Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Romance

L'inconscio conosciuto

Pubblicato il 17/11/2020

Un sogno dolcissimo...

28 Visualizzazioni
12 Voti
- Ti ho sognato la notte scorsa. 

- Davvero? 

- Sì, un sogno dolcissimo. 

- Beh, racconta. 

- Eravamo vicini di casa. 

- Noi? 

- Sì, ma era una casa stranissima. La mia era grande e divisa in due parti e per passare dall'una all'altra dovevo attraversare la tua. 

- Ma dai! 

- Sì, la tua minuscola cucina dava su un corto corridoio con una parete fatta tutta di finestre affacciate su un bellissimo giardino. Per raggiungere l'altra metà della mia casa, che era davvero grande, dovevo passare dal piccolo corridoio davanti alla porta della tua cucina. 

- Architettura fantastica a parte, non ho capito perché io dovevo avere la casa di Lilliput e tu la reggia. E non ho capito nemmeno perché non potevamo stare tutti e due nella casa grande. 

- Perché io avevo un altro. 

- Ah! Brava! 

- E tu un'altra. 

- Giustizia è fatta. 

- Però ci amavamo come pazzi. 

- E allora perché stavamo con questi altri due? 

- Non lo so, sai come sono i sogni, non sono logici. 

- Ok e allora che è successo? 

- È successo che stavamo tutto il tempo a cercarci con gli occhi. Sempre attenti a non farci scoprire. 

- E poi? 

- E poi tu, a un certo punto, mi hai aspettato nel piccolo corridoio, nell'unico angolo non visibile né dalla tua cucina né dalla mia sala. 

- Ti ho teso un agguato. 

- Sì, proprio così. Io stavo passando e tu mi hai presa al volo. Mi hai tenuta ferma e stretta, mentre te ne stavi con le spalle appoggiate al muro per nasconderci. 

- Mi vedi come un gran figo anche nei sogni. E poi che ho fatto? 

- Mi hai detto qualcosa che non ricordo, ma ricordo che mi ha fatto diventare gli occhi lucidi, e poi non mi pareva vero di poter stare così vicina a te. Avevi la camicia un po' sbottonata e le mie mani stavano giunte sul tuo petto, potevo sentire il profumo della tua pelle e ti guardavo dal basso verso l'alto con gli occhi persi nei tuoi. Volevo disperatamente un bacio… 

- Che io ti ho dato, ovviamente. 

- No, non me l'hai dato affatto. 

- Ma come, allora non ero io! 

- Eri proprio tu, mi hai dato un bacio sulla punta del naso e uno sulla fronte e poi mi hai mandato via… e io volevo morire. 

- La versione di me più tarocca dell'inconscio conosciuto. 

- L'inconscio non è conosciuto. 

- Non il tuo, questo è certo. Passi che ci sogni clandestini, ma che io ti tenga fra le braccia e non ti rubi neppure un bacio! Sai cosa ti dico? 

- Cosa? 

- La prossima volta che vado via per lavoro tu vieni con me. 

- Davvero? 

- Mi hai guardato con quegli occhioni anche nel sogno? 

- Credo di sì. 

- E non ti ho baciata? 

- No. 

- Incredibile! Secondo me non ero io, ma visto che tu sei convinta del contrario… vieni qui, devo farmi assolutamente perdonare…

Logo
2619 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (12 voti)
Esordiente
8
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large fb img 1603036265643.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Nicol70 ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14gjvcvmvc7mb6y6npod ytiq3if ij5ukkuufnlksa=s50?sz=200

Eirlys ha votato il racconto

Esordiente

DolcissimoSegnala il commento

Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 20211021 234002.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Dolce a caruccio, ma un po' troppo gigione, e compiaciuto di esserlo. Ma credo dipenda anche dalla brevità, che non ti ha permesso - per tua scelta, della quale sei responsabile, a tutti gli effetti, presenti e futuri - di approfondire la narrazione. Ma avevi voglia di scriverlo così, forse perché era davvero un sogno, e non volevi perdertelo. E hai fatto bene.Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore
Large 6be01db93c7fce72c4ee8b867a8357ca.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Angelica Nobili Costa

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee