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Bella riflessione complimenti Segnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Bruno Gais ha votato il racconto

Esordiente
Large la concretezza del pensiero.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Bruno Magnolfi ha votato il racconto

Esordiente

BellissimoSegnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Profondo e intenso Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore

penso che non esista un fenomeno più umano - troppo umano- della fede nel trascendente. O della sua ricerca.Segnala il commento

Large default

Rebecca91 ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210807 111406 941.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonella Avolio ha votato il racconto

Esordiente

La verità! Cos'è? Trascendentale, reale e visibile! Abbraccio la teoria di Hegel e trovo la risposta dentro me, perché sono anche realtà oggettiva. È un bellissimo racconto, veramente importante e ti ringrazio di aver vissuto teorie filosofiche addormentate nel disinteresse dell'arche' della vita. Complimenti, perché ti interroghi e sei persona e non immagine o figura.Segnala il commento

Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Forte. Irresistibile per me l’invito a commentare, ma difficile al tempo stesso, quindi spero vorrai perdonare l’ardire. Intanto, brava. E non solo perché è scritto bene, ma anche perché ti esponi su un tema dove, chi ha un minimo di sensibilità, è vulnerabile. Poi, mi è piaciuto lo schema dove esordisci con un elenco che descrive una cognizione del trascendente che contiene gioia e gratitudine; per passare a una osservazione più puntuale su un aspetto che ho letto come una contrarietà, quasi una ribellione all’intermediazione costruita dagli uomini (individui) nella relazione con quel trascendente. Intuisco (azzardando) che la “verità”, un valore spesso ricorrente nei tuoi scritti, non sia una, ma soggettiva, e una visione dogmatica possa minare il rispetto di questa soggettività, espressa dalla libertà di scegliere la propria via di ricerca, e la propria verità. Grazie per la condivisione, PaoloSegnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Un bel mettersi a nudo, questo: ti presenti sguarnita, sincera nella tua umana ricerca, nel rifiuto di ciò che è solo esteriorità e non sostanza. Sai come la penso io, eppure sento tutta la Buona Fede che ti anima. Ci sono tracce di Tommaso e Agostino, qui. Eppure sembra uno sfogo, parole che non vedessero l’ora di uscire.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Un testo bellissimo. Ricco di spunti. Affascinante nell'esposizione e nelle emozioni che riesce a trasmettere. La Verità è una trota che sguazza nel torrente, fuggevole, sgusciante, pregna di riflessi e...controcorrente... Sinceri complimenti Adriana!Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Forse è nel vagare in cerca di risposte il senso ultimo della vita. Purché consapevoli che probabilmente non le troveremo. Eppure, eppure, in quel cercare tra le pieghe del giorno ci accorgiamo della dolorosa bellezza che accompagna i nostri passi e questo, in qualche misura, ci consola. Grazie per la bella riflessione.Segnala il commento

Large italy.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Italo ha votato il racconto

Scrittore

Lo cerchi come lo cerco io e tanti altri. Lui è in tutto e in tutti, crea la realtà, la materia le coscienze. È tutte le cose e tutti gli esseri dell'universo, usa il Suo pensiero e l'energia per creare il Tutto. Sta nel più intimo nostro respiro, nel nucleo delle nostre cellule, in ogni ombra, ogni filo d'erba, ogni mondo ogni galassia. È tutto ciò che È. Lo può cercare e trovare dentro e fuori di te, ma lui è da dentro che crea, attraverso gli esseri umani, e oltre gli umani, conosce se stesso. Crea con gioia e compassione, crea nella sua grazia e perfetta armonia. Siamo tutti già in Lui, nella sua coscienza, nel suo pensiero, nella sua energia. Grazie Adriana per avermi stimolato, hai toccato una corda per me che risuona da quando sono nato. Segnala il commento

Large img 20200410 070021.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco Battaglia ha votato il racconto

Esordiente

"A me sembra di scorgerti". Credo sia questa l'anima del tuo confidarti. Il seguire comunque un istinto, non negare nessuna ombra, alcun indizio. Viviamo di meravigliose impressioni, di delicate parole a soffiare su fragili esistenze. Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Adriana Giotti

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work